Spie e telefoni, aperta nuova inchiesta.

Scritto da Spiare.com • Martedì, 29 giugno 2010

Una nuova indagine sulla raccolta illegale di informazioni riservate da parte di ex-manager di Telecom Italia è stata affidata al pm milanese Alfredo Robledo, dopo che il gup Mariolina Panasiti il mese scorso aveva trasmesso alla procura generale gli atti dell'udienza preliminare -- compresi i verbali della testimonianza di Marco Tronchetti Provera, ex-numero uno della società telefonica -- che ha visto il rinvio a giudizio per l'investigatore privato Emanuele Cipriani. Lo hanno riferito fonti giudiziarie, aggiungendo che la procura milanese è divisa sul ricorso in Cassazione contro la decisione del gup di far cadere l'accusa di appropriazione indebita nei confronti di Giuliano Tavaroli -- ex-capo della security Telecom e Pirelli, che ha patteggiato quattro anni e due mesi di carcere -- e di Cipriani. Nelle proprie motivazioni, il gup ha scritto di ritenere "altamente improbabile" che Telecom e Pirelli non sapessero delle attività dei loro manager.


>>Continua a leggere "Spie e telefoni, aperta nuova inchiesta."

2061 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Io capo 'spione' al servizio di Tronchetti

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 9 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio
Il sorriso di chi la sa lunga, la voglia di raccontare pubblicamente, ora che ha patteggiato la pena, quello che ha detto a porte chiuse alla giudice di Milano Mariolina Panasiti, e molto di più. Fabio Ghioni, ex responsabile del “tiger team” della security  Telecom, accusa Marco Tronchetti Provera. Chiede al suo ex capo, Giuliano Tavaroli, di dire la verità anche ai giudici e non solo ai giornali. Ritiene che la Procura di Milano avesse gli elementi per indagare l’ex presidente di Telecom a causa dei dossier illegali e degli attacchi informatici contro Rcs, TelecomBrasile, l’Authority. Ghioni il 28 maggio ha patteggiato 3 anni e 4 mesi di pena per associazione a delinquere in concorso con Tavaroli e altri imputati, finalizzata alla corruzione e all’accesso abusivo di sistema informatico o telematico. Caduta per tutti l’accusa di appropriazione indebita. Segno che per la giudice Panasiti hanno agito illegalmente nell’interesse dei vertici della società.


>>Continua a leggere "Io capo 'spione' al servizio di Tronchetti "

2552 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Dall’inchiesta alle prime condanne

Scritto da Spiare.com • Domenica, 6 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Una lunga intervista, due pagine fitte, su Repubblica in edicola ieri. Titolo in prima: «Io e il presidente Tronchetti, ecco la verità». La «verità» in questione è quella raccontata da Giuliano Tavaroli , l’ex capo della security di Telecom che ha patteggiato una condanna a 4 anni e due mesi per truffa e associazione per delinquere. L’inchiesta, una delle più lunghe, complesse e mediatiche del decennio, aveva al centro proprio lui, l’ex carabiniere responsabile della sicurezza del colosso telefonico. E protagonista, secondo l’accusa, di una rete capillare di spionaggio illegale.

Una vicenda della quale Telecom si è sempre dichiarata non solo estranea ma anche vittima, fino a costituirsi parte civile al processo. Tavaroli, nell’intervista di ieri, accusa pesantemente Tronchetti: «Sapeva tutto», «è un codardo». Quindi tira in ballo una lunga lista di personaggi eccellenti, da Luca Cordero di Montezemolo a Carlo De Benedetti, da Massimo Moratti a Giulio Tremonti e Massimo D’Alema.


>>Continua a leggere "Dall’inchiesta alle prime condanne"

2397 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni illegali, Telecom e Pirelli chiedono di patteggiare

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 1 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Pirelli e Telecom Italia hanno scelto la via del patteggiamento nell’ambito del processo che coinvolge le due società per l’attività di dossieraggio illecito della Security di Giuliano Tavaroli.

Lo riferiscono le due portavoce di Pirelli e Telecom dopo che è emersa la notizia che le due società hanno offerto 7 milioni di euro come risarcimento a tre ministeri e ai dipendenti schedati e che la Procura di Milano ha accettato la proposta. Verseranno in totale 7 milioni di euro, di cui 1 milione e 250 mila suddivisi tra Presidenza del consiglio, ministeri dell’Interno, delle Finanze e della Giustizia, sanzione pecuniaria e confisca del profitto del reato.

Il resto della somma, fino ai sette milioni totali, verrà pagata ai molti dipendenti che sono stati oggetto di `monitoraggio´ da parte di Tavaroli&C come contributo volontario. L’accordo raggiunto con la Procura porta le due aziende a rinunciare al processo breve qualora dovesse entrare in vigore. Telecom è indagata insieme a Pirelli per violazione della legge 231 sulla responsabilità amministrativa delle società per comportamenti illeciti dei propri dipendenti.


>>Continua a leggere "Intercettazioni illegali, Telecom e Pirelli chiedono di patteggiare"

6632 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spie e telefoni, da premier segreto Stato

Scritto da Spiare.com • Martedì, 5 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha apposto il segreto di Stato sui rapporti intrattenuti dall'ex numero due del servizio segreto militare, indagato a Milano per associazione e delinquere nell'affare di spionaggio illegale che ha coinvolto la security di Telecom (TLIT.MI: Quotazione), con i vertici dell'azienda.

