Un inglese spiato ogni 60 secondi

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 13 agosto 2009

Sherlock Holmes sarà pure al tramonto, come denunciano i vertici della polizia britannica che stentano a trovare aspiranti detective per i 5000 posti vacanti al Criminal Investigation Department.

Ma nella patria della Magna Charta l'attività investigativa non è mai stata tanto intensa. L'ultimo rapporto del commissario per l'intercettazione delle comunicazioni Sir Paul Kennedy rivela che servizi segreti, ministeri, enti locali, domandano l'accesso ai dati dei sudditi di Sua Maestà 1400 volte al giorno. Nel 2008 le autorità hanno chiesto 504 mila permessi, sottoponendo a implicita investigazione un adulto ogni 78.

"Siamo diventati una società sorvegliata, in cui il governo non si fida degli elettori che gli hanno dato fiducia" osserva Anthony Barnett, condirettore della Convention on Modern Liberty, network di attivisti delle libertà civili. Sul banco degli imputati c'è il Regulation of Investigatory Powers Act (RIPA), l'atto che in virtù della security autorizza intelligence e polizia a violare la privacy dei cittadini.


>>Continua a leggere "Un inglese spiato ogni 60 secondi"

1990 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Cossiga: il Cavaliere è spiato. Vi dico come e da chi

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 13 luglio 2009 • Commenti 1 • Categoria: Intelligence

A rompere la monotonia di un sabato afoso di luglio ci pensa Francesco Cossiga. È quasi mezzogiorno quando il presidente emerito della Repubblica invia una lettera aperta a Francesco Rutelli, presidente del Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, incaricato di controllare l’attività dei servizi segreti italiani.

Pura dinamite: Cossiga parte da quanto detto da Umberto Bossi a Berlusconi («Invece di farsi accompagnare dai servizi segreti, è meglio farsi accompagnare dalla gente della  Lega e dalla polizia normale, come faccio io. I servizi sono una brutta roba»), ma si spinge molto più in là di quanto fatto dal leader leghista.

Il senatore a vita sostiene di aver raccolto «voci che circolano negli ambienti d’istituto», secondo le quali «agenti di un servizio nazionale di informazioni e sicurezza, pur non ricoprendo la qualifica di ufficiali o agenti di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria ordinaria o  militare, avrebbero collaborato con magistrati delle procure della  Repubblica di Milano, Bari, Roma e Tempio Pausania, anche garantendo la segretezza dei loro contatti e delle loro comunicazioni in  relazione a materie da dette procure della Repubblica in corso di  trattazione e aventi relazioni con la persona, i fatti e i  comportamenti dell’onorevole Silvio Berlusconi». Cossiga chiede quindi a Rutelli di far aprire dal Copasir una nuova inchiesta. Insomma, come spesso accade con lui, c’è al fuoco tanta di quella carne che vale la pena di parlarci un po’. Se non altro per capire bene dove voglia andare a parare.


>>Continua a leggere "Cossiga: il Cavaliere è spiato. Vi dico come e da chi"

5811 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

'Spiato' istituto di credito di San Marino

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 27 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

Ad essere "sotto osservazione" la sede in Città di un noto istituto di credito di San Marino preso di mira (…) dagli investigatori privati. Questo secondo il fascicolo di indagine depositato in tribunale. Ciò significa che eventuali e presunte intercettazioni ambientali e telefoniche sono state organizzate e portate a termine nel cuore di San Marino…

…., da dove si potrebbe arrivare anche ai palazzi del potere.

L’allarme è scattato nel dicembre scorso, quando dall’interno della nota banca, ci si accorse della presenza assidua di un individuo sospetto, alla guida di una station wagon posteggiata in zona a traffico limitato, appena sotto l’istituto di credito. Dopo alcuni giorni di appostamento, partì la chiamata alla gendarmeria. E fu proprio in quell’istante che, dopo giorni e ore di stallo, l’auto sospetta si allontanò.


>>Continua a leggere "'Spiato' istituto di credito di San Marino "

1775 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!