"Internet nuovo Far West" IBM scheda i pericoli del Web

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 4 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Web sempre più insicuro e hacker sempre più raffinati. E' quanto emerge da "X-Force 2009 Mid-Year Trend and Risk Report", l'indagine semestrale a cura del centro studi della IBM che fotografa e descrive le minacce presenti sulla Rete.

Dipingendo a tinte fosche il futuro della sicurezza su internet. Virus usati per sottrarre informazioni personali, link a pagine web pericolose e documenti in PDF contenenti codici dannosi. Tutte armi non convenzionali usate dai pirati informatici nella loro battaglia nell'immenso mare della rete.

Sintomatico un dato su tutti: nell'ultimo anno vi è stato un aumento del 508% nel numero di link a siti potenzialmente pericolosi. Link che a prima vista sembrano innocui essendo presenti all'interno di siti, blog e riviste online ritenuti tendenzialmente sicuri. Raddoppiati anche i documenti in PDF che nascondono al loro interno contenuti sospetti sapientemente offuscati dagli hacker.


>>Continua a leggere ""Internet nuovo Far West" IBM scheda i pericoli del Web"

2229 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

"E' inesplorato il 99,9% del Web"

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 21 agosto 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Una ricerca Microsoft evidenzia come un utente Internet europeo (il 65% degli intervistati) visita mediamente solo fino a sei siti Web nel corso di una sessione Internet, lasciando inesplorato il rimanente 99,9% dei siti Web disponibili.

In Italia, il 27% degli utenti dichiara di visitare solo 3-4 siti durante una sessione di navigazione, mentre il 26.7% ne visita al massimo tra 6 o 7.

"Il web sta diventando sempre più ricco e offre innumerevoli potenzialità agli utenti per informarsi, divertirsi e restare in contatto con amici e passioni digitali.

La ricerca conferma che evidenzia un orientamento alla navigazione da parte degli utenti verso tutto ciò che è più familiare", ha dichiarato Stefano Santinelli, General Manager del gruppo Microsoft Consumer and Online per l'Italia.


>>Continua a leggere ""E' inesplorato il 99,9% del Web""

1980 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

IRAN: COSÌ RIUSCIAMO A ELUDERE LA CENSURA CON LA POSTA SUL WEB

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 29 giugno 2009 • Commenti 1 • Categoria: Intercettazioni

I collegamenti sono sempre più difficili, il telefono non funziona, non possiamo mandare sms, ma in rete circolano le istruzioni per non farsi intercettare. Ogni tanto arrestano qualcuno e vanno in cerca del suo computer e del suo cellulare, hanno ripreso a sequestrare le parabole. Ma credo che lo facciano per spaventarci: non esistono prigioni in grado di contenerci tutti. Mousavi da Face Book ha attaccato duramente la stampa e la Tv del regime.
Mir Hossein Mousavi nella sua pagina di Face Book continua ad attaccare i giornali e la televisione del regime. Nel comunicato numero 7 affermava che «l'onda verde andrà avanti nelle possibilità sancite dalle leggi» e inoltre denunciava «i gravi attachi e le intimidazioni a Kalemeh», il giornale legato a lui, che il 22 giugno era stato invaso dalla polizia che aveva arrestato i giornalisti.


>>Continua a leggere "IRAN: COSÌ RIUSCIAMO A ELUDERE LA CENSURA CON LA POSTA SUL WEB"

2823 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Acque inesplorate…

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 22 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

Vi credete grandi conoscitori ed esploratori del web e pensate di averlo setacciato in lungo e in largo in ore e ore trascorse davanti al pc? Vi sbagliate.

Da uno studio condotto da Survey Shack, per conto di Microsoft, emerge infatti che un utente Internet europeo tipico (65% degli intervistati) visita solo fino a sei siti Web nel corso di una sessione Internet media, lasciando inesplorato il rimanente 99,9% dei 231.510.169 siti Web disponibili.

