In carcere ingiustamente per un'intercettazione. Ora chiede il risarcimento

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 3 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Arrestato con l’accusa di essere il basista di un’o rganizzazione di narcotrafficanti, per cinque mesi è rimasto in prigione. Ma poi è stato prosciolto e ora chiede di essere risarcito per quella detenzione ingiusta.

Protagonista del caso giudiziario Kristaq Nushi, 60anni, albanese disabile con cittadinanza italiana dal 2004 residente a Modena.

Con in mano la sentenza di non luogo a procedere nei propri confronti ha raccontato la sua dolorosa vicenda alla Gazzetta di Modena.

L’uomo, nel febbraio dello scorso anno, era finito in manette nel corso dell’Operazione Vortice condotta dalla Dda di Bologna tra le province di Modena e Ferrara. l’operazione portò all’arresto di quattro albanesi, al fermo di 20 persone e a indagini su altre 30.

«Venni arrestato all’alba - dice Nushi - senza capire che cosa stesse succedendo. L’unica mia colpa era quella di essere parente di due degli indagati che, al telefono, avevano parlato a lungo di uno zio che avrebbe provveduto al traffico di droga.


>>Continua a leggere "In carcere ingiustamente per un'intercettazione. Ora chiede il risarcimento"

2031 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!