Il finto operatore Microsoft che ti vuole “spiare”

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 4 febbraio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Al truffatore di professione, che ti vuole “spiare” tutto si può dire, tranne che manchi d’inventiva. Lo dimostra la telefonata ricevuta questa mattina da una lettrice che racconta: “Suona il telefono, rispondo. Dall’altra parte sento la voce di un uomo che parla un inglese con un forte accento…direi indiano”. L’uomo al telefono si annuncia in qualità di tecnico Microsoft: “Ci risulta che il suo computer abbia dei problemi che dobbiamo risolvere”, spiega alla nostra lettrice che resta interdetta e chiede di richiamare quando in casa ci fosse stato anche il marito. Quello che l’operatore non sa è che la nostra lettrice è sposata con un IT manager, insomma, una persona che con l’informatica ci vive, e che, una volta sentita la storia, subito sente odore di truffa.


>>Continua a leggere "Il finto operatore Microsoft che ti vuole “spiare”"

2236 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft: la privacy perfetta non esiste

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 4 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Un lungo post, scritto dal general managerDean Hachamovitch, attualmente a capo della squadra di sviluppatori impegnati su Internet Explorer 8. Un'occasione per spiegarsi, per chiarire alcuni punti su InPrivate Filtering, ovvero la feature del browser made in Redmond finita tra di recente tra le pagine del Wall Street Journal. Un dibattito interno sarebbe avvenuto nel 2008, quando gli alti rappresentanti del marketing e dell'advertising di BigM l'avrebbero spuntata sugli stessi sviluppatori di IE8, desiderosi di rendere il nuovo browser all'avanguardia per quanto concerne la tutela della privacy online.

Ma non esisterebbe una feature perfetta, non per una tutela ottimale della riservatezza degli utenti. Almeno secondo Hachamovitch, che ha ora offerto il punto di vista ufficiale di Microsoft all'interno di un post apparso sul blog ufficiale di Internet Explorer. Alcune delle tecnologie attualmente utilizzate per il tracciamento sarebbero allo stesso tempo essenziali per molte funzionalità basilari online.


>>Continua a leggere "Microsoft: la privacy perfetta non esiste"

1937 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La spia che viene da Redmond

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 14 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

La spy story delle 11 spie russe scovate negli Stati Uniti riserva ancora delle sorprese: tanto che sembra di essere tornati ai tempi della guerra fredda. C'è, infatti, un dodicesimo agente dormiente, una talpa nascosta proprio nel cuore pulsante di un colosso dell'IT americano.

Alexey Karetnikov, l'uomo accusato di essere una spia, era un software tester presso Microsoft.

Proprio Redmond ha infatti dichiarato che la presunta ultima spia era impiegata proprio presso il suo quartier generale. Il ventitreenne di nazionalità russa lavorava con BigM da nove mesi. Secondo la sua pagina di Facebook lavorava anche per un'azienda rumena chiamata "Neobit".


>>Continua a leggere "La spia che viene da Redmond"

2010 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft dopo gli attacchi "Internet Explorer 8 sicuro"

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 20 gennaio 2010

Il caso era scoppiato qualche giorno fa, con il monito dell'"Autorità federale per la sicurezza nella tecnologia dell'informazione" tedesca. Da Berlino era arrivato il consiglio: "Non usate Internet Explorer perché non è sicuro, meglio altri browser".

L'allarme era stato lanciato per alcuni attacchi di hacker, ora Microsoft fa sapere che le versioni più recenti del browser hanno risolto il problema. "INternet explorer 8 è sicuro" — Feliciano Intini, Chief Security Advisor di Microsoft Italia, commenta: “I mirati attacchi dei giorni scorsi hanno coinvolto solo un esiguo numero di società a livello internazionale.

Questi attacchi hanno utilizzato un exploit (codice “maligno” che sfrutta una vulnerabilità) che colpisce i clienti che utilizzavano Internet Explorer 6 per Windows Xp.

Gli utenti che hanno installato le verioni successive non sono oggetto di attacchi conosciuti e di exploit grazie alle migliorate protezioni di sicurezza delle ultime versioni del browser.


>>Continua a leggere "Microsoft dopo gli attacchi "Internet Explorer 8 sicuro""

1794 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft e Adobe tappano buchi

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 9 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

I bollettini pubblicati da Microsoft sono sei, di cui tre "critici", e correggono un totale di 12 vulnerabilità relative ad Internet Explorer, Windows, Windows Server e Office.

Ad interessare il più ampio numero di versioni di Windows, incluso Seven, è il bollettino MS09-072, il quale contiene un aggiornamento cumulativo per IE 6, 7 e 8.

L'update sistema cinque falle che potrebbero essere sfruttate da un aggressore inoculando del codice maligno all'interno di una pagina web. Il bollettino risolve anche un problema relativo ad un controllo ActiveX basato sulla Microsoft Active Template Library (ATL), problema sfruttabile da un aggressore per eseguire del codice a distanza.

Gli altri due bollettini più urgenti sono l'MS09-071, il quale corregge due vulnerabilità celate nel server Internet Authentication Service, e l'MS09-074, che pone invece fine ad un bug nel in Office Project: nel primo caso la falla può essere innescata inviando al server IAS un messaggio malformato, nel secondo caso inducendo l'utente ad aprire un file ".mpp" fatto in un certo modo.


