Eurispes, Internet: 91,2% usa Facebook per “spiare”

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 4 febbraio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

L’utilizzo piu frequente di Internet da parte degli utenti abituali è la ricerca di informazioni di loro interesse, (97,4%). Di poco inferiore è la quota di chi invia e riceve mail (94,1%). La maggioranza del campione usa i Social Network per spiare (71,9%), fa acquisti online (63,4%), guarda filmati su YouTube (60,6%). Quasi la metà degli intervistati legge un Blog (49,3%), il 45,2% chatta, il 40,6% gioca con i videogiochi online, il 38,3% scarica musica/film/giochi/video, il 35,6% legge e scrive su un forum. Lo dice l’Eurispes nel Rapporto Italia 2013, presentato oggi. Tra i Social Network Facebook si conferma con ampio margine il piu diffuso anche in Italia: lo usa il 97,3% dei navigatori che partecipano a Social Network. Twitter si conferma al secondo posto usato da quasi un soggetto su 3 (31,7%). Al terzo posto si classifica Linkedin (16,1%), meno diffuso e Pinterest (4,5%).


>>Continua a leggere "Eurispes, Internet: 91,2% usa Facebook per “spiare”"

1854 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Uno studio tedesco rivela: “Chi spia la vita degli altri su Facebook è più invidioso ed infelice”

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 24 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

La gran parte delle persone che ogni giorno spende il proprio tempo a “spiare” su Facebook la vita di amici e conoscenti è destinata a provare un costante sentimento di invidia. Ciò con grandi ripercussioni sulla propria esistenza, che finisce per diventare più infelice rispetto a quella degli altri. Lo svela uno studio tedesco, condotto da Peter Bxmann dell’Università di Darmstadt e da Hanna Krasnova dell’Università Humboldt, a Berlino. I dettagli di tale ricerca saranno presentati il prossimo febbraio, nel corso dell’undicesima conferenza internazionale Wirtschaftsinformatik (Infomation Systems), che si terrà a Lipsia. Tra le altre cose, secondo quanto rivelato dallo studio tedesco, l’invidia, l’infelicità e tutti gli altri sentimenti negativi che Facebook è in grado di scatenare verrebbero aumentati dal fatto che la maggioranza dei “profili virtuali” è costruita in modo da amplificare – se non addirittura fingere – la felicità personale reale. 


>>Continua a leggere "Uno studio tedesco rivela: “Chi spia la vita degli altri su Facebook è più invidioso ed infelice”"

1596 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Aprire un’agenzia investigativa

Scritto da Spiare.com • Martedì, 15 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Aprire un’ agenzia investigativa oggi è un’impresa alquanto complessa e ardimentosa. Per quanto possa sembrare affascinante indossare un impermeabile, un cappello e dei grossi occhiali scuri, l’attività dell’investigatore privato non è fatta solo di pedinamenti. I servizi che deve garantire oggi un’agenzia investigativa sono innumerevoli e impegnativi. Non è inusuale che si rivolgano all’investigatore privato le imprese che vogliono verificare la lealtà dei loro dipendenti, o accertarsi di eventuale assenteismo; i proprietari di beni di lusso o gli industriali per identificare gli autori di frodi ai loro danni. Gli imprenditori che vogliono scoprire i casi di concorrenza sleale o stanare i clienti insolventi. Ma non mancano i casi più privati di sospette infedeltà matrimoniali, di controllo sui figli minori, di ricerca di persone scomparse. Aprire un’agenzia investigativa è in ogni caso un’iniziativa non da poco che tocca temi delicati e protetti dalla legge e che non permette di sbagliare. 


>>Continua a leggere "Aprire un’agenzia investigativa"

2106 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Una legge per spiarci tutti

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 11 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Attraverso l’estensione del FISA Act (Foreign Intelligence Surveillance), le conversazioni dei cittadini americani con l’Estero potranno essere legalmente intercettate. Ecco qual è la sorte che spetta all’Europa.

IL CASO – Slate avverte i cittadini europei: “State attenti perché il governo americano si è preso la libertà di indagare su di voi”. La lotta al terrorismo fa da sfondo alla necessità americana di tenere sotto controllo le conversazioni UE con una “sorveglianza puramente politica” che prenderà di mira i servizi forniti da Google, Microsoft e Facebook. Non bastava l’ombra dell’esportazione del PATRIOT Act. (la legge federale statunitense che per proteggere dal terrorismo mina la privacy dei cittadini), adesso è arrivata la Foreign Intelligence and Surveillance Amendments Act, l’Atto sulla sorveglianza e l’intelligence straniera allo scopo di raccogliere informazioni.


>>Continua a leggere "Una legge per spiarci tutti"

1547 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Kgb rivela: «Spiavamo i reali»

Scritto da Spiare.com • Martedì, 1 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

IL KGB ha ammesso ieri per la prima volta che spiava i reali inglesi. Dopo averlo strenuamente negato per anni, è arrivata la conferma. Gli agenti segreti russi hanno pedinato soprattutto la principessa Margaret, piantando microspie nella sua camera d’albergo durante un viaggio a Copenhagen (Danimarca) nel 1964. Con cimici nel telefono, oltre che nel suo accendino, nel suo portasigarette e portacenere, gli 007 sovietici sono riusciti a raccogliere una serie di informazioni «molto interessanti e parecchio gossip scottante» sulla sorella della regina, compilando un «gigante dossier» sui Windsor, che comprendeva anche la regina stessa e il principe Filippo. Su Margaret ci sarebbero pagine di dettagli, sulle sue «feste alcoliche» e le sue «tante love-story» con una serie di gentlemen di buona famiglia, fra cui spiccano l’aristocratico scozzese Robin Douglas-Home, il baronetto ed esperto di giardinaggio Roddy Llewellyn, il barone scozzese e grande viaggiatore Colin Tennant e Dominic Elwes, pittore del jet set poi morto suicida.


