Spiati. Perché?

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 24 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

La recente recrudescenza di lotte sociali nell'occidente ha portato ad un'acutizzazione in senso repressivo dell'operato delle forze di polizia.
In seguito a questo processo sociale, e collateralmente alla promulgazione di leggi di tutela del "diritto alla privacy", si è avviata da qualche anno una nuova tecnica di investigazione, che potremmo definire del "sospetto globale". Tendenzialmente ogni antagonista, comunista, anarchico o semplice hacker di provincia viene pedinato con molti strumenti di controllo personale al fine di costruire un mirabile castello di sospetti pronti per l'uso. La raccolta di informazioni avviene, oltre al tradizionale pedinamento personale, grazie ad intercettazioni:

-Del traffico telefonico
-Del traffico informatico
-Ambientali

Questi tre strumenti complementari costituiscono i principali record di un database europeo la cui portata è chiarita dalle recenti rivelazioni di un ex carabiniere toscano; migliaia e migliaia di files testuali e vocali memorizzati su centinaia di migliaia di italiani "sospetti" di collusioni morali o materiali con ambienti estremistici.


>>Continua a leggere "Spiati. Perché?"

2872 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lo spyware minaccia anche i BlackBerry

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 10 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Cellulari Sms Spia

Non è poi così difficile violare un BlackBerry: Tyler Shields, ricercatore di Veracode, ha creato un programma che consente di accedere agli Sms e ala lista di contatti, usare il Gps per conoscere la posizione del dispositivo e persino attivare il microfono da remoto per ascoltare le conversazioni del proprietario.


Il software in questione si chiama TXSBBSpy ed è disponibile unicamente sotto forma di codice sorgente per evitare che qualche cracker improvvisato si metta a giocarci; la sua realizzazione non è stata difficile, secondo Shields.

"È banale scrivere questo tipo di codice usando le Api che vengono fornite a ogni sviluppatore" ha dichiarato in un'intervista e sostenendo che "BlackBerry è uno dei migliori sistemi operativi in termini di sicurezza, ma nella sandbox è possibile rubare dati".


>>Continua a leggere "Lo spyware minaccia anche i BlackBerry"

2627 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

PC Tools, la sicurezza diventa dinamica

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 2 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

PC Tools ha presentato il nuovo portafoglio prodotti 2010 per la sicurezza, composto da: Spyware Doctor con Antivirus 2010, Spyware Doctor 2010 e PC Tools Internet Security 2010.

L'azienda irlandese ha adottato un approccio multi-livello di ultima generazione, mettendo a disposizione soluzioni che integrano più livelli di tecnologia.

"Il portafoglio 2010 security di PC Tools usa una protezione multi-livello in tempo reale in modo tale che i consumatori possano sentirsi sicuri quando cliccano su qualsiasi cosa essi vogliano, senza dover temere infezioni o perdite economiche, perché lo scopo del nostro è quello di bloccare minacce da ovunque esse arrivino" ha affermato Tom Powledge, General Manager di PC Tools.


>>Continua a leggere "PC Tools, la sicurezza diventa dinamica"

2305 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Come proteggere pc e smartphone in vacanza

Scritto da Spiare.com • Martedì, 4 agosto 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Basta prendere in questi giorni un aereo, un treno oppure una nave in partenza per qualsiasi destinazione, esotica o meno, per rendersene conto: gli italiani che lasceranno a casa i propri dispositivi hi-tech sono ben pochi.

In comodi marsupi e meno pratiche borse a tracolla i vacanzieri infilano computer portatili e super cellulari, iPod e Blackberry d'ordinanza: lecita scelta, magari anche imposta da doveri professionali.

Ma, dicono gli esperti, occhio alle minacce informatiche, che sono sempre dietro l'angolo, al pari di piccoli incidenti di percorso (il cellulare che cade in acqua, il bicchiere che si rovescia sul pc e via di questo passo).

Quindi bene fare attenzione, anche sotto l'ombrellone, a proteggere i propri apparecchi dal rischio di spam, spyware, phishing, worm, trojan horse e simili per evitare assai spiacevoli furti di identità e perdite di dati.


>>Continua a leggere "Come proteggere pc e smartphone in vacanza"

3677 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La sicurezza? Dipende anche dalla fiducia nei fornitori

Scritto da Spiare.com • Sabato, 27 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Ovum: bastano delle funzioni software non documentate su un router di rete per fare dello spionaggio industriale e politico


Account di rete di amministratori privilegiati non documentati in alcuni nuovi router di due operatori di telecomunicazioni: in pratica delle 'back door' che avrebbero potuto essere utilizzate per degli attacchi, attivi o passivi, alle reti, creati probabilmente da qualche dipendente del produttore di hardware o software di quei router. Li ha scoperti recentemente la società inglese di consulenza Ovum che fa notare quanto sia importante per la sicurezza di un'azienda che i fornitori di hardware e software possano essere considerati 'di fiducia'.

