Intercettazioni: ''ecco perche' la mafia non le vuole''

Scritto da Spiare.com • Domenica, 25 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

LA CAMPAGNA di (dis-)informazione che ha occupato i mass media e il dibattito pubblico degli ultimi anni ha convinto molti italiani che le intercettazioni sono uno strumento pericoloso ed insidioso, usato in modo liberticida da una magistratura inquirente che tiene di fatto tutti i cittadini sotto controllo. Prevalgono slogan e semplificazioni, di cui sono esempi lampanti l’affermazione tranchant di un politico di lungo corso come l’ex ministro della Giustizia Clemente Mastella il quale, nel dicembre 2007, ha dichiarato che “Le intercettazioni sono un’emergenza civile”, e le dichiarazioni, non meno drastiche, di un famoso giornalista come Bruno Vespa, il quale, nel corso di un dibattito televisivo piuttosto concitato, ha affermato che “Le intercettazioni sono una schifezza” (sic!). 

In tanti pontificano, ma pochi sanno veramente qualcosa sulla pratica attuale delle intercettazioni. Quali siano le intercettazioni oggi rese possibili dalle più moderne tecnologie e che tipo di intercettazione venga usata in prevalenza. E quel che è forse peggio, nessuno sa alcunché circa i risultati delle intercettazioni negli anni. Pochi sanno che è proprio grazie alle intercettazioni che si è fatta la storia giudiziaria del nostro Paese. Ed altrettanto pochi sono quelli che sanno quanto dobbiamo alle intercettazioni: quanti delitti impediti e stragi evitate, quanti assassini individuati e arrestati, quanti cittadini salvati, quante armi recuperate, quanta droga sequestrata. Ma anche quante corruzioni scoperte! […] Bisogna raccontare la storia delle intercettazioni, che è anche la nostra storia.


>>Continua a leggere "Intercettazioni: ''ecco perche' la mafia non le vuole'' "

2946 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Lo Stato e' Cosa Nostra

Scritto da Spiare.com • Sabato, 12 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Il filo rosso che lega pezzi dello Stato, servizi e mafie, oggi viene alla luce destando clamore con le rivelazioni di Ciancimino, ma parte da lontano. Imposimato, un protagonista di quegli anni della storia italiana, ripercorre le tappe del patto scellerato.

Molti anni fa una giornalista americana, Judith Harris, del Reader's Digest, mi chiese quale fosse la differenza tra Brigate rosse e mafia. Senza pensarci due volte risposi: le Br sono contro lo Stato, la mafia e' con lo Stato.

E spiegai che la capacita' della mafia e' di intessere legami stretti con le istituzioni - politica, magistratura, servizi segreti - a tutti i livelli.

Con le buone o le cattive maniere. Chi resiste, come Boris Giuliano, Carlo Alberto Dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, viene eliminato, senza pieta'. Collante tra mafia e Stato e' da sempre la massoneria.

Questo sistema di legami, che risale alla strage di Portella delle Ginestre, non si e' mai interrotto nel corso degli anni, anzi si e' rafforzato ed e' diventato piu' sofisticato. Ma molti hanno fatto finta che non esistesse. Complice la stampa manovrata da potenti lobbies economiche.


>>Continua a leggere "Lo Stato e' Cosa Nostra "

6140 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Servizi segreti, il Copasir chiede gli atti dell'omicidio Borsellino

Scritto da Spiare.com • Domenica, 2 agosto 2009 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

ll Comitato parlamentare che vigila sui servizi segreti ha chiesto gli atti dell'omicidio Borsellino.

La notizia trapelata a margine della relazione annuale del Copasir illustrata a palazzo San Macuto dal presidente del comitato Francesco Rutelli.

E' intenzione del Comitato parlamentare invitare a Roma il procuratore di Caltanissetta per un'audizione: "Ho parlato con il magistrato - ha spiegato Rutelli - e ho concordato che una volta completata l'analisi della documentazione che ha nei suoi uffici, per la quale ci vorranno alcune settimane, tutte le eventuali informazioni riguardanti nel passato funzionari dei Servizi segreti, saranno oggetto di una sua informativa e di una sua audizione al Copasir".


