Liberation: i francesi sapevano che gli italiani pagavano i talebani

Scritto da Spiare.com • Sabato, 17 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

"Use money as a weapon", ovvero "utilizzare denaro come un'arma": non si tratta del nuovo motto dei servizi segreti italiani in Afghanistan, punzecchia Liberation, ma di una precisa indicazione contenuta nel manuale ufficiale dell'Esercito americano, "Tactics in counterinsurgency", pubblicato nel mese di marzo 2009 sotto la responsabilita' del generale David Petraeus.

A ricordarlo nel suo blog 'Secret Defence', il giornalista di Liberation Jean-Dominique Merchet, proprio mentre il quotidiano britannico the Times rivela oggi che gli Stati Uniti avvertirono gli italiani di evitare pagamenti ai talebani gia' un anno fa.

L'uso di denaro come un'arma, scrive Merchet, trova un precedente nell'esperienza fatta in Iraq, dove gli americani hanno portato dalla loro parte i sunniti utilizzando il denaro.

"E questo dovrebbe contenere il sentimento provocato da un articolo del Times" che accusa i servizi segreti italiani di "avere comprato la tranquillita' delle loro truppe nel settore di Sarobi", afferma il giornalista di Liberation.


>>Continua a leggere "Liberation: i francesi sapevano che gli italiani pagavano i talebani"

1848 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

"Dagli italiani mazzette alle milizie talebane per evitare gli attacchi"

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 15 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

I servizi segreti italiani avrebbero pagato le milizie talebane per mantenere calma la regione afgana di Sarobi e utilizzato una tattica simile anche a Herat: è quanto pubblica il quotidiano britannico The Times citando fonti militari della Nato; secca la smentita del Ministero della Difesa italiano.

Secondo il Times le forze francesi, che subentrarono nel 2008 a quelle italiane dispiegate a Sarobi, non vennero informate dei pagamenti e di conseguenza sottovalutarono la situazione nella regione e non presero le dovute precauzioni subendo numerosi attacchi fra cui l’agguato in cui los corso anno persero la vita dieci paracadutisti.

Stando al Times i servizi statunitensi erano al corrente della pratica grazie ad intercettazioni telefoniche e già nel giugno del 2008 l’ambasciatore a Roma protestò con il governo: «Non si può essere eccessivamente dottrinari su tali questioni: può avere senso comprare gruppi locali e tenere basso il livello della violenza con metodi non violenti, ma è follia farlo e non informare i propri alleati», conclude una fonte.


>>Continua a leggere ""Dagli italiani mazzette alle milizie talebane per evitare gli attacchi""

1939 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Afghanistan. Gli allarmi dell’Intelligence sugli attentati dei talebani

Scritto da Spiare.com • Sabato, 19 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

L'attentato di Kabul dove sono morti 6 parà della Folgore era stato segnalato da un “avviso” dell’Iintelligence mercoledì scorso. L’allarme dei servizi di intelligence, parlava di 3-4 elementi pronti ad entrare in azione sulla strada dell'aeroporto con un'autobomba.

Mercoledì, poche ore prima della strage di Masud Circle, altri “avvisi” segnalavano un possibile attacco con razzi contro l'aeroporto della capitale ed esplosioni contro 'obiettivi sensibili' nel centro di Kabul.

Nel frattempo anche nell'ovest dell'Afghanistan, la regione dove è concentrato il grosso del contingente italiano, sono state segnalate cellule di ribelli pronte a colpire. L’allarme è stato segnalato da un “avviso”.

Sembra che la minaccia maggiore sia stata segnalata nella provincia di Farah, dove sono ben due i gruppi di talebani composti da circa 120 elementi pronti ad entrare in azione compiendo imboscate nei confronti dei convogli dei militari Nato, e dunque soprattutto italiani, nei distretti di Bakwa e di Bala Baluk.


>>Continua a leggere "Afghanistan. Gli allarmi dell’Intelligence sugli attentati dei talebani "

3385 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!