Il cremlino segue Obama

Scritto da Spiare.com • Sabato, 31 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Lo scambio di spie effettuato la scorsa settimana non è degno di essere discusso. Anche se la storia è senza dubbio adatta a ispirare una fiction televisiva, essa è priva di qualsiasi contenuto appena profondo. Ma la calma riservatezza che la leadership russa ha mantenuto durante tutta la vicenda potrebbe indicare un mutamento sostanziale nella politica estera della Russia.

Durante la sua visita a Mosca, un anno fa, il Presidente americano Barack Obama annunciò quella che sarebbe essenzialmente stata la nuova politica verso la Russia. Dopo aver ascoltato il suo discorso alla New Economic School, l'élite russa, abituata a vedere il mondo in termini di bianco e nero, è rimasta spiazzata.


>>Continua a leggere "Il cremlino segue Obama"

2752 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

"Dagli italiani mazzette alle milizie talebane per evitare gli attacchi"

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 15 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

I servizi segreti italiani avrebbero pagato le milizie talebane per mantenere calma la regione afgana di Sarobi e utilizzato una tattica simile anche a Herat: è quanto pubblica il quotidiano britannico The Times citando fonti militari della Nato; secca la smentita del Ministero della Difesa italiano.

Secondo il Times le forze francesi, che subentrarono nel 2008 a quelle italiane dispiegate a Sarobi, non vennero informate dei pagamenti e di conseguenza sottovalutarono la situazione nella regione e non presero le dovute precauzioni subendo numerosi attacchi fra cui l’agguato in cui los corso anno persero la vita dieci paracadutisti.

Stando al Times i servizi statunitensi erano al corrente della pratica grazie ad intercettazioni telefoniche e già nel giugno del 2008 l’ambasciatore a Roma protestò con il governo: «Non si può essere eccessivamente dottrinari su tali questioni: può avere senso comprare gruppi locali e tenere basso il livello della violenza con metodi non violenti, ma è follia farlo e non informare i propri alleati», conclude una fonte.


>>Continua a leggere ""Dagli italiani mazzette alle milizie talebane per evitare gli attacchi""

1855 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Caccia Nato iberici intercettano ufo,spettacolare video ripreso da peschereccio

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 1 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: U.f.o

L’equipaggio di un peschereccio spagnolo assiste alla fase di intercettazione di un UFO da parte di quattro caccia NATO iberici.

Il pescatore galiziano che era a bordo del peschereccio ha deciso di rendere pubblico ciò che ha vissuto e il video che ha registrato quando era nella sua barca, mentre alcuni aerei militari inseguivano un UFO che si immerge in mare facendo un tuffo spettacolare.

L’immagine più impressionante del video, non è solo, ovviamente, il presunto UFO che si schianta contro il mare, ma anche l’emergere di ‘combattimenti’ e i pescatori che rimangono scioccati e stupiti davanti ad una scena come quella che si potrebbe vedere in un film di fantascienza.Alcuni aerei militari inseguono il corpo estraneo, che con uno “splash down” si immerge nel mare. Un tuffo spettacolare, e l’arrivo di un elicottero nero quindi di provenienza sconosciuta. L’elicottero sorvola la barca e ha ordinato ai pescatori di allontanarsi di fretta dal luogo dove si trovano.


>>Continua a leggere "Caccia Nato iberici intercettano ufo,spettacolare video ripreso da peschereccio"

4683 hits
Tags: , ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Al via l’AGS, il nuovo sistema di spionaggio NATO

Scritto da Spiare.com • Martedì, 29 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio

Lo sviluppo dell’AGS (Alliance Ground Surveillance), il nuovo sistema di sorveglianza terrestre della NATO, ha generato divisioni insanabili all’interno dell’Alleanza Atlantica.

Alla firma del Programme Memorandum of Understanding (PMOU) che segna i confini legali, organizzativi e finanziari del sistema d’intelligence, si sono presentati infatti solo 15 dei paesi membri dell’organizzazione nord-atlantica.

Si tratta di Bulgaria, Canada, Danimarca, Estonia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia e Stati Uniti d’America.

Per la gestione e il coordinamento delle attività di sviluppo e implementazione dell’AGS, le nazioni aderenti al PMOU hanno dato vita a due nuove agenzie, la NATO AGS Management Organisation (NAGSMO) e la NATO AGS Management Agency (NAGSMA).


>>Continua a leggere "Al via l’AGS, il nuovo sistema di spionaggio NATO"

2485 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Saya, un sedicente 007 con l'hobby di creare partiti

Scritto da Spiare.com • Domenica, 28 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio

Dai servizi segreti della Nato esperto di controspionaggio ai guai per truffa e per propaganda di idee sull'odio razziale.