Non è la prima volta che vengono alla luce dei tentativi di attaccare delle reti aziendali o di gestori di telecomunicazioni infiltrandosi nei router di rete. Ai tempi delle Olimpiadi di Atene, un software maligno installato in quattro centrali di commutazione mobile hanno intercettato delle chiamate tra i politici greci, compreso il primo ministro, per un anno, riferisce l'analista di Ovum Graham Titterington, e dopo la scoperta del software sia l'operatore di rete sia il produttore degli apparati sono stati multati per parecchi milioni di euro. Più recentemente, il governo americano ha scoperto un attacco ai sistemi IT del Pentagono che ha compromesso 1.500 computer.


>>Continua a leggere "La sicurezza? Dipende anche dalla fiducia nei fornitori"

1699 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Da anni l’FBI spia i sospetti grazie ad uno spyware

Scritto da Spiare.com • Domenica, 19 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Negli scorsi anni, uno spyware prodotto dall’FBI ha avuto una grande importanza per quanto riguarda le indagini in casi di estorsione, minaccie terroristiche e attacchi da parte di hacker.

Questa applicazione, denominata CIPAV (”computer and internet protocol address verifier”) è stata programmata per infiltrarsi nel computer di un sospettato, raccogliere un buon numero di informazioni e mandare tutto a un server dell’FBI posizionato in Virginia.
 
Il fatto che venisse utilizzato un simile sistema era già emerso nel 2007 ma solo nelle scorse settimane è stato reso noto il fatto che l’FBI abbia avuto le autorizzazioni necessarie per poterlo utilizzare in un più vasto raggio di casi. Ciò che però hanno fatto notare i legali del Dipartimento di Giustizia è che l’estrema popolarità di questo programma, e il suo conseguente abuso potrebbero portare a difficoltà legali per quanto riguarda le possibili contestazioni sul diritto alla privacy.


>>Continua a leggere "Da anni l’FBI spia i sospetti grazie ad uno spyware"

1743 hits
Tags: , ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Proteggere il cellulare dal malware e dai furti

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 10 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

L'antivirus diventa necessario anche per gli smartphone: la soluzione di F-Secure per lo spyware e i furti di dati, con uno speciale blocco anti-ladro.

Quando pensiamo a un antivirus o una soluzione per la sicurezza siamo abituati a intendere un software che protegge il nostro Pc. Oggi però il malware concepito appositamente per dispositivi portatili come smartphone o telefonini è in deciso aumento ed è importante proteggersi in modo adeguato.

Il malware è molto cambiato rispetto a qualche anno fa. I virus non sono più il frutto di ragazzini in cerca di fama, non mirano più a infettare milioni di Pc cme fecero i celeberrimi Loveletter o Sasser. Oggi la maggior parte dei malware in circolazione sono stati concepiti appositamente per poter avere un riscontro economico.

Il mercato degli smartphone e cellulari, fiorente e con dispositivi sempre più potenti, è il terreno naturale dove questo tipo di minaccia è sempre più presente. L'esperienza insegna che dove ci sono soldi ci sono anche crimini, ecco perché ci si aspetta una crescita anche dei pericoli per chi naviga in mobilità. Così come è accaduto per i Pc, ci saranno minacce anche per gli smartphone.

Per il momento a essere colpiti sono soprattutto i dispositivi con sistema operativo Symbian e Windows Mobile. Il numero di virus è chiaramente inferiore per diversi ordini di grandezza a quelli concepiti per Pc, però è significativo.

Pensiamo a come si propagano la maggior parte dei virus per mobile, ovvero via Bluetooth. Come sappiamo, viene sempre chiesta una conferma: nessun virus può installarsi senza il consenso dell'utente. Pensate però a quanti utenti, sul proprio Pc, cliccano su Ok per liberarsi rapidamente di qualsiasi popup, senza nemmeno leggere il testo della finestra. Oggi capita spesso che veniamo sommersi da così tanti avvisi di sicurezza che finisce che li ignoriamo Altrettanto facilmente capita che gli utenti accettino una richiesta che compare improvvisamente sul proprio telefonino.


>>Continua a leggere "Proteggere il cellulare dal malware e dai furti"

3127 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!