Quasi tre quarti degli utenti Internet europei (74%) affermano che per ogni dieci siti Web visitati solo tre sono siti visualizzati per la prima volta.

Un utente su quattro in Europa passa online tra le sette e le quindici ore alla settimana.


>>Continua a leggere "Acque inesplorate…"

2703 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Com’è facile truffare col web

Scritto da Spiare.com • Martedì, 19 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Ti serve un dispositivo per prosciugare le tessere bancomat altrui? Non c’è problema. Oggi, grazie a internet, è possibile riceverlo comodamente a casa propria. È la scoperta shock di un’inchiesta fatta da Jack, il mensile Gruner+Jahr e Mondadori, che indagava sulle minacce alla sicurezza portate dal mondo on-line. All’indirizzo www.koroexp.com per 11.500 euro chiunque può acquistare uno “skimmer”.

Lo “skimmer” funziona così: s’introduce dove s’infilano solitamente bancomat e carte di credito e lui riesce a scansionare la scheda e copiarne i dati. Semplice, semplice. Insieme allo “skimmer” i truffatori posizionano allo sportello una microtelecamera puntata sulla tastiera, che registra il codice segreto della carta. E il gioco è davvero fatto. Con questi dati i criminali possono clonare la tessera e usarla a proprio piacimento.


>>Continua a leggere "Com’è facile truffare col web"

3902 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spegnere il web e spiare chiunque. Fa discutere proposta di legge Usa

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 6 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence
POTER spegnere internet a comando e monitorare banche dati contenenti informazioni personali degli utenti: è un potere mai visto, quello che una proposta di legge, presentata il primo aprile al Senato americano, vorrebbe dare al Presidente degli Stati Uniti. Fa parte del Cyber security Act 2009, con cui gli Usa vogliono prendere di petto il problema della sicurezza informatica.

Contiene misure che stanno facendo discutere. Così inaudite che molti commentatori fino a ieri pensavano a un pesce d'aprile, finché il testo della proposta non è finito online. È tutto vero, quindi. E a placare le polemiche non basta che sia una misura bipartisan, presentata da un democratico e un repubblicano moderati, i senatori John (Jay) Rockfeller e Olympia Snowe, quest'ultima nota anche per le battaglie a favore dei gay e delle minoranze in genere.


>>Continua a leggere "Spegnere il web e spiare chiunque. Fa discutere proposta di legge Usa"

1474 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ghostnet: una rete di spionaggio globale nel Web. Ma chi la manovra?

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 2 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Migliaia di computer - tra cui quello del Dalai Lama - sono stati violati da un virus in grado di frugare tra file e documenti sensibili. Sembra che l’infezione abbia paternità cinese, ma gli accusati smentiscono con veemenza

Una frase attribuita ad Albert Einstein recita più o meno così: “Non so con quali armi verrà combattuta la III guerra mondiale ma la IV verrà combattuta con clave e pietre”.
Il Nobel per la fisica alludeva senz’altro alle armi termonucleari che hanno la potenzialità per scatenare un’apocalisse tale da riportare, veramente, l’umanità all’epoca delle clave.

Gli anni in cui fu pronunciata questa frase erano quelli della Guerra Fredda, con il mondo diviso in due blocchi contrapposti e gli arsenali atomici in vertiginosa, costante crescita. Da allora è passato mezzo secolo e i missili nucleari sono rimasti al guinzaglio nei lori silos; di conflitti ce ne sono stati tanti, ma combattuti tutti con armi più convenzionali e siamo riusciti a non autodistruggerci. Tuttavia la profezia di Einstein non ha perso valore anche se, adesso, sono ipotizzabili scenari completamente diversi.


>>Continua a leggere "Ghostnet: una rete di spionaggio globale nel Web. Ma chi la manovra?"