Non si può dire che Gaetano Saya manchi di determinazione. L’uomo ragiona su scala nazionale: «Vogliamo ripulire l’Italia dal marcio che vi si annida, vogliamo, fermissimamente vogliamo riportare una ferrea disciplina in tutta la Patria», dichiara dal suo sito riccamente corredato di fotografie, tra cui un biglietto con dedica autografa di Licio Gelli.

Le guardie nere a cui intende affidare la sicurezza delle città non sono che l’ultima iniziativa dell’operazione pulizia che è sempre stata il suo pallino. «Un pataccaro», lo definì l’ex ministro degli Interni Giuseppe Pisanu.

E in effetti il fondatore del servizio segreto parallelo Dssa, organizzazione per la quale finì in carcere nell’estate 2005, sembra uscito da un film di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Ma secondo alcuni gode di appoggi e finanziamenti grazie ai quali continua comunque a restare a galla.


>>Continua a leggere "Saya, un sedicente 007 con l'hobby di creare partiti"

2753 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spionaggio, due diplomatici russi espulsi dalla Nato.

Scritto da Spiare.com • Martedì, 5 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

Il ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, ha fatto sapere di aver deciso che - per protesta contro l'espulsione di due diplomatici accreditati presso la Nato - non partecipera' agli incontri del consiglio Nato-Russia in programma a Bruxelles tra due settimane.

I due diplomatici russi, accusati dalla Nato di spionaggio, e pertanto espulsi dal quartier generale dell'Alleanza a Bruxelles, sono stati ritirati dall'elenco dei diplomatici accreditati in Belgio: lo ha riferito un portavoce del ministero degli Esteri belga.


>>Continua a leggere "Spionaggio, due diplomatici russi espulsi dalla Nato."

2039 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spionaggio, la Nato espelle due diplomatici russi

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 1 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio
Ad accendere le polveri, evocando scenari da guerra fredda, è stata la decisione del segretario della Nato Jaap de Hoop Scheffer di interdire l'accesso al quartier generale di due diplomatici russi, in servizio alla missione russa presso la Nato, perché ritenuti coinvolti in attività di spionaggio.

«Una provocazione che non resterà senza risposta», ha tuonato l'ambasciatore russo presso la Nato, Dmitry Rogozin, definendo «assurda» l'accusa di spionaggio.

Il provvedimento di Scheffer, che è da mettere in relazione a un caso di spionaggio in Estonia, dove un ex responsabile del ministero della Difesa è stato condannato dal suo Paese per avere venduto a Mosca segreti dell'Alleanza, ha colpito un diplomatico di 63 anni, Victor Kochukov, e un giovane di 23 anni, Vasili Chizhov, figlio dell'ambasciatore russo presso la Ue.

Il primo, a Bruxelles da sei anni, responsabile del servizio politico della missione Russia alla Nato, il secondo in servizio con un ruolo amministrativo.


>>Continua a leggere "Spionaggio, la Nato espelle due diplomatici russi"

2183 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La spia che rubava i segreti Nato

Scritto da Spiare.com • Domenica, 1 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio
Fu nel 1995 in Tunisia. Lo avevano tenuto d'occhio per quattro anni. Lo seguivano da lontano, Herman non aveva mai smesso di aspettarli. Adesso che aveva lasciato il posto di capo della polizia per passare al Ministero della Difesa, i tempi erano maturi. Quella vacanza al mare se l'era meritata. Fu lì che Zentsov lo fermò. Disse subito sì, e cominciò la nuova vita. La vita da spia di Herman Simm si è conclusa mercoledì 25 febbraio nel tribunale della contea di Harju, Estonia settentrionale, con una condanna a 12 anni e sei mesi di reclusione per alto tradimento (e al pagamento di 20,2 milioni di corone, oltre un milione di euro, per danni ai sistemi di sicurezza nazionali).


Dopo aver sconvolto il piccolo Stato baltico, la più grande storia di spie dai tempi della Guerra Fredda rischia di alterare gli equilibri interni di Nato e Unione europea. Nel 1995, quattro anni dopo la dissoluzione dell'Urss e la proclamazione d'indipendenza dell'Estonia, il 48enne Simm viene mandato a dirigere l'Ufficio analisi informazioni del Dipartimento di Politica della difesa estone. Formatosi sotto il regime all'Accademia del Ministero degli Interni, solidamente collegata al Kgb, è uno di quelli sui quali Mosca può ancora contare, per di più insospettabile perché non fa parte della minoranza russa. Un ex agente del Kgb, Valery Zentsov, lo abborda in Tunisia per proporgli la missione: passare documenti top secret all'Svr, il servizio segreto estero russo. All'inizio non si parla di soldi, Mosca fa leva sull'ansia di riscatto dell'ex colonnello estone rimasto schiacciato dal crollo di un'era, gli promette onori e un posto nella Storia.


>>Continua a leggere "La spia che rubava i segreti Nato "

2239 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!