Con le nuove regole privacy dell’Ue addio Facebook gratis?

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 16 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Il Parlamento Europeo si prepara a votare nuove regole per la privacy e la protezione dei dati, e c’è già chi prevede conseguenze nefaste se le l’attuale proposta non subirà modifiche. Eduardo Ustaran, responsabile della privacy e del diritto dell’informazione presso Il Field Fisher Waterhouse , avverte che Facebook, Gmail e altri servizi on-line finanziati oggi dalla pubblicità dovranno chiudere o non essere più gratuiti. Secondo il legale, citato da Zdnet, se i servizi di quel tipo “non fossero più in grado di utilizzare i dati nel modo più vantaggioso o utile per i loro scopi pubblicitari, allora l’utente dovrà scegliere: pagare o interrompere l’uso del servizio”.

Che c’è di vero? In effetti, il progetto di riforma in materia di trattamento dei dati, presentato il 25 gennaio 2012 e presto al vaglio dei parlamentari europei, potrebbe limitare la possibilità di raccolta, analisi o vendita di dati personali degli utenti. 


>>Continua a leggere "Con le nuove regole privacy dell’Ue addio Facebook gratis?"

1925 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spiare Twitter negli USA infrange le leggi europee sulla privacy?

Scritto da Spiare.com • Domenica, 16 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

L'Alleanza dei Liberali e Democratici per l'Europa (ALDE) ha posto ieri un'interrogazione alla Commissione Europea, chiedendo che gli Stati Uniti diano chiarimenti in merito ad indagini che hanno acquisito dettagli sugli account degli utenti.

I membri dell'ALDE, che è il terzo gruppo per dimensioni nel Parlamento Europeo, vogliono sapere perché gli investigatori Usa hanno chiesto queste informazioni quando non erano ancora state nemmeno raccolte delle prove in merito al fatto che fosse stato commesso un crimine.

"La mancanza di un atto illegale accertato e di un'inchiesta giudiziaria negli Stati Uniti, gettano un'ombra sul processo di negazione della privacy dei cittadini in nome della sicurezza nazionale attraverso indagini segrete" ha detto un membro dell'ALDE, Renate Weber.

Microspie Audio


>>Continua a leggere "Spiare Twitter negli USA infrange le leggi europee sulla privacy?"

2086 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I siti che spiano la history del browser

Scritto da Spiare.com • Domenica, 5 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Navigare in Internet significa lasciare delle tracce. Non si tratta solo di conservare sul proprio PC la cronologia, ma anche di permettere ai siti di conoscere le nostre abitudini. Esiste infatti un sistema relativamente semplice per scoprire dove sia stato un utente, ed è quello usato e spiegato da What The Internet Knows About You, un sito dal nome decisamente esplicativo (significa Che cosa sa Internet di te). Il trucco sta nello sfruttare il modo in cui il browser gestisce i siti visitati. Come sappiamo i link - presenti nelle pagine Web - che si riferiscono ai siti che abbiamo già visitato appaiono con un aspetto diverso rispetto a quelli dei siti che ancora non abbiamo aperto.


Questa differenziazione tra i due tipi di collegamento non rimane confinata al browser ma è spesso, potremmo dire, di dominio pubblico: sfruttando la pseudoclasse CSS :visited (che ha appunto il compito di controllare l'aspetto dei link visitati), un sito può ospitare un elenco di migliaia di link e vedere se i suoi visitatori siano passati da uno di quelli facendo un semplice controllo.


>>Continua a leggere "I siti che spiano la history del browser"

2030 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Navigare anonimi su Internet con Tor

Scritto da Spiare.com • Martedì, 16 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Quando navigate su internet lasciate sempre delle tracce più o meno evidenti, nella maggior parte dei casi questo non importa ai navigatori perchè non reca loro nessun tipo di problema pratico, ma in alcuni casi potrebbe essere utile navigare in maniera anonima. Attraverso l’indirizzo ip viene identificata la vostra connessione ad internet e attraverso i cookie può essere tenuta traccia dei siti che visitate, permettendo a quest’ultimi di “riconoscervi” anche in un secondo momento.

Vediamo come sia possibile navigare su internet nascondendo il proprio indirizzo ip e cancellando i Cookie.In realtà per quanto riguarda i Cookie tutti i Browser danno la possibilità di eliminarli, quello che risulta più difficile è nascondere il proprio indirizzo IP, ma per quello ci viene in aiuto TOR, un programma completamente gratuito appositamente creato per garantire una navigazione quanto più anonima possibile.


>>Continua a leggere "Navigare anonimi su Internet con Tor"

4327 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Navigare anonimi su internet con i proxy, vpn e indirizzi IP falsi

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 15 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Navigare restando anonimi significa che il nostro IP in uscita da internet è diverso da quello vero e diverso ad ogni connessione, inoltre può diventare possibile visitare siti che sono bloccati da proxy aziendali.
Ci sono diversi modi per restare anonimi e può servire per non lasciare tracce di visita sui siti, per sfruttare i i servizi online oscurati o bloccati, che sono utilizzabili in modo limitato per singolo IP, per usare servizi americani o cinesi riservati solo nei loro territori e, cosa più importante, per mantenere la privacy.