1659 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'inventore del Web: "Attenti a chi spia Internet"

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 20 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Il fisico britannico inventore del World Wide Web Tim Berners-Lee, presente come invitato speciale alla celebrazione dei 20 anni di Internet presso il Cern, mette in guardia contro i pericoli di violazione della privacy da parte di aziende e governi - "la tecnologia deve tutelare la privacy". Ipotizza inoltre per il prossimo futuro schermi murali con i quali navigare

Per celebrare i primi vent’anni di Web al Cern di Ginevra si è svolta lo scorso 13 marzo una cerimonia alla quale ha presenziato Tim Berners-Lee, fisico britannico a cui si deve l'invenzione del Web, che ha mostrato come funzionava il primo software di navigazione. La cerimonia è stata trasmessa in diretta streaming sul sito del Cern.

Durante il suo intervento Tim Berners-Lee ha fatto il punto sull'attuale sviluppo del Web e indicato cosa ci riserva il futuro: "Il web arriverà su tutti i cellulari, che sono gli apparecchi elettronici più diffusi sul pianeta, e finirà anche sulle pareti di casa. Useremo schermi connessi al Web su cui navigare usando le mani". Il fisico britannico padre del Web, ora professore presso il MIT, ha lanciato quindi l'allarme privacy - "Non è giusto che qualcuno controlli chi si collega a un sito gay o lesbo. La tecnologia deve proteggere la privacy". L'inventore del World Wide Web ritiene che l'attuale sviluppo di Internet sia solo la punta dell'iceberg - "I prossimi cambiamenti di Internet colpiranno ancor di più il mondo".


>>Continua a leggere "L'inventore del Web: "Attenti a chi spia Internet" "

1537 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft, Internet Explorer 7 è sotto tiro

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 18 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Un exploit segue a ruota la patch di Microsoft per Explorer 7, distribuita la scorsa settimana: può dare il via ad attacchi di tipo drive-by download. Se non lo si è ancora fatto, urge aggiornare al volo

A una settimana dal Patch Tuesday di febbraio, ecco che “i brutti ceffi che creano malware hanno velocemente realizzato un exploit in grado di sfruttare la vulnerabilità di Internet Explorer 7“. Parola del ricercatore Raul Mohandas, che ha documentato il tutto con un post sul blog di Avert Labs, vale a dire i laboratori antivirus di casa McAfee.

Stavolta poco si può imputare a Microsoft: Big M ha realizzato per tempo una patch per correggere un possibile buffer overflow del proprio browser Web. Il problema specifico risiede nell’errata gestione degli errori da parte di Explorer durante i tentativi di accesso a documenti cancellati. La vulnerabilità è, secondo Microsoft, “critica”: può essere sfruttata per l’esecuzione di codice arbitrario; sulla stessa lunghezza d’onda l’analisi in materia di Secunia, che definisce il bug “altamente critico”.

Nell’analisi di Mohandas, l’attacco a Explorer viene lanciato tramite un documento Microsoft Word contenente un controllo ActiveX, che - appena aperto - si collega a un sito Web su cui è ospitato l’exploit. In pratica, è lo stesso schema d’attacco utilizzato lo scorso dicembre contro la patch d’emergenza approntata da Microsoft per Internet Explorer, e descritta nel bollettino MS08-078. Ancora prima un’analoga mossa aveva costretto Big M a rilasciare l’appena citata correzione fuori dal normale ciclo mensile.

Probabilmente, il nuovo exploit è nato da un’azione di reverse engineering sulla patch distribuita da Microsoft la scorsa settimana: così almeno sostiene il blog di Internet Storm Center, un’organizzazione su base volontaria che fornisce da quasi un decennio analisi e servizi gratuiti in tema di sicurezza agli utenti, privati e non, di Internet. Sul blog, viene spiegato l’exploit in maniera tutto sommato chiara (per un programmatore, beninteso): con un array, un ciclo di tipo for, una funzione di garbage collection e poco altro è possibile mettere in crisi Explorer, o - meglio - ingannare con successo i suoi segmenti di memoria dinamica.


>>Continua a leggere "Microsoft, Internet Explorer 7 è sotto tiro "

13193 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!