Lo conferma oggi in una nota la presidenza del Consiglio, dopo che la notizia era apparsa oggi, senza fonti, sul "Corriere della sera" ed era stata confermata anche da fonti giudiziarie milanesi.

"...la Presidenza del Consiglio precisa che la tutela del segreto attiene agli atti di quel processo solo 'in quanto riferibili alle relazioni internazionali tra servizi di informazione e agli 'interna corporis' degli organismi informativi'", dice il comunicato di Palazzo Chigi.


>>Continua a leggere "Spie e telefoni, da premier segreto Stato "

2481 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ombre asimmetriche

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 26 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Letteratura Spy


In questo volume, due dei massimi esperti mondiali di sicurezza informatica delineano il profilo di tutti coloro che hanno scelto la Rete come proprio campo di battaglia, definendo, una volta per tutte, la loro natura e le loro motivazioni.

Dagli hacker ai terroristi, passando per gli ancora poco conosciuti “mercenari cibernetici”, Ghioni e Preatoni aprono finalmente il discorso a un livello più ampio, scegliendo uno stile divulgativo che possa coinvolgere anche i non addetti ai lavori, senza lasciare da parte gli aspetti più squisitamente tecnici.


>>Continua a leggere "Ombre asimmetriche"

3978 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spie e telefoni, ex Sismi Mancini oppone segreto di Stato

Scritto da Spiare.com • Sabato, 3 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

L'ex numero due del Sismi Marco Mancini -- uno degli imputati all'udienza preliminare sulla presunta raccolta illegale di informazioni riservate da parte di ex manager di Telecom Italia -- ha depositato oggi una memoria in cui invoca il segreto di Stato sui rapporti tra i servizi segreti italiani e la società telefonica quando questa era guidata da Marco Tronchetti Provera e l'imputato numero uno Giuliano Tavaroli era a capo della security.

Lo riferiscono fonti legali.

Nella memoria -- depositata stamattina a Milano davanti al gup Mariolina Panasiti -- Mancini chiede che i rapporti tra lui, l'investigatore privato Emanuele Cipriani, anche lui imputato, e Tavaroli vengano coperti da segreto di Stato. Il giudice dovrà adesso interpellare la presidenza del Consiglio per ricevere conferma dell'esistenza del segreto.

Secondo l'accusa, Mancini avrebbe passato a Telecom -- attraverso la mediazione di Cipriani -- numerosi dossier relativi ad attività e notizie del Sismi.

Sempre oggi, Tavaroli ha formalizzato la sua richiesta di patteggiamento della pena a quattro anni e mezzo di reclusione e 60.000 euro di risarcimento.


>>Continua a leggere "Spie e telefoni, ex Sismi Mancini oppone segreto di Stato"

3230 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni, centinaia al processo

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 23 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità
È cominciata a Milano l’udienza preliminare per la vicenda dei dossier illegali e nella quale sono imputati tra gli altri Giuliano Tavaroli, ex capo della security di Telecom e Pirelli, Emanuele Cipriani, investigatore privato, e Marco Mancini, ex dirigente del Sismi. L’udienza è celebrata dal gup Mariolina Panasiti che oggi dovrebbe trattare le richieste di costituzione di parte civile.

L’aula, quella della prima corte d’Assise d’Appello, nella quale in passato sono stati celebrati i maxi processi alle Br e alla criminalità organizzata, è gremita di avvocati e parti offese: alcune centinaia di persone che non trovando posto tra i banchi si sono sistemate anche nelle gabbie. In aula sono stati anche notati alcune delle persone finite sotto processo tra cui Marco Bernardini, l’investigatore che con le sue dichiarazioni ha dato un contributo all’inchiesta, e Cipriani. In aula è presente anche Fabio Napoleone, attualmente procuratore della Repubblica di Sondrio ed ex pm a Milano, che ha coordinato le indagini insieme ai colleghi Stefano Civardi e Nicola Piacente.


>>Continua a leggere "Intercettazioni, centinaia al processo"

2708 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

«Illegittima distruzione intercettazioni»

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 22 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
È in parte illegittima la norma che impone la distruzione dei documenti e delle intercettazioni ritenute illegali. Lo ha deciso la Corte Costituzionale, accogliendo parzialmente la questione sollevata dal gip di Milano Giuseppe Gennari nell'ambito del procedimento che vede imputato, tra gli altri, l'ex capo della Security di Telecom Italia Giuliano Tavaroli.

LA NORMA - La norma bocciata dalla Corte riguarda la nuova formulazione dell'art. 240 del codice di procedura penale modificato dal decreto (poi convertito in legge nel novembre del 2006 con voto bipartisan) con cui il governo Prodi intervenne all'indomani dell'arresto dell'ex capo della security di Telecom, Giuliano Tavaroli, dell'investigatore privato Emanuele Cipriani e dell'ex capo della sicurezza informatica Fabio Ghioni. La norma imponeva la distruzione di tutto il materiale illegalmente acquisito (comunicazione telefoniche, telematiche, etc) in un'udienza camerale celebrata dal gip che però avrebbe dovuto redigere un verbale riassuntivo di quanto distrutto.


>>Continua a leggere "«Illegittima distruzione intercettazioni»"

2276 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!