Sicurezza informatica cala il phishing ma arrivano le “App” infette

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 26 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Secondo l’ultimo rapporto della dell’X-Force Research and Development team della IBM  sulla sicurezza in rete il vero tallone d’achille sarebbero le famose “App“.Grazie a queste Applicazioni gli hacker si intrufolano negli iPhone, smartphone e ogni altro dispositivo mobile che ha accesso alla rete via connessione dati o Wi-Fi.Diventati ormai dei piccoli computer da viaggio anche questi dispositivi sono caduti inesorabilmente nella rete di virus e hacker.

In calo invece gli attacchi via phishing, vuoi per software antivirus che bloccano le email truffaldine alla fonte, vuoi perché molti utenti hanno capito come non abboccare all’amo.


>>Continua a leggere "Sicurezza informatica cala il phishing ma arrivano le “App” infette"

2620 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Sicurezza: gli italiani abboccano meglio, aumenta il phishing nel nostro Paese

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 19 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

A febbraio gli attacchi di phishing parlano italiano.

E’ quanto emerge dallo State of Spam Phishing Report di marzo, rilasciato da Symantec, che rileva un sostanziale incremento di oltre il 12% del phishing in lingua non inglese rispetto al mese precedente, su un totale pari al 16% di crescita a livello mondiale.

L’aumento di phishing in lingua italiana è stato registrato come conseguenza ad un massiccio attacco a tre importanti banche nazionali.

Ma anche lo spam non dà tregua, e non si ferma nemmeno davanti alle catastrofi naturali.


>>Continua a leggere "Sicurezza: gli italiani abboccano meglio, aumenta il phishing nel nostro Paese"

2004 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il direttore dell'FBI stava per cadere trappola del phishing

Scritto da Spiare.com • Sabato, 10 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Il phishing non guardia in faccia nessuno. Si tratta della più antica arte tramite cui si cerca di estorcere denaro alle persone. Un tipico esempio di phishing moderno è creare un portale fake, identico ad esempio ad una banca online.

Creata la banca online si passa successivamente all'invio di Spam, che dice ad esempio di procedere al reset delle password di accesso alla banca. L'utente ignaro si collega sul sito fake, immette le proprie informazioni dopodichè le consegnerà indirettamente ad un  malfattore, mettendolo con"le chiavi in mano" del suo account online.

Ebbene, anche il capo dell'FBI stava cadere vittima di un tentativo di Phishing ma è riuscito a eludere il pericolo ("just a few clicks away from falling into a classic Internet phishing scam""It looked pretty legitimate," Mueller said Wednesday in a speech at San Francisco's Commonwealth Club.

"They had mimicked the e-mails that the bank would ordinarily send out to its customers; they'd mimicked them very well."), sebbene a parer suo l'email fake era pressochè identica a quella della banca. Ora il direttore dell'FBI non fa più uso di Internet Banking, rimene comunque il problema del phishing e si è ancora in cerca di una soluzione per debellare tale piaga.


>>Continua a leggere "Il direttore dell'FBI stava per cadere trappola del phishing"

1934 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Hacker all’assalto di Facebook

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 15 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Facebook sotto attacco. Capita sempre più spesso. E ieri è successo di nuovo. Hacker hanno fatto breccia nella struttura del sito per aggredire più account possibili dei 200 milioni di iscritti al più popolare tra i social network. Il trucco: impadronirsi delle password di alcuni di loro. Il mezzo: una tecnica nota come phishing. “Il sito ha bloccato ieri alcuni contatti per fermare il virus” ha detto il portavoce di Facebook Barry Schnitt senza dare cifre.

Il phising funziona in modo piuttosto semplice. Sfrutta la rete di contatti e amicizie per diffondersi. L’utente clicca su un link che gli arriva. Con scritto “sembri buffo in questo nuovo video” oppure “sei eccezionale in questo nuovo video”. O anche qualcos’altro purché inviti a cliccare. Gli hacker entrano attraverso quel varco negli account e dall’interno inviano dei link a tutti i contatti degli utenti. Questi collegamenti, che servono per infettare, conducono a siti che hanno una homepage con una grafica simile a quella del social network sotto attacco. Questi siti chiedono d’inserire nome utente e password. Un gioco da ragazzi per gli hacker. Che copiano questi dati e proseguono nella catena di Sant’Antonio.