>>Continua a leggere "Servizi segreti, il Copasir chiede gli atti dell'omicidio Borsellino"

2019 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mafia e servizi, telefonate e carte sparite ecco gli indizi nelle inchieste

Scritto da Spiare.com • Sabato, 18 luglio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

C'è puzza di spie in ogni strage siciliana. Misteri di mafia e misteri di Stato.

Chiamate fatte da boss e dirette a uffici dei servizi segreti, biglietti con numeri telefonici intestati a capi degli apparati di sicurezza trovati sulla scena del crimine, esperti in bonifica ambientale in contatto con sospetti attentatori.

E ancora: agende sparite (quella rossa di Paolo Borsellino), depistaggi, pentiti fasulli o pilotati. Dalle indagini sui massacri avvenuti in Sicilia fra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90 stanno affiorando complicità e patti, intrecci, una rete di "interessi convergenti".

I procuratori di Caltanissetta hanno riaperto tutte le inchieste sulle stragi ripescando vecchi fascicoli e interrogando nuovi testimoni, ripercorrendo piste frettolosamente abbandonate, scoprendo indizi che si orientano verso quelli che vengono chiamati "i mandanti occulti" o i "soggetti esterni" a Cosa Nostra.

Uno degli ultimi personaggi ascoltati dai magistrati è stato Gioacchino Genchi, uno dei protagonisti del "caso De Magistris" a Catanzaro, il consulente che 17 anni fa era con il questore Arnaldo La Barbera alla guida del "Gruppo Falcone Borsellino", il pool di investigatori che indagò fin dall'inizio sulle stragi. Gioacchino Genchi ha parlato per un giorno intero, il 16 aprile scorso. E alla fine ha indicato una traccia: "Dovete scoprire chi c'era il 19 luglio del 1992 a Villa Igiea perché lì dentro c'era la regia...".


>>Continua a leggere "Mafia e servizi, telefonate e carte sparite ecco gli indizi nelle inchieste "

2689 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'ABC del ddl intercettazioni

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 10 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Intercettazioni solo in caso di “evidenti indizi di colpevolezza” e se “assolutamente indispensabili”, archivio “riservato” per custodire telefonate e verbali e processi in radio e in televisione solo se c’è l’assenso delle parti. Bisognerà che si adeguino, anche, pubblici ministeri e giudici, specie se con il vizio di “parlare troppo”.

La toga, infatti, che rilascia “pubblicamente dichiarazioni” sul procedimento affidatogli, prevede il maxiemendamento sostitutivo del disegno di legge sulle intercettazioni, su cui la Camera sta votando la fiducia, ha l’obbligo di astenersi dal proseguire il giudizio.

E sarà sostituto se iscritto nel registro degli indagati per rivelazione del segreto d’ufficio. Carcere per i giornalisti e stop alla pubblicazione di nomi o immagini di magistrati impegnati in procedimenti e processi penali loro affidati.

Unica eccezione per l’immagine, specie, quando, ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca, la rappresentazione dell’avvenimento non possa essere separata dall’immagine del giudice.

Tra le novità in arrivo, che, comunque, si applicheranno ai nuovi procedimenti, stabilito che potranno essere intercettati tutti i reati con pene superiori ai 5 anni, compresi quelli contro la pubblica amministrazione. Le cosiddette “cimici”, poi, andranno utilizzate solo per spiare luoghi dove si sta svolgendo un’attività criminosa e, ma con alcune eccezioni, le intercettazioni non potranno, essere usate in procedimenti diversi da quelli nelle quali sono state disposte. Nelle indagini di mafia e terrorismo, l’intercettazione scatta se sussistono “sufficienti indizi di reato”.


>>Continua a leggere "L'ABC del ddl intercettazioni"

2220 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mafia/ 'Cerbero': Tecnico 'anti-microspie' fra i 37 arrestati

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 11 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

C'è anche un tecnico anti-intercettazione al servizio delle cosche mafiose fra gli arrestati nell'operazione 'Cerbero' che ha smantellato la rete di riscossione del racket delle 'famiglie' di Porta nuova e Brancaccio a Palermo.

