Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 1 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Tre sono le strategie con cui l’Amministrazione Obama risponderà a Wikileaks, come si desume anche dalle parole di Hillary Clinton. Anche se c’è forse una quarta strategia cui gli Stati Uniti dovrebbero ricorrere e che va più amontedel caso Wikileaks;euna quinta strategia che Assange sta offrendo involontariamente. A meno che non sia a sua volta la più raffinata delle contromosse. Innanzitutto, dunque, l’Am – ministrazione Obama ha portato avanti una strategia che potremmo definire “per lo ieri”: avvertire subito tutti gli Alleati che sarebbero saltate fuori un bel po’ di rivelazioni in apparenza imbarazzanti, ma da non prendere troppo sul serio; perché si sa che quando la gente parla in privato va a ruota libera.

Appunto, come ha spiegato Hillary: “posso comunque dire che gli Stati Uniti sono profondamente dispiaciuti di questa rivelazioni di documenti nati per rimanere confidenziali, frutto di discussioni private tra controparti o osservazioni dei nostri diplomatici”. Ovviamente chi ha interessi strategici per essere amico degli Usa non si lascia distrarre da questo gossip, e che era nemico lo resterà comunque. Però è vero che da ora in poi che parla con un diplomatico americano ci penserà due volte prima di esporsi troppo.


>>Continua a leggere "Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia "

1897 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il cremlino segue Obama

Scritto da Spiare.com • Sabato, 31 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Lo scambio di spie effettuato la scorsa settimana non è degno di essere discusso. Anche se la storia è senza dubbio adatta a ispirare una fiction televisiva, essa è priva di qualsiasi contenuto appena profondo. Ma la calma riservatezza che la leadership russa ha mantenuto durante tutta la vicenda potrebbe indicare un mutamento sostanziale nella politica estera della Russia.

Durante la sua visita a Mosca, un anno fa, il Presidente americano Barack Obama annunciò quella che sarebbe essenzialmente stata la nuova politica verso la Russia. Dopo aver ascoltato il suo discorso alla New Economic School, l'élite russa, abituata a vedere il mondo in termini di bianco e nero, è rimasta spiazzata.


>>Continua a leggere "Il cremlino segue Obama"

2236 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Usa, Obama convoca capi intelligence per vertice su sicurezza

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 1 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

Il presidente statunitense Barack Obama ha fissato per la settimana prossima una riunione con i responsabili dei servizi d'intelligence per discutere di come prevenire nuovi tentativi di attentato come quello del 25 dicembre scorso su un aereo diretto a Detroit.

Impegnato ad attenuare le critiche alla sua amministrazione per una "falla" nei servizi segreti, Obama ha detto di essere stato informato dai suoi principali consiglieri e che studierà le valutazioni fatte dalle varie agenzie di intelligence nel fine settimana prima di tornare a Washington dalle Hawaii.

Obama ha ordinato un'immediata verifica di quelle che ha definito "mancanze umane e sistemiche" che hanno permesso a Umar Farouk Abdulmutallab, nigeriano di 23 anni con presunti legami coi militanti islamici, di salire a bordo di un volo da Amsterdam agli Usa con dell'esplosivo.


>>Continua a leggere "Usa, Obama convoca capi intelligence per vertice su sicurezza"

1927 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Usa/ I Servizi ammettono: sicurezza Casa Bianca violata 91 volte

Scritto da Spiare.com • Martedì, 8 dicembre 2009

I due "finti vip" che sono entrati senza invito alla cena di Stato della Casa Bianca di due settimane fa sono solo l'ultima infrazione nel sistema di sicurezza dei servizi segreti. Tareq e Michaele Salahi sono infatti solo al numero 91 nella lista degli "evasori" della sicurezza alla Casa Bianca.

A rivelarlo è il Washington Post che ha ricevuto in via confidenziale dall'Intelligence americana un rapporto del 2003 che racconta come il sistema di sicurezza dal 1980 a oggi sia stato violato ben 91 volte. Otto di questi infiltrati sono riusciti ad evadere ogni controllo e ad entrare in contatto con il presidente o con un altro personaggio sotto protezione degli agenti dei Servizi Segreti.

Tra questi anche i Salahi, la coppia di coniugi che riuscì ad aggirare il sistema di sicurezza alla Casa Bianca, intrufolandosi senza troppa difficoltà alla cena di gala del presidente in onore del premier indiano Manmohan Singh. Brian Stafford, ex direttore dei Servizi Segreti, aveva commissionato il rapporto nel 2001 a seguito del terzo episodio che aveva coinvolto Richard Weaver, famoso quanto fastidioso intruso che superò gli agenti della sicurezza per stringere la mano all'allora Presidente George W. Bush.


>>Continua a leggere "Usa/ I Servizi ammettono: sicurezza Casa Bianca violata 91 volte"

1981 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Ufo e Alieni. Gli Usa decidono per il silenzio. Ma per il Vaticano gli extraterrestri ci sono, eccome!

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 30 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: U.f.o

La prima news arriva dall’est. Il Novinar, un quotidiano che si pubblica a Sofia, ha stupito i suoi lettori raccontando una storia incredibile. Gli alieni sarebbero uscito allo scoperto! E lo avrebbero fatto rispondendo ad una serie di domande poste dall’Accademia delle Scienze di Bulgaria.