>>Continua a leggere "Il Kgb rivela: «Spiavamo i reali»"

1611 hits
Tags: , ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Grande Fratello russo continua a spiare

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 27 dicembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio
Perché non approfittare dell’informatica per procurarsi accesso libero a tutte le comunicazioni? In Russia il KGB, che adesso si chiama FSB, spia ancora come faceva una volta, se non meglio grazie all’aiuto della tecnologia. Il sistema si fonda su due differenza fondamentali con quelli in uso in Occidente, almeno ufficialmente.

IL CASO – Al summit di APEC partecipano 21 paesi che cooperano tra Asia e Pacifico per migliorare le condizioni dell’economia. Putin ha dichiarato i patti di una collaborazione che viaggia sempre più verso la direzione dell’Asia e ha messo dei paletti con Washington: l’Agenzia Statunitense per lo Sviluppo Internazionale (USAID) deve ritirarsi dal territorio russo. La decisione non è avvenuta in seguito al colpo di vento a bordo dell’ultraleggero che lo ha visto volare tra le gru, o per le troppe critiche ricevute dal suo esecutivo, ma fa parte di quella che alcuni commentatori guardano come una strategia “globale” dello zar, quella che vede il suo paese capeggiare il “fronte orientale”.


>>Continua a leggere "Il Grande Fratello russo continua a spiare"

1442 hits
Tags: , ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Medio Oriente, come funziona lo spionaggio

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 21 dicembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Sun Tzu, nel suo libro  ‘L’arte della guerra’, lo aveva specificato senza alcuna remora: “La guerra va vinta prima che si decida di combatterla”. Questo testo, difatti, nell’insieme dei suoi contenuti, rimane il primo grande lavoro che concretizza il primo testo di intelligence ed il suo autore come l’inventore di tale scienza investigativa.In linea a tale principio, l’intelligence israeliana si sta muovendo ormai da anni affinando le sue tecniche e modellandole alle nuove esigenze tecnologiche. La vorticosa rete di spionaggio sotterranea che brulica fra il territorio israeliano e la Striscia di Gaza è qualcosa di così forte da fare invidia alle migliori strategie di James Bond. Da quanto emerge da una ricerca messa in atto dal giornalista Giulio Meotti, l’omicidio mirato nei riguardi dell’ex leader di Hamas, Ahmed, prima ancora di essere annoverato fra le più sopraffine tecniche di innovazione tecnologica degli investigatori israeliani, non è altro che l’ennesima azione di delazione invisibile partita da informatori palestinesi prezzolati  da Israele.


>>Continua a leggere "Medio Oriente, come funziona lo spionaggio"

1629 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Litvinenko ucciso perché faceva il triplo gioco

Scritto da Spiare.com • Martedì, 18 dicembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Alexander Litvinenko, il dissidente russo avvelenato col polonio, lavorava per i servizi segreti inglesi e spagnoli e la Russia è di sicuro coinvolta nel suo omicidio. Le prove sono state fornite dal governo britannico nel corso di una istruttoria preliminare del procedimento che inizierà nel maggio prossimo. Litvinenko, 43 anni, morì dopo una lunga agonia nel novembre del 2006 dopo aver subito un avvelenamento radioattivo a Londra. La polizia britannica ha identificato un agente russo, Andrei Lugovoi, come principale sospetto, ma Mosca ha finora rifiutato di estradarlo. Il servizio segreto inglese MI6 aveva ingaggiato Litvinenko da diversi anni e l'uomo si incontrava regolarmente nel centro di Londra con uno 007 britannico, nominato solo come Martin. 


>>Continua a leggere "Litvinenko ucciso perché faceva il triplo gioco"

1386 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

COME I SERVIZI SEGRETI INFLUENZANO I MEDIA

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 6 dicembre 2012 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti
Perché i servizi segreti hanno bisogno di usare i media?
I servizi segreti hanno bisogno di influenzare l'informazione, di utilizzare i canali informativi, per molte ragioni. In primo luogo perché serve in qualche modo fare girare alcune notizie che possono risultare utili, questo non significa necessariamente notizie false, i servizi sono indifferenti alla verità, non sono stili, una notizia può essere vera o falsa, l'importante è che sia utile, a snidare un avversario o per esempio a produrre una rottura tra due avversari alleati tra di loro, o viceversa a trovare un alleato, quindi per le ragioni politiche più diverse.

Come fanno i servizi segreti a influenzare i media?
Beh, il meccanismo classico è quello dell'infiltrato, ma è anche il meccanismo meno usato, più costoso, più rischioso, la cosa più importante e facile e ordinaria è lo scambio di notizie, qualsiasi giornalista è alla ricerca di scoop, e qualsiasi agente di sistema informativo è interessato a fare passare degli scoop, magari per contrastare quello di un altro.


>>Continua a leggere "COME I SERVIZI SEGRETI INFLUENZANO I MEDIA"

1787 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!