Come capire se si è intercettati? Una lista di controllo per le intercettazioni ambientali.

Scritto da Spiare.com • Martedì, 22 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Le Intercettazioni Ambientali sono un problema che può essere sovrapposto a quello delle Intercettazioni Telefoniche. Una persona può avere il sospetto di essere ascoltata, ma non capire quale sia la modalità con cui le informazioni filtrano all’esterno. Le Intercettazioni Ambientali, economicamente e tecnicamente, sono molto più alla portata di Agenzie Investigative private e dei singoli di quanto non lo siano le intercettazioni sulle linee telefoniche GSM (a parte i casi di impiego di Spy Phones, acquistabili anche per meno di mille euro). Le Intercettazioni Ambientali possono rappresentare una modalità efficace per aggirare le contromisure disposte da chi protegge le proprie comunicazioni telefoniche, per esempio attraverso l’uso della crittografia. Se è impossibile decifrare una conversazione telefonica opportunamente criptata, potrebbe essere invece molto più semplice inserire dei dispositivi per l’ascolto nei luoghi in cui vengono effettuate le chiamate.


>>Continua a leggere "Come capire se si è intercettati? Una lista di controllo per le intercettazioni ambientali."

2166 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Giustizia sommaria: Milano è capitale degli spioni

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 26 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

L’accanimento giudiziario contro il premier? Più che di feeling, è questione di cifre. Già, perché il feeling alla rovescia che fa sì che Silvio Berlusconi, suo malgra­do, sia il «bersaglio» preferito di alcune procure d’assalto come Milano,viene sve­lato anche dai numeri: perché proprio Mi­lano, il pool di punta della corazzata anti-Cavaliere delle toghe, è da anni al top delle classifiche per quanto riguarda il numero di intercettazioni, telefoniche e ambienta­li. Nel 2007 ne ha fatte 17.357, più del dop­pio di Roma, che si è fermata a 8.544, persi­no più di Palermo, che pure contro il Cav s’impegna mica poco.

Ma tant’è, per la causa mica si può stare a sottilizzare sulle forze in campo. E visti i frutti di certe inchie­ste, meglio pescare a strascico, ascoltan­do a tappeto conversazioni che qualcosa su cui costruire un castello d’accuse pri­ma o poi si tira fuori, il Rubygate insegna. Tanto poi, se va a finire a tarallucci e archi­viazione - vedi a Napoli le intercettazioni tra il premier e l’allora direttore generale della Rai Agostino Saccà - nessuno paga. A meno che a cambiare le cose non inter­venga il sì alla proposta di legge appena presentata dal Pdl - primo firmatario l’onorevole Luigi Vitali - che prevede l’in­troduzione del reato di «ingiusta intercet­tazione», con relativa riparazione per le vit­time e sanzioni per i giudici.

Microspie Audio


>>Continua a leggere "Giustizia sommaria: Milano è capitale degli spioni"

2335 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Quando le cimici spiano i politici

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 3 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Attualità

Una microspia nell'ufficio del ministero delle Riforme, altre nella sua casa romana, denuncia il leader leghista Umberto Bossi. Cimici trovate un paio di mesi fa e non denunciate alla magistratura, pur avendo informato il ministro dell'Interno e collega di governo e di partito Roberto Maroni, "perche' tanto l'inchiesta non avrebbe trovato nulla", spiega il Senatur. Una vicenda che preoccupa il mondo politico, ma che non rappresenta purtroppo una novita': gia' altre volte sono finite sulle prime pagine dei giornali vicende di orecchie elettroniche indiscrete piazzate sotto la scrivania o dietro un quadro, come in qualsiasi spy story che si rispetti, pronte a carpire ogni parola pronunciata dal politico di turno.