Prima di tutto, c'è da distinguere: in un altro articolo si parla di come navigare in privato su internet senza memorizzare cronologia e dati di navigazione sul computer.

Navigare su internet anonimi invece significa nascondere il proprio indirizzo ip per non farsi localizzare e non far sapere da dove ci si collega; i migliori metodi sono:

1) sul sito Ananoos.com si può richiedere l'invito a un servizio beta che per ora è gratuito.
Si scrive il proprio indirizzo mail dove è scritto Pas Invitation, poi si ottiene un codice di invito che va scritto su "Avez une invitation" e poi si mette il codice di offerta grtuito ricevuto sempre dalla mail di invito.
Il servizio è in beta e non si deve pagare.
Di seguito, ci si iscrive con nome e password e si scarica il programma OpenVPN che consente di creare una nuova connessione LAN con nuovi parametri, con IP e DNS straniero che permettono di naviga su internet anonimamente e velocemente su tutti i siti non attivi in Italia (funziona anche con Megavideo.com)


>>Continua a leggere "Navigare anonimi su internet con i proxy, vpn e indirizzi IP falsi"

10512 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Privacy: Google indagato a Roma per Street View. L’azienda si scusa

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 27 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Privacy a rischio con Google Street View, dopo la decisione del motore di ricerca di ricostruire anche in 3D le mappe cittadine: su questa ipotesi di reato (“interferenze illecite nella vita privata”) sta indagando la Procura di Roma. L’azienda californiana ha dato le sue scuse e si è dichiarata pronta a “collaborare” con gli inquirenti della capitale. Al momento l’indagine, affidata al pubblico ministero Eugenio Albamonte, è a carico di ignoti. Tutto nasce da una segnalazione del Garante della privacy.Al centro della vicenda ci sono le informazioni sensibili delle reti wireless degli utenti che sarebbero state captate dalle ‘Google cars’, le automobili che circolano in città per acquisire le fotografie che alimentano il servizio Street View. La Procura attende da Mountain View, la sede californiana del celebre motore di ricerca, i dati che dimostrino l’impossibilità di utilizzare le informazioni captate.


>>Continua a leggere "Privacy: Google indagato a Roma per Street View. L’azienda si scusa"

2035 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Gli agenti federali richiedono ‘amicizia’ sui social network

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 18 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Un cane da guardia della privacy ha scoperto un memorandum del governo che incoraggia gli agenti federali a ‘richiedere amicizia’ su svariate reti di social network, sfruttando la loro disponibilità nel condividere informazioni – e per spiarli.


In risposta ad una richiesta di libertà di informazione Freedom of information, il governo ha rilasciato una manciata di documenti, tra cui un memorandum del maggio 2008 con dettagli di come i siti di social networking sono sfruttati da parte dell’Ufficio di Fraud Detection e la sicurezza nazionale (FDNS).


A partire dallo scorso giovedì, Facebook, Twitter, MySpace, Digg non hanno commentato la relazione, quali dettagli del programma ufficiale del governo di spiare attraverso le reti sociali. 


>>Continua a leggere "Gli agenti federali richiedono ‘amicizia’ sui social network"

3785 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Privacy a rischio con FarmVille e altri giochi su Facebook

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 18 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Fonte: Gamesnation - Nei giorni scorsi si è tornati a parlare di Facebook e dei possibili rischi per la privacy dei suoi utenti. Questa volta, il dito è però puntato verso alcuni dei browser game che vengono ospitati dal social network, accusati di aver ceduto a terzi informazioni personali riguardanti i giocatori.

Tra questi, compaiono anche i popolarissimi FarmVille e Texas HoldEm Poker. Più nel dettaglio, come segnalato da GamesIndustry, alcune aziende operanti nel settore del marketing e dell'advertising sarebbero entrate in possesso delle reali identità dei giocatori, con lo scopo di indirizzare verso di loro campagne inserzionistiche mirate.


>>Continua a leggere "Privacy a rischio con FarmVille e altri giochi su Facebook"

2617 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Studenti spiati con webcam. E per questo la scuola paga 610.000 dollari

Scritto da Flash News 100spiare • Giovedì, 14 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio
Avrebbe spiato i computer di due ragazzi, scattando foto. Violazione di privacy e i due ragazzi hanno fatto causa.


New York, 13 ott. - Un distretto scolastico di Philadelphia ha deciso di risarcire con 610.000 dollari i due studenti che gli avevano fatto causa per violazione della privacy. I due ragazzi avevano citato in giudizio il Lower Merion School District dopo aver scoperto di essere stati spiati attraverso le webcam dei computer distribuiti gratuitamente dalla scuola. Due mesi fa le autorità federali avevano comunque deciso di non procedere contro gli amministratori scolastici.


>>Continua a leggere "Studenti spiati con webcam. E per questo la scuola paga 610.000 dollari"

1869 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!