Facebook nel mirino del governo britannico

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 26 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Attualità
Il governo britannico ha messo gli occhi su Facebook e altri social network e vorrebbe metterli sotto controllo. Così viene accusato di insani appetiti degni di 'Big Brother', il Grande Fratello di orwelliana memoria.

La Gran Bretagna, si sa, è la patria della 'privacy'. Guai perciò a volersi intromettere nel privato dei cittadini. Il governo ammette che con la privacy di mezzo il problema è delicato, ma aggiunge che è suo dovere proteggere il Paese.

Oggi, si sa, le intercettazioni telefoniche sono un'arma fondamentale contro la malavita e gli estremisti di ogni fede e colore politico. Internet in generale e servizi come Facebook in particolare sono però ancora un territorio franco che sfugge praticamente a ogni controllo.

Come riporta la stampa britannica, il sottosegretario all'Interno Vernon Coaker vorrebbe estendere il monotoraggio al web e a servizi vocali come Skype, chiedendo ai rispettivi 'provider' di tenere a disposizione delle autorità il database di tutti gli avvenuti contatti.


>>Continua a leggere "Facebook nel mirino del governo britannico"

2083 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

No alle intercettazioni telefoniche in base a denuncia anonima

Scritto da Spiare.com • Martedì, 10 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Il documento anonimo non costituisce elemento di prova né integra "notitia criminis". L'accusa, dunque, sulla sua base non può procedere ad intercettazioni trattandosi di atti che presuppongono l'esistenza di indizi di reato

La denuncia anonima è un atto inutilizzabile da un punto di vista probatorio, di conseguenza lo saranno anche le intercettazioni su di essa fondate. E la spiegazione del mancato utilizzo del suo contenuto in sede processuale sta nel fatto che il documento anonimo non soltanto non costituisce elemento di prova, ma neppure integra notitia criminis.
È quanto emerge dalla sentenza 4329/09 (qui leggibile come documento correlato) con cui la Cassazione ha ricordato che l'unico effetto degli elementi contenuti nella denuncia anonima può essere quello di stimolare l'attività di iniziativa del pubblico ministero e della polizia giudiziaria al fine di assumere dati conoscitivi diretti a verificare se dall'anonimo possono ricavarsi gli estremi utili per l'individuazione di una valida notitia criminis. Tali investigazioni, dirette ad acquisire elementi di prova utilizzabili, si pongono tuttavia fuori dalle indagini preliminari, appunto perché sfornite di pregressa notitia criminis.


>>Continua a leggere "No alle intercettazioni telefoniche in base a denuncia anonima"

3283 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali

Scritto da Spiare.com • Domenica, 8 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali. Modifica della disciplina in materia di astensione del giudice e degli atti di indagine. Integrazione della disciplina sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche.

Eccolo qua il disegno di legge, su cui la maggioranza ha raggiunto un’intesa, presentato dal Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, il 30 giugno 2008 e in discussione alla Camera, in prima lettura in Commissione Giustizia, dal 24 Luglio 2008, relatore il presidente della stessa commissione on.Giulia Bongiorno. Se ne discute in abbinamento alle proposte di legge 406 d’iniziativa del deputato Contento (presentata il 29 aprile 2008), 1510 d’iniziativa dei deputati Veltroni, Tinaglia e Ferranti (presentata il 21 Luglio), 1555 presentata da Vietti e Rao (il 29 luglio 2008), 290 (Jannone) e 1977 (Bernardini).

Qui tutta l’ampia, esaustiva e accurata documentazione predisposta (come sempre) dagli Uffici.

Qui l’attività conoscitiva svolta in Commissione Giustizia, con le audizioni dei rappresentanti della Federazione nazionale della stampa italiana e dell’Ordine dei giornalisti, dei rappresentanti dell’Associazione italiana giovani avvocati e dell’Organismo unitario dell’avvocatura, dei rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati, dei rappresentanti della Federazione italiana editori giornali, dei rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati e del Garante per la protezione dei dati personali, professor Francesco Pizzetti, del Procuratore nazionale antimafia, dottor Pietro Grasso, dei rappresentanti dell’Unione delle Camere Penali Italiane e del Prefetto Francesco Cirillo, Direttore centrale della Polizia criminale, e i relativi interventi.


>>Continua a leggere "Intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali "

1587 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!