Furti: i consigli della Polizia per un'abitazione sicura

Scritto da Spiare.com • Domenica, 8 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Sicurezza personale

Negli ultimi giorni la Polizia ha riscontrato, in occasione di alcuni sopralluoghi nelle abitazioni colpite dai furti, che le porte d'ingresso non presentavano segni di effrazione e che i proprietari delle medesime non le avevano chiuse a chiave. Pertanto i ladri sono riusciti facilmente ad entrare all'interno utilizzando per l'apertura delle serrature verosimilmente un foglio o una tessera del tipo lastra radiografica.

Di seguito si riportano alcuni consigli della Polizia di Stato estratti dal sito internet www.poliziadistato.it su come difendersi dai furti in casa. 

In casa Non dimenticare che i primi posti esaminati dai ladri sono: armadi, cassetti, vasi, quadri, letti e tappeti. E' utile inoltre fotografare i beni di valore che potrebbero essere oggetto di furto. 

Un'abitazione sicura:

Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino.

Se puoi installa in casa un sistema di antifurto elettronico o serrande, persiane o vetri antisfondamento. In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.

Se l'interruttore della luce è all'esterno, proteggilo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.

E' meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore.

Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.

Se sei in casa tieni la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza; se sei in pericolo chiama subito il 113.

Se hai bisogno della riproduzione di una chiave incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.

Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura. Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.

Non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme. Quando sei assente per brevi periodi:

Lascia qualche luce accesa, la radio, il giradischi o il televisore in funzione.

Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.

Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c'è nessuno.

Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.

Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l'attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 113.

Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l'eroe e telefona subito al 113 Per lunghi periodi

* Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze.


>>Continua a leggere "Furti: i consigli della Polizia per un'abitazione sicura "

2918 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

TERRORISMO: RAFFORZATI CONTROLLI A NATALE, ANCHE IN VATICANO

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 5 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio
Un rafforzamento dei controlli sul territorio, con le forze di polizia che devono essere "ben visibili" non solo nei luoghi di culto o nelle zone più turistiche delle grandi città, ma anche nei centri commerciali, particolarmente affollati a Natale. E un monitoraggio costante e continuo di internet e di tutti quei luoghi frequentati abitualmente dagli islamici, primi tra tutti money transfer e phone center.

Perché, come ha ripetuto anche il capo della polizia Antonio Manganelli, "non c'é nessun segnale d'allarme" ma, vista la situazione internazionale creatasi dopo gli attentati a Mumbai, "non bisogna abbassare la guardia". Le indicazioni sono contenute nella circolare di sette pagine che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha inviato a prefetti e questori di tutta Italia in vista delle festività natalizie; disposizioni generali e specifiche sia per quanto concerne la prevenzione di atti terroristici sia per l'ordine pubblico (attraverso il contrasto agli ambulanti e alla vendita di fuochi artificiali illegali).


>>Continua a leggere "TERRORISMO: RAFFORZATI CONTROLLI A NATALE, ANCHE IN VATICANO"

1933 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!