Il caso più clamoroso è quello che ha visto come involontario protagonista Silvio Berlusconi, nel lontano 1996: è l'11 ottobre quando l'allora ex premier si presenta furibondo davanti alle tv mostrando la cimice trovata nel suo studio di via dell'Anima a Roma: "una microspia professionale e funzionante. Hanno spiato il cuore dell'opposizione", denuncia il Cavaliere. L'inchiesta della magistratura, successivamente, svelera' che si era trattato di un goffo tentativo di un 'bonificatore' professionale di farsi pubblicita'. Un bidone, insomma, ai danni di Berlusconi.


>>Continua a leggere "Quando le cimici spiano i politici"

2450 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

INTERCETTAZIONI, ADDIO APPALTI: PROCURA COMPRA SOFTWARE, RISPARMI PER 20MLN

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 27 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Nuovo software per le intercettazioni della Procura, un software di cui la stessa Procura è proprietaria e gestore, evitando così di subappaltare a ditte esterne. Un notevole risparmio economico con una maggiore tutela della riservatezza dei dati e delle inchieste, visto che gli unici che vi hanno accesso sono l'autorità giudiziaria e gli investigatori. Il nuovo "sistema tecnologico proprietario" è attivo dall'otto dicembre scorso con un nuovo Centro intercettazioni comunicazioni elettroniche (Cice) si inserisce, secondo quanto si legge in una nota diffusa da piazzale Clodio, nell'ambito di un'iniziativa che ha visto la Procura "nominata dal ministero della Giustizia polo pilota per la sperimentazione dei sistemi di intercettazione" e attua l'obiettivo "prefissato dal 18 giugno 2002 di assicurare la riservatezza delle operazioni spettanti per legge alla sola autorità giudiziaria, con l'esclusione di apparecchiature di soggetti terzi e dei relativi costi". In particolare questa novità, "finanziata dal Ministero della Giustizia ha determinato il risparmio dei costi di noleggio (delle apparecchiature) ammontanti annualmente per la sola Procura di Roma a milione e 825 mila euro; il sensibile aumento della efficienza ed affidabilità sia sotto l'aspetto della qualità e sicurezza dei dati acquisiti, sia sotto quello del supporto all'attività investigativa; l'adeguamento de sistemi di captazione e registrazione dei dati di intercettazione a quanto previsto dall'articolo 96 del decreto legislativo 259 del primo agosto 2003 (codice delle comunicazioni elettroniche) e la possibilità do applicazione dei protocolli Etsi stabiliti a livello internazionale per la ricezione delle comunicazioni elettroniche: la possibilità di estensione a tutti gli uffici giudiziari, per il tramite del Ministero della Giustizia, con conseguente abbattimento della spesa di giustizia relativa alle intercettazioni quantificabile mediamente in 200 milioni di euro annuali, risorse destinabili alla informatizzazione del processo per conseguire l'obbiettivo di un più efficiente e tempestivo servizio giustizia".


>>Continua a leggere "INTERCETTAZIONI, ADDIO APPALTI: PROCURA COMPRA SOFTWARE, RISPARMI PER 20MLN"

3054 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni, imprese in crisi

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 1 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Una lettera aperta pubblicata sul Corriere della Sera e indirizzata  al Capo dello Stato e al Presidente del Consiglio per dire che c’è una forte crisi e così non si può andare più avanti. E’ la forma di ‘protesta’ scelta dalle imprese delle intercettazioni per chiedere al ministero della Giustizia, ancora una volta, di prendere provvedimenti."Un problema che esiste da anni - spiega a Tgcom il presidente di I.L.I.I.A Walter Nicolotti - e che necessita di soluzioni sia nell’immediato, sia nel futuro”.

Di fatto, le imprese del comparto intercettazioni dichiarano che non possono accettare nuovi incarichi dalle Procure della Repubblica a causa dello stato di crisi dovuto ai crediti scaduti da diversi anni, vantati nei confronti del Ministero della Giustizia che, al 31 dicembre 2010, sfioreranno i 500 milioni di euro.


>>Continua a leggere "Intercettazioni, imprese in crisi"

2036 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

USA, web intercettato?