Il sistema utilizzato per entrare in contatto con gli studiosi è complesso. Gli alieni avrebbero usato pittogrammi e cerchi nel grano per rispondere a una trentina di domande. Le risposte? Sono tranquillizzanti. “Vogliono aiutarci – ha spiegato al quotidiano il vicedirettore dell’Accademia Lachezar Filipov – il problema però è proprio il livello di comunicazione. Noi, secondo quando emerge dalle risposte ottenute, stiamo sbagliando le domande.

E loro non possono fare nulla”.
A voler interpretare la criptica dichiarazione di Filipov ci sarebbe, dunque, un problema di comunicazione forse legato ai diversi livelli di conoscenza che ci sono tra noi e le eventuali altre razze aliene presenti nell’Universo. Fatto sta che Filipov ritiene che orami siamo vicini ad un “contatto” definitivo.
E a sostegno della sua tesi ha tirato in ballo nientemeno che il Vaticano.


>>Continua a leggere "Ufo e Alieni. Gli Usa decidono per il silenzio. Ma per il Vaticano gli extraterrestri ci sono, eccome!"

3494 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Domenica sapremo tutto sugli Ufo

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 21 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: U.f.o

Per anni gli ufologi di tutto il mondo si sono interrogati sull'esistenza di dossier tenuti nascosti dai servizi segreti internazionali sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Il Governo britannico è stato il primo ad iniziare a rendere pubblico il suo ricco archivio, mettendo on line alcuni dei documenti raccolti e analizzati in quasi 100 anni di studio.

I giornalisti di Studio Aperto sono riusciti ad entrare nel famoso Kew Gardens, l'archivio del governo britannico con sede a Londra e visionare gli X-files del Ministero della Difesa e hanno scoperto alcuni documenti eccezionali, non ancora consultabili in rete, che verranno mostrati, in esclusiva, domenica 25 ottobre, in prima serata su Italia 1.

Dagli archivi, rimasti segreti per decenni emergono migliaia di casi di avvistamenti di dischi volanti, incontri ravvicinati del primo e terzo tipo e un ricco catalogo di tipologie aliene....Nello speciale: video inediti, testimonianze mai ascoltate prima di persone che sostengono di essere state rapite dagli alieni e, per la prima volta, la documentazione che dimostrerebbe la presenza di extraterrestri sulla Luna, certificata da voci e foto della Nasa.


>>Continua a leggere "Domenica sapremo tutto sugli Ufo "

5682 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Usa/ Amministrazione Obama abbandona il programma sui satelliti-spia, iniziato da Bush

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 25 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

L’amministrazione Obama bloccherà il programma sui satelliti-spia, iniziato dal suo predecessore alla Casa Bianca, George W. Bush. Lo ha riferito il dipartimento alla sicurezza interna degli Stati Uniti.

Il programma era finito nell’occhio del ciclone, e ritardato, già due anni fa, quando alcuni avvocati Democratici sostennero che lo stesso andava a violare la privacy delle persone.

Ai satelliti-spia, il cui controllo era stato affidato proprio al dipartimento di sicurezza interna, sarebbe spettato il controllo del territorio degli Usa; gli avvocati, però, hanno informato la segretaria del dipartimento, Janet Napolitano, sul fatto che il programma andava a violare il Quarto emendamento sul diritto di essere protetti da indagini e intrecettazioni immotivate. Da qui lo stop.


>>Continua a leggere "Usa/ Amministrazione Obama abbandona il programma sui satelliti-spia, iniziato da Bush"

6022 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Cyber Command del Pentagono veglierà sulle reti militari

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 24 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

Poche settimane fa il presidente Usa Barack Obama aveva parlato della nomina di uno "zar" per coordinare gla lotta al cybercrime. Ora il Pentagono realizzerà un Cyber Command, con quartier generale con sede forse a Fort Meade, nel Maryland: il cyber comando del Pentagono sarà responsabile della difesa dei sistemi militari Usa e non di altre reti private o governative.

Circa 15.000 reti elettroniche e 7 milioni di computer e altri dispositivi tecnologici ricadono sotto la gestione del dipartimento della Difesa Usa.

Giorni fa Jeff Moss, noto con il nick di Dark Tangent, il fondatore di Black Hat, si è unito alla Homeland Security. Da Black Hat e Defcon, a rendere conto al DHS Secretary di Janet Napolitano, il passo non sarà banale: Dark Tangent dovrà dire quanto le infrastrutture critiche IT statunitensi siano sicure in caso di cyber-attacchi.


>>Continua a leggere "Il Cyber Command del Pentagono veglierà sulle reti militari"

4773 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Obama & il suo Blackberry. I servizi segreti Usa gliene faranno ...

Scritto da Spiare.com • Domenica, 26 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Quando è stato eletto presidente, Barack obama voleva a tutti i costi portarselo alla Casa Bianca, il suo insostituibile Blackberry, cosa che ha fatto rizzare i capelli in testa al Secret Service. Niente da fare, troppi rischi che le conversazioni telefoniche, i messaggi e le e-mail presidenziali cadessero in mani sbagliate.

Per far contento Obama si è messa di mezzo anche la National Security Agency (Nsa), specializzata in scienze e tecniche delle comunicazioni anti-spionaggio o per spionaggio, e dopo sforzi non di poco conto è venuta fuori con un Blackberry blindato, che verrà presto consegnato al presidente.

Ma non tanto presto. La Nsa sta ancora perfezionando l’oggetto top-secret, chiamato Blacberry 8830, e poi dovrà fare prove su prove per accertarsi senza ombra di dubbio che nessun hacker al mondo possa infilarcisi dentro.


>>Continua a leggere "Obama & il suo Blackberry. I servizi segreti Usa gliene faranno ... "

4317 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!