Ecco Tyler, la WikiLeaks decentralizzata

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 11 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sistemi Crypto

Una WikiLeaks decentralizzata, peer-to-peer e perfettamente anonima. In cui tutte le comunicazioni sono criptate. In cui non esiste un comitato redazionale che decide cosa pubblicare e cosa cestinare. Ma anche un social network che sembra la nemesi perfetta di Facebook: niente nomi e facce reali, solo identità anonime, che però creano reti, amicizie, si scambiano file, messaggi, chat. Contenuti che nessun governo dovrebbe riuscire a conoscere, men che meno le società di advertising. Grafi sociali impermeabili da sguardi indiscreti. Tutto questo è, o meglio, vorrebbe essere Tyler, un progetto estremamente ambizioso di leaking, cioè una piattaforma che agevoli la diffusione di informazioni riservate e scottanti, proprio come WikiLeaks, ribaltandone però completamente il funzionamento. Diciamo subito che non è facile, sia chiaro. Un po’ per ironia, un po’ per scaramanzia, Tyler – su cui lavora un gruppo di programmatori vicini ad Anonymous - è stata lanciata ufficialmente tra il 21 e il 22 dicembre, in coincidenza con la profezia taroccata dei Maya, dopo mesi di annunci che non hanno aiutato a fare chiarezza né sulla tempistica né sulla sua natura. 


>>Continua a leggere "Ecco Tyler, la WikiLeaks decentralizzata"

2030 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

WIKILEAKS: CIA HA USATO BASE AEREA TURCA PER TRASPORTO TERRORISTI

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 19 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

La Cia americana ha usato una base aerea turca, con l'accordo di Ankara, per trasportare presunti terroristi. Lo annuncia oggi il quotidiano tedesco Die Welt riportando telegrammi diplomatici diffusi da Wikileaks.

In totale 24 aerei dei Servizi segreti americani hanno usufruito della base di Incirlik, nel sud della Turchia, tra il 2002 e il 2006, data in cui le autorita' locali hanno revocato il permesso per il trasferimento dei prigionieri. Il quotidiano riporta un telegramma datato 8 giugno 2006 e ottenuto dal giornale norvegese Aftenposten insieme ai 250 mila documenti raccolti da Wikileaks, in cui l'ambasciatore americano ad Ankara cita il permesso accordato dalla Turchia agli aerei della Cia: ''Le autorita' militari turche ci hanno autorizzati a usare, a partire dal 2002, la base di Incirlik per rifornire gli aerei delle operazioni di trasporto prigionieri ma hanno revocato i permessi a febbraio di quest'anno''.

Recupero sms cancellati


>>Continua a leggere "WIKILEAKS: CIA HA USATO BASE AEREA TURCA PER TRASPORTO TERRORISTI"

2369 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Usa e Germania sviluppano in segreto satelliti spia

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 7 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Gli Stati Uniti e la Germania stanno sviluppando congiuntamente e segretamente nuovi satelliti spia nonostante la viva opposizione della Francia: è quanto emerge da documenti diplomatici riservati ottenuti da Wikileaks e pubblicati oggi dal quotidiano norvegese Aftenposten. Il progetto, battezzato HiROS, vedrebbe la costruzione di un numero indeterminato di satelliti spia ad alta risoluzione, capaci di distinguere oggetti di 50 centimetri, di inviare le loro immagini sulla terra molto più rapidamente dei satelliti attuali e anche di scattare fotografie infrarosse con il buio. Ufficialmente destinato a scopi civili - il 70% della capacità dei satelliti dovrebbe essere venduto ad attori privati -, il programma sarebbe in realtà "sotto il controllo completo" dei servizi segreti tedeschi (BND) e dell'agenzia spaziale tedesca (DLR).


>>Continua a leggere "Usa e Germania sviluppano in segreto satelliti spia"

2370 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 1 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Tre sono le strategie con cui l’Amministrazione Obama risponderà a Wikileaks, come si desume anche dalle parole di Hillary Clinton. Anche se c’è forse una quarta strategia cui gli Stati Uniti dovrebbero ricorrere e che va più amontedel caso Wikileaks;euna quinta strategia che Assange sta offrendo involontariamente. A meno che non sia a sua volta la più raffinata delle contromosse. Innanzitutto, dunque, l’Am – ministrazione Obama ha portato avanti una strategia che potremmo definire “per lo ieri”: avvertire subito tutti gli Alleati che sarebbero saltate fuori un bel po’ di rivelazioni in apparenza imbarazzanti, ma da non prendere troppo sul serio; perché si sa che quando la gente parla in privato va a ruota libera.

Appunto, come ha spiegato Hillary: “posso comunque dire che gli Stati Uniti sono profondamente dispiaciuti di questa rivelazioni di documenti nati per rimanere confidenziali, frutto di discussioni private tra controparti o osservazioni dei nostri diplomatici”. Ovviamente chi ha interessi strategici per essere amico degli Usa non si lascia distrarre da questo gossip, e che era nemico lo resterà comunque. Però è vero che da ora in poi che parla con un diplomatico americano ci penserà due volte prima di esporsi troppo.


>>Continua a leggere "Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia "

1979 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Wikileaks, in imbarazzo gli Usa: l’Onu spiato per ordine di Hillary Clinton

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 29 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Molto è comunque già trapelato grazie al lavoro di molte note testate come il Guardian, Le Monde o il New York Times, che avevano ricevuto gli scottanti files già prima della fatidica sera di ieri. La bomba è dunque scoppiata e gli effetti già si vedono.


Questi carteggi rivelano, con tono ben poco diplomatico tra l’altro, quale sia la vera opinione degli Stati Uniti sui maggiori leader mondiali, opinioni per nulla positive. Ce n’è per tutti: Berlusconi, Merkel, Sarkozy, Putin, anche Gheddafi, descritto come tremendamente ipocondriaco e sempre in compagnia della sua voluttuosa infermiera ucraina.


Tutto ciò non mancherà di sollevare polemiche e non è escluso che i rapporti tra le varie nazioni con gli Usa vivranno forti tensioni. Ma sono soprattutto altre le rivelazioni che fanno grande scalpore, circa varie operazioni di politica estera. Tanto per cominciare le pressioni dell’Arabia Saudita e altri leader dell’area araba sul governo americano per indurlo ad attaccare l’Iran per poter fermare il suo programma nucleare come anche le voci di un probabile intervento militare da parte invece di Israele.


>>Continua a leggere "Wikileaks, in imbarazzo gli Usa: l’Onu spiato per ordine di Hillary Clinton "

1558 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Wikileaks, il sito che 'spia' l'intelligence

Scritto da Spiare.com • Martedì, 27 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

Una guerra disastrosa: è il ritratto del conflitto in Afghanistan che emerge dalla poderosa fuga di notizie innescata dal sito Wikileaks, il portale Internet creato proprio per pubblicare documenti riservati, autore nel passato di numerosi scoop.

I responsabili del sito, in primis il fondatore, Julien Assange, hanno svelato gli archivi segreti della guerra in Afghanistan consegnandoli al New York Times americano, al Guardian inglese e al tedesco Der Spiegel.

Le carte svelate dal sito sarebbero le "prove di crimini di guerra" commessi in Afghanistan nella lotta ai talebani.


>>Continua a leggere "Wikileaks, il sito che 'spia' l'intelligence"

2138 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!