ITALIA, IL PAESE PIÙ 'SPIATO' DEL MONDO

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 31 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Vi ricordate la STASI? Se la memoria non aiuta, ecco qua: era la polizia segreta della "mitica" DDR. Quando dopo la caduta dei muri la Germania Orientale aprì le frontiere (prime più sigillate di quelle dell'URSS) saltò fuori che la STASI, in pratica, aveva convinto una metà della popolazione a spiare l'altra metà. Un controllo capillare, che andava ben oltre le "usuali" misure di sicurezza di un potere non proprio democratico.
In realtà la STASI spiava tutto e tutti, in modo di avere in pugno ogni cittadino del paese. Non solo i possibili dissidenti politici. Chi non ha un scheletro, magari piccolo piccolo, nell'armadio?
Chi è senza peccato scagli la prima pietra, ha affermato un Uomo che di peccati se ne intendeva parecchio ... E così l'onnipotente polizia poteva "tenere in pugno" tutti: uomini di cultura, giornalisti, sportivi, persone qualsiasi.


>>Continua a leggere "ITALIA, IL PAESE PIÙ 'SPIATO' DEL MONDO"

2198 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Manfred il dissidente che informava la Stasi

Scritto da Spiare.com • Domenica, 20 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Tenni quel ritaglio di giornale per più di due mesi sulla scrivania. Era la pagina di un inserto della «Berliner Zeitung»: un’intervista della giornalista Birgit Lahann a Ibrahim Böhme.

C’era anche una foto, il ritratto di una persona che guardava l’obiettivo come se guardasse il vuoto spaventoso che doveva avere dentro. Si stringeva il bavero d’una veste da camera, come se avesse freddo.

Era in piedi, contro la parete di una casa che si intuiva povera e in disordine. Appeso al muro c’era un «santino» di Carlo Marx. «Genosse Judas empfängt nicht», il compagno Giuda non riceve a casa, era il titolo dell’intervista a quell’uomo che fino a un anno prima era stato potente e forse felice e che ora, chiuso nel suo appartamento di Prenzlauer Berg, da mesi non voleva vedere più nessuno.


>>Continua a leggere "Manfred il dissidente che informava la Stasi"

2221 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La Merkel e la gioventù nella Ddr «La Stasi voleva arruolarmi»

Scritto da Spiare.com • Martedì, 26 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Storia dello Spionaggio

Si bevve una birra, la giova­ne Angela Merkel, quando crollò il Muro di Berlino: una lattina in un appartamento di sconosciuti, quella notte del 9 novembre 1989, quando le case degli occidentali si aprirono ai connazionali ritrovati dell’Est.

Niente ostriche all’Hotel Kempinski, a Ovest, come si era più volte ripromessa in una gag frequente con sua madre. Birra do­po una sauna con un’amica, ha raccontato ieri sera in televisione.

La cancelliera ha iniziato la sua «campa­gna del calore», per sembrare meno distac­cata e fredda, prologo alla campagna eletto­rale d’autunno. E alla tv pubblica Ard ha parlato di uno dei temi ancora oggi delicati nella Berlino politica: della Germania del­­l’Est, del passato di chi come lei viveva nel socialismo reale, dei rapporti con la Stasi, l’apparato poliziesco potentissimo che ten­tò di reclutarla. Questioni che sollevano emozioni forti.


>>Continua a leggere "La Merkel e la gioventù nella Ddr «La Stasi voleva arruolarmi»"

4389 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!