La congiura dei carabinieri gelosi.Uno 007 per spiare il maresciallo

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 14 gennaio 2009 • Categoria: Controspionaggio


Una vicenda iniziata come una chiacchiera di paese dopo che gli abitanti di Sant’Elpidio a Mare si sono visti sparire tutti carabinieri della caserma tranne il comandante e un maresciallo.


Una vicenda iniziata come una chiacchiera
di paese dopo che gli abitanti di Sant’Elpidio a Mare si sono visti sparire tutti carabinieri della caserma tranne il comandante e un maresciallo. Poi, con il passare delle settimane, quella che sembrava solo una voce è diventata un’inchiesta della procura della Repubblica di Fermo ai danni di sei militari accusati di aver assoldato un investigatore privato per spiare il loro comandante.

Tutto è iniziato qualche mese fa quando uno dei carabinieri in servizio nella stazione di Sant’Elpidio a Mare sarebbe venuto a sapere di alcune presunte avances - e sottolineiamo presunte - rivolte dal comandante alla sua compagna. E’ in quel momento che il militare ha deciso di parlarne con gli altri colleghi per cercare, a suo avviso, di trovare una soluzione all’incresciosa vicenda.

Dopo un breve consulto, i sei carabinieri hanno deciso di assoldare un investigatore privato allo scopo di raccogliere prove per incastrare il loro superiore. Nei giorni seguenti dopo aver studiato il piano a tavolino, i militari hanno contattato l’investigatore che, per diverse settimane, si è messo sulle tracce del maresciallo divenuto, a sua insaputa, oggetto di indagine privata. Giorno dopo giorno il comandante di stazione è stato spiato, fotografato e filmato. Poi il materiale raccolto, come da accordi, è stato consegnato ai carabinieri che avevano richiesto il servizio.


Non si sa come, ma il maresciallo oggetto dell’indagine privata è poi venuto a sapere del piano attuato dai suoi subalterni e da lì si è scatenato il putiferio. E’ così che inizialmente è scattata un’indagine interna culminata con il trasferimento in blocco dei sei militari ritenuti responsabili della vicenda.

Da sottolineare la serietà e la professionalità con cui sono state effettuate le indagini dagli stessi militari dell’Arma di Fermo in collaborazione col magistrato. Dal provvedimento disciplinare si è passati poi ad un’inchiesta della Procura della Repubblica che ha comunicato la conclusione delle indagini ai rispettivi militari oggetto dell’inchiesta. Per loro si avvicina il rinvio a giudizio e l’eventuale processo.

Fonte Il Resto del Carlino

Tecnologie investigative in vendita su Spiare.com

2313 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.