>>Continua a leggere "Hacker all’assalto di Facebook"

5146 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Facebook lancia l'allarme: attenti agli inviti-trappola

Scritto da Spiare.com • Domenica, 3 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Dagli Stati Uniti Facebook lancia l’allarme a non accettare il seguente invito: “Visit http://www.facebook.com/l/4253f;http://fbaction.net/  in quanto si tratta di un sito di phishing.

I messaggi che circolano, e che il social network sta cercando di bloccare in queste ore, arrivano da un mittente che si presenta con il nome di un amico o di una persona che compare nell’elenco dei vostri contatti, e contengono questa tipologia di testo: Hello; “Visit http://www.facebook.com/l/4253f;http://fbaction.net/

Non è la prima volta che Facebook finisce nel mirino degli attacchi di phishing: a marzo un’indagine di Phishtank, ripresa ieri dal Washington Post, metteva il sito al settimo posto nella classifica delle destinazioni Internet più prese di mira dal phishing, dopo le “regine” PayPal, eBay e Google.


>>Continua a leggere "Facebook lancia l'allarme: attenti agli inviti-trappola"

1564 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Norman: decalogo per navigare in Internet in tutta sicurezza

Scritto da Spiare.com • Domenica, 8 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza
Norman, una delle aziende leader nel campo della sicurezza informatica, intende sensibilizzare e informare gli utenti per ridurre i rischi derivanti da un utilizzo disattento della rete.

In Internet sono infatti presenti numerosi pericoli: connessioni wireless WLAN e Bluetooth sono le più esposte alle minacce, virus e vulnerabilità. Inoltre la nuova frontiera degli attacchi informatici sta colpendo anche il mondo della telefonia mobile, come nel caso del virus Cabir che può diffondersi da un telefono cellulare a un altro.

Come proteggersi da tutti questi pericoli? Come sfruttare al meglio le potenzialità offerte da internet senza rischi?

Ecco alcune semplici ma fondamentali regole suggerite da Norman.

1. Non invitare sconosciuti in casa
Verificare la configurazione del PC prima di connettersi a Internet. È importante sapere quali sono le cartelle e le risorse condivise, per proteggere i dati da una condivisione poco sicura e poco gradita. Se non utilizzato, spegnere il computer.

2. Utilizzare sistemi di 'ripulitura' professionali
L’installazione di un software antivirus è una misura di sicurezza obbligatoria.

L'installazione di programmi antispyware e antiadware consentono di tenere pulito il sistema e di bloccare spyware e adware. Fondamentale un aggiornamento regolare e automatico del software

3. Aggiornare regolarmente il sistema operativo
Il sistema operativo è il cuore di tutte le attività del computer e non è mai completamente esente da bug. Assicurarsi di aver scaricato ed installato tutti gli aggiornamenti di protezione in modo regolare.

4. Non fidarsi completamente del 'servizio postale'
In presenza di una sola situazione tra quelle elencate di seguito, eliminare il messaggio e-mail.
• Il mittente è sconosciuto.
• L’oggetto indicato sembra privo di senso.
• Il messaggio e-mail contiene un collegamento che pare poco sicuro.
• Il messaggio e-mail ha un aspetto sospetto.
• Il messaggio e-mail contiene un allegato sospetto.
• Il messaggio e-mail sembra provenire da un produttore di programmi informatici e contiene un programma in forma di allegato descritto come aggiornamento di sicurezza. I produttori di programmi informatici non utilizzano mai mailing di massa per distribuire gli aggiornamenti di sicurezza.


>>Continua a leggere "Norman: decalogo per navigare in Internet in tutta sicurezza"

2374 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!