Le bugie hanno le gambe corte e a spezzarle ci pensa Handy Truster

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 4 dicembre 2009 • Categoria: Attualità


Per inventare delle gran bugie e poi essere in grado di sostenerle, bisogna disporre: a) di una fantasiosa ma credibile creatività, b) di una buona mimica facciale che vi permetta di celare tensione e stress, e c) di un’ampia audience di affettuosi boccaloni disposti a credervi. Alzi la mano chi non ha mai mentito almeno una volta. Voi no? Bè forse allora questa è la seconda...

Si mente per svariati motivi: paura, quieto vivere, vantaggio personale, mero divertimento o eccessiva gentilezza. Non sembrerebbe poi così grave, ma vista dall’ottica opposta, quella dell’ingannato, la menzogna non è altro che un missile anti-fiducia che fa strage di affetti. Avete un sospetto ma quello che vi manca è la prova? Se dopo aver frugato nelle tasche della giacca o fra le pagine di un diario ancora non riuscite a provare l’evidenza di reato, non vi resta che procurarvi Handy Truster, un piccolo congegno, che è una vera e propria macchina della verità tascabile.

In vendita su Spiare.com, questo “detector portabile di bugie” sfrutta la teoria che, quando una persona mente, la pressione del sangue cambia, producendo alcune alterazioni della voce non udibili da orecchio umano, vibrazioni che Handy Truster è ovviamente in grado di registrare dal vivo ma anche via cellulare. Per testare la sincerità di una persona senza che se ne accorga, dovete mentire a vostra volta: accendete il detector e tramite l’inganno, calibratelo per pochi secondi sulla voce dell’interessato, con domande alle quali non può rispondere con una bugia. A questo punto sottoponete il presunto colpevole all’interrogatorio vero e proprio e sul display apparirà il verdetto finale.

Una mela intera vuol dire che è innocente, ma se il frutto lampeggiante appare morsicato in quantità sempre maggiori fino a divenire un torsolo rosicchiato, allora la sentenza di colpevolezza è certa.Almeno al 85%, che è il grado di infallibilità assicurato dalla “911 computer” di Seoul, la casa produttrice di Handy Truster. Percentuale che in aula di processo non servirebbe certo a spedire qualcuno sulla sedia elettrica, ma che, fra le mura domestiche, è abbastanza per condannare un impenitente imbroglione ad interminabili nottate sul divano. O almeno fino al prossimo appello!


-
Link: Macchina della Verità

-

3250 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.