Scritto da Spiare.com • Martedì, 28 settembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

FONTE: Punto Informatico. La notizia è apparsa in esclusiva tra le pagine online del New York Times: le autorità federali degli Stati Uniti, in stretta collaborazione con i vertici della National Security Agency (NSA), avrebbero la più ferma intenzione di introdurre nuove regole per rendere le comunicazioni a mezzo Internet più facilmente controllabili.

Un disegno di legge sponsorizzato dalla stessa amministrazione del Presidente Barack Obama, da approvare nel corso del prossimo anno. E una regolamentazione necessaria, data la sempre più massiva migrazione dei cittadini statunitensi verso le tecnologie in Rete. Un problema, almeno per le autorità a stelle e strisce. Intercettare comunicazioni a sfondo criminoso e/o terroristico attraverso le tradizionali linee telefoniche sarebbe ormai divenuto quasi inutile. I nemici del paese si anniderebbero tra i più vasti e indisturbati meandri della Rete.


>>Continua a leggere "USA, web intercettato?"

2781 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spia nell’auto del marito: moglie nei guai

Scritto da Spiare.com • Sabato, 28 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Con un trasmettitore installato nel parabrezza dell’autovettura del marito, la moglie spiava i suoi spostamenti e probabilmente anche le sue conversazioni. Lo stratagemma è stato scoperto casualmente dal marito solo perché ha avuto un incidente e l’apparecchio è finito sul tappetino dell’auto.

L’uomo ha chiamato il 113 ed è iniziata un’indagine della squadra mobile. Gli agenti del vice questore aggiunto Rosalba Garello hanno accertato che quello strano apparecchio altro non era che un trasmettitore collegato ad una sim card di un gestore di telefonia mobile di quelli comunemente venduti anche su internet.


>>Continua a leggere "Spia nell’auto del marito: moglie nei guai"

4838 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Registrare si può, ma solo in buona fede

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 23 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

La liceità delle intercettazioni è un argomento al centro del dibattito anche fuori dall'Italia. In particolare negli Stati Uniti, dove si parla in questo caso di quelle ambientali, e nello specifico di registrazioni compiute a mezzo smartphone, un iPhone.A far discutere è la legge sulle intercettazioni del Maryland, secondo cui il registrato deve esserne consapevole affinché sia lecita.L'ultimo caso portato davanti al tribunale, tuttavia, ha permesso ad un giudice di adottare il buon senso e limitare la portata di quanto previsto: doveva decidere riguardo a un'eredità contesa e valutare la registrazione delle ultime volontà di una madre morta senza lasciare testamento, raccolte dal figlio durante una conversazione familiare all'insaputa dei partecipanti.


>>Continua a leggere "Registrare si può, ma solo in buona fede"

2216 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Rete GSM insicura: bastano 1500 dollari per violare un telefono

Scritto da Spiare.com • Martedì, 3 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Un apparecchietto da 1500 dollari e i tutti i cellulari GSM della zona sono violati. Non è stato un attacco per rubare dati sensibili o spiare qualcuno, ma solo un test per dimostrare quanto sia insicura la rete GSM. L’autore della dimostrazione è stato Chris Paget, invitato a parlare alla DefCon 18, la conferenza di hacking di Las Vegas. Durante il suo intervento, Paget ha mostrato come sia facile violare la rete dei cellulari di seconda generazione, intercettando chiamate e sms di una dozzina di telefonini dei presenti alla sua conferenza. In pratica Paget ha costruito un IMSI (International Mobile Identity Subscriber) fake, ma rispondente a tutti i requisiti originali. Il resto l’hanno fatto i telefoni: dato che si collegano alla cella con il segnale più forte, i più vicini si sono attaccati al suo apparecchio. In un attimo l’hacking era completato.


>>Continua a leggere "Rete GSM insicura: bastano 1500 dollari per violare un telefono"

2391 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!