Si tratta di Francesco Palermo Montagna, 46 anni, che, fra le altre, avrebbe 'bonificato' la casa del boss Antonino Rotolo, finito in cella due anni addietro nell'ambito dell'operazione 'Gotha'.

"E' emerso - ha detto il procuratore capo, Francesco Messineo - che la mafia assolda tecnici di buon livello per effettuare la bonifica di eventuali microspie ed eliminarle".


>>Continua a leggere "Mafia/ 'Cerbero': Tecnico 'anti-microspie' fra i 37 arrestati"

4807 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni/ Brigandì: Grasso? Per reati mafia no modifiche

Scritto da Spiare.com • Martedì, 31 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità
Nessuna modifica alla disciplina delle intercettazioni per le inchieste sui reati di mafia.

LO precisa il responsabile Giustizia della Lega, Matteo Brigandì, replicando all'appello del procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso che ha chiesto al Parlamento di fermare le modifiche normative sugli ascolti.

Commenta l'esponente del Carroccio ai microfoni dell'agenzia radiofonica Econews: "Perché Grasso si interessa dei problemi politici?

Non farebbe bene a fare il magistrato? Visto che è bravo avendo superato anche Caselli per il ruolo di procuratore nazionale antimafia.

Non c'è nessun problema, sui reati sui quali indaga Grasso nulla è stato toccato. Sui reati di mafia non abbiamo modificato nulla".


>>Continua a leggere "Intercettazioni/ Brigandì: Grasso? Per reati mafia no modifiche"

5309 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La mafia, le intercettazioni e le strategie di Berlusconi

Scritto da Spiare.com • Domenica, 8 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Il disegno di legge sulle intercettazioni prosegue il suo cammino parlamentare, apparentemente inarrestabile, qualcosa che la maggioranza deve a ogni costo condurre in porto perché c’è un ordine a cui non si può dire di no.

Rallentato e solo in parte ammorbidito dai dissensi interni della Casa della Libertà, fronteggiato dall’opposizione del PD e dell’Italia dei Valori e da uno schieramento che va dall’ Associazione Nazionale Magistrati e dal CSM alle organizzazioni dei giornalisti e alla stessa Federazione degli Editori, unite in un’insolita alleanza che arriva a superare una difficile trattativa contrattuale, gravato dal sospetto di incostituzionalità, dall’ostilità della stampa internazionale, dal monito delle istituzioni europee, compresa la Corte di Giustizia, il provvedimento ha  tuttavia assunto per il premier una centralità strategica.

Non a caso Berlusconi diede a questo obiettivo una valenza prioritaria fin dai primi giorni dopo la  vittoria elettorale, richiamandosi a quanto il precedente governo  aveva già impostato con il decreto Mastella, approvato dalla Camera dei Deputati con soli sette astenuti.


>>Continua a leggere "La mafia, le intercettazioni e le strategie di Berlusconi"

1897 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'Anm: «Con il ddl intercettazioni difficile indagare sulla mafia»

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 10 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Giuseppe Cascini, segretario dell'Anm, durante l'audizione davanti alla Commissione Giustizia della Camera ha lanciato l'allarme sul ddl intercettazioni, sostenendo che con la riforma messa a punto dal governo sarà sempre più difficile indagare sulla mafia.

«Formalmente le indagini sulla criminalità organizzata si possono fare - ha detto Cascini - ma poi nella pratica questo si rivelerebbe impossibile visto che con il provvedimento del governo diventeranno intercettabili solo reati con condanne superiori ai 10 anni».

E questo significa che «l'indispensabile strumento delle intercettazioni» non potrà essere usato per tutta una serie di reati compiuti normalmente dai mafiosi come, ad esempio, la turbativa d'asta, l'estorsione ecc. ecc. A meno che non si voglia sostenere che la mafia sia solo narcotraffico e omicidio. Con questo ddl, poi sarà impossibile intercettare i detenuti mafiosi quando telefonano in carcere o durante i colloqui con i familiari».


>>Continua a leggere "L'Anm: «Con il ddl intercettazioni difficile indagare sulla mafia»"

1454 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!