>>Continua a leggere "Microsoft e Adobe tappano buchi"

2019 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft: Seven non ha entrate di servizio

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 23 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

"Microsoft non ha mai messo e non metterà mai backdoor in Windows". Questa la secca risposta con cui un portavoce di Microsoft ha voluto fugare i sospetti che la National Security Agency (NSA) abbia celato delle "microspie" nel codice di Windows 7.

Sospetti che hanno avuto origine all'inizio della scorsa settimana, quando un funzionario della NSA ha rivelato che la celebre agenzia di intelligence americana ha aiutato Microsoft "a migliorare la sicurezza di Windows 7". Questo è bastato a far scattare i campanelli d'allarme nella testa di molti: NSA è infatti ben nota per svolgere, su territorio statunitense, svariate attività di intercettazione delle comunicazioni.

Dopo il fisco, NSA è probabilmente l'agenzia meno amata dai cittadini americani, ma il suo nome genera una certa inquietudine anche a chi vive al di qua dell'oceano: NSA è infatti legata a ECHELON, un network per il "controllo" delle telecomunicazioni internazionali che, nonostante anni di indagini e indiscrezioni, rimane sostanzialmente avviluppato in una cortina di mistero e segretezza.


>>Continua a leggere "Microsoft: Seven non ha entrate di servizio"

1900 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft: l'azienda non è sicura

Scritto da Spiare.com • Domenica, 15 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

C’è una maggiore attenzione alla sicurezza dell’utilizzatore domestico rispetto a quello aziendale: le infezioni da worm nelle aziende sono raddoppiate in sei mesi, quelle registrate in casa si sono ridotte di un quinto. È questo il dato più interessante che emerge dal Sir (Security Intelligence Report) presentato annualmente da Microsoft. Per il resto poco cambia nel nostro paese.

Sette computer ogni mille in Italia sono infetti, di poco sotto la media mondiale (quasi nove computer ogni mille) ce la passiamo molto meglio di paesi come Brasile e Turchia e Serbia Montenegro (rispettivamente 25, 32, 100 computer infetti su mille).

Il report di Microsoft è realizzato grazie alla collaborazione “trasparente” di milioni di utenti Windows nel mondo che inviano regolarmente dati all’azienda di Redmond, senza saperlo ma solo dopo aver accettato una richiesta di partecipazione.

L’ultimo Sir mette l’accento sui worm, in particolare in Italia Wintrim è diffuso in 350mila macchine, che spesso non fanno danni particolari ma che quantomeno succhiano risorse ai computer e, soprattutto, si replicano molto facilmente.


>>Continua a leggere "Microsoft: l'azienda non è sicura"

1840 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Google Chrome spia gli utenti e manda informazioni alla Grande G? Lo rivela Microsoft.

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 26 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Con Google Chrome 3.0, ogni volta che l’utente preme un tasto parte un procedimento automatico che invia a Google un pacchetto di informazioni.

È l’accusa rivolta contro l’azienda di Mountain View da parte di Amy Barzdukas, General Manager for Internet Explorer and Consumer Security a Redmond, nel corso della RSA Conference di Londra.

Secondo Microsoft, dunque, Chrome spierebbe gli utenti. Più nel dettaglio, il browser di BigG invierebbe ai server di Mountain View pacchetti di informazioni ogni volta che viene digitato un carattere nel box di ricerca. Una pratica estranea, invece, a Microsoft e al suo Internet Explorer 8.

Per dimostrare la trasparenza di BigM, Barzdukas ha utilizzato Fiddler, un web debugging proxy, un software in grado di analizzare il traffico HTTP tra il computer e Internet, ovvero di intercettare tutti i dati che vengono inviati e ricevuti dai browser e altre applicazioni.


>>Continua a leggere "Google Chrome spia gli utenti e manda informazioni alla Grande G? Lo rivela Microsoft."

9937 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microsoft alla ribalta a Smau con Windows 7

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 21 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Oggi parte la kermesse di Smau alla Fiera di Milano e l'annuncio più atteso nel mondo dell'Information & Communication Technology è quello di Microsoft, che si rifà il look con il nuovo sistema operativo Windows 7. Come è già stato ampiamente detto e scritto, per Microsoft questa è una delle sfide più importanti della sua storia: Windows genera il 42% degli utili di Microsoft, ma dovrà vedersela con un'aggressiva Apple forte di Snow Leopard e con la grande rivale Google, che dal 2010 farà girare sui netbook il suo Chrome Os.

Per l'occasione Microsoft ha lanciato una campagna di marketing in grande stile, mobilitando i suoi più creativi collaboratori: ma la novità è che l'ha fatto innanzitutto sul Web, testando la pubblicità di Seven su Twitter, regalando 777 copie agli abitanti olandesi di Zevenhuizen (letteralmente: sette case), inventando i Windows 7 party (con copie autografate dal Ceo Steve Ballmer) e aprendo un Windows Café nel cuore di Parigi, in attesa del primo imminente Microsoft Store dedicato a Windows 7, Windows Phone e alla filosofia dell'azienda di Redmond.


>>Continua a leggere "Microsoft alla ribalta a Smau con Windows 7"

1851 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!