Investigatore privato: la professione

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 6 marzo 2013 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Tutti, prima o poi, abbiamo avuto la sensazione di essere seguiti da qualcuno, in alcuni casi questa sensazione potrebbe essere vera, e a seguirci potrebbe essere un investigatore privato, una figura professionale spesso protagonista nel mondo giallo, ma molto meno conosciuta per come è davvero. Per conoscere meglio gli aspetti di questo lavoro abbiamo voluto intervistare Nicola, un ragazzo di 31 anni che da quasi tre lavora come investigatore privato, o  più correttamente come “consulente investigativo per indagini”, dopo avere iniziato totalmente per caso.

Come hai cominciato a fare l’investigatore privato? Ti piace il lavoro?
«Sì mi piace molto e ho cominciato a fare l’investigatore privato quasi per caso: mentre cercavo lavoro per mantenermi ho mandato un po’ di curricula e tra gli annunci che ho trovato on line ne ho trovato uno in cui cercavano personale da inserire in un organico per un’agenzia investigativa come “pedinatore”. Ho inviato il curriculum, sono stato contattato e mi hanno fatto fare test con pedinamenti simulati; una volta che hanno visto come lavoravo abbiamo avviato la collaborazione e da li è cominciato tutto.


>>Continua a leggere "Investigatore privato: la professione"

2897 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Tradimento, spiare il partner con la tecnologia

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 11 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio
Ti sta tradendo? Non c’è bisogno di andare da un investigatore privato, ti basta utilizzare la tecnologia che hai in casa per difenderti dalle corna. Anzi, difendersi non è proprio il termine giusto, anche perché quelle purtroppo non dipendono da noi, ma solo dalla volontà del partner, però puoi scoprire se lui ha un’altra oppure no. La tecnologia spia. Ovunque lasciamo traccia del nostro passaggio, dal prelievo, alla strisciata della carta di credito, alla tessera del supermercato, figuriamoci poi le email e gli sms. Secondo un recente di Eliana Monti, moltissime donne ammettono di aver spiato almeno una volta la corrispondenza del partner. Ma quali sono i mezzi più usati? 


>>Continua a leggere "Tradimento, spiare il partner con la tecnologia"

4114 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spioni “fai da te”, è boom

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 9 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

Mariti gelosi convinti che la moglie se la spassi in giro per il Tigullio, donne ansiose di incastrare il proprio compagno con la femme fatale di turno, genitori preoccupati che fanno pedinare i figli. Cresce in tutta la Riviera il numero di insospettabili che si inventano spioni, che si armano di microcamere, “cimici” e macchine fotografiche per scoprire altarini, tresche e segreti da camera da letto.

L’ultimo caso è all’esame del tribunale di Chiavari proprio in questi giorni. Un uomo di 50 anni, residente a Rapallo, deve rispondere dell’accusa di violenza privata: secondo la procura della Repubblica avrebbe installato un miniregistratore digitale fra le tapparelle, in casa dell’ex moglie, per intercettare e spiare le comunicazioni della donna. Alla sbarra invece non finirà mai il padre di una bimba di 10 anni, residente nel Levante, scoperto da un investigatore privato a frequentare messe nere e sette sataniche. Voleva l’affidamento della bimba, ma la moglie è riuscita a farlo rinunciare, presentandogli quel che il detective aveva documentato tramite filmati, pedinamenti e registrazioni audio.

«I genitori che chiedono di controllare i propri figli sono sempre più frequenti. Nell’ultimo anno - spiega la dottoressa Anna Maria Grassi, titolare della “Gr.Am Investigazioni” di Borzonasca e detective privata a tempo pieno - nel Tigullio abbiamo registrato un aumento del 40%. Per lo più abbiamo scoperto tentativi di plagio, come la vicenda di una minorenne avvicinata e raggirata da un ragazzo straniero che le aveva fatto credere di essere un personaggio importante, in grado di offrirle chissà quale futuro».


>>Continua a leggere "Spioni “fai da te”, è boom"

5843 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!