Bassi e tarchiati, ecco le vere spie di sua maestà

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 5 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Bassi, tarchiati, udito sopraffino e talento innato a stare immobili, anche per ore, sotto la pioggia o nel caldo più soffocante. Altro che il ginnico James Bond.

I servizi di sicurezza interni britannici - ovvero l'MI5 - nel momento del più disperato bisogno, prima e durante la Seconda Guerra mondiale, miravano ad arruolare anonimi tizi della porta accanto, più che estrosi e affascinanti 007 - indispensabili, forse, solo per il servizio segreto estero, l'MI6.

Il problema è che la spia vera non era così facile da trovare. Anzi. Il quartier generale dell'MI5 fra gli anni Trenta e Quaranta era preso d'assalto da aspiranti spie che «avevano guardato troppi film» e s'erano fatti un'idea eccessivamente romantica della vita condotta dagli agenti segreti.


>>Continua a leggere "Bassi e tarchiati, ecco le vere spie di sua maestà"

2198 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il Gran ballo delle spie per i cent'anni degli 007

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 1 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Storia dello Spionaggio

Per una volta, somiglieranno davvero a James Bond: smoking, Martini, una banda che suona sullo sfondo, donne che volteggiano sulla pista.

Un mondo così, gli 007 della realtà, lo vedono di rado, a differenza della loro versione cinematografica: ma quest'anno, per celebrare il centenario della loro organizzazione, hanno organizzato un party in abito da sera.

Dove e quando si terrà, è un segreto: non per nulla, trattandosi del "ballo dello spie", come lo ha soprannominato la stampa inglese.

E non tutti, per la verità, sono d'accordo sull'iniziativa: "E' il servizio segreto, accidenti", brontola un veterano del settore, lasciando capire che certi riti dovrebbero essere lasciati ai Vip della moda, dell'arte o del football.

Ma la notizia fornisce ai media lo spunto per riflettere su come è cambiato il servizio segreto di Sua Maestà.


>>Continua a leggere "Il Gran ballo delle spie per i cent'anni degli 007"

2386 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Cronache di spionaggio industriale

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 11 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Lo spionaggio è affascinante. Condannabile moralmente, ma comunque affascinante. Un cocktail di istinti pre-adolescenziali sapientemente mescolati – e non agitati – che alimentano le nostre fantasie. Muoversi nell'ombra, giocare con le identità, adoperare strumenti che appaiono per quello non sono. Insomma, è uno spazio di improbabilità che nella letteratura di genere e nella cinematografia ha mostrato solo una delle sue tante facce. Probabilmente la più ammiccante, commerciabile e meno aderente alla realtà.

Crollato il muro di Berlino, scomparsa l'Unione Sovietica ed evaporata di conseguenza la Guerra Fredda lo spionaggio internazionale si è concentrato su nuove frontiere. In un contesto capitalistico avanzato non poteva che insinuarsi nel campo economico e quindi in quello industriale.

Basta, quindi, con i bronzei James Bond… porte aperte agli analisti, gli informatici, ai nerd. Clark Kent ha ucciso Superman e lo ha fatto per soldi. Quanti? Beh, secondo gli esperti statunitensi in sicurezza si parla di circa 200 miliardi di dollari all'anno. E non si tratta sempre di professionisti, ma anche di ex-dipendenti che nel baracchino, invece di tenere ciò che resta del loro pasto, trasportano memorie portatili con progetti industriali, dati finanziari e quant'altro.

I media se ne occupano poco in genere, ma il fenomeno è mondiale. Nel 1968 l'Unione Sovietica inaugurò il suo primo aereo passeggeri supersonico Tu-144. Copia spiccicata del Concorde anglo-francese, presentato alla stampa internazionale poco tempo dopo. Secondo i documenti di un dissidente del KGB, Vasili Mitrokin, fu proprio una spia russa – nome in codice Ace – ha sottrarre migliaia di progetti e specifiche tecniche del Concorde. Il Concordski, comunque, non riuscì benissimo: nel 1973, durante il Paris Air Show, per un guasto si schiantò al suolo uccidendo 13 spettatori. A seguito di questo venne ritirato dal mercato.


>>Continua a leggere "Cronache di spionaggio industriale"

3150 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!