Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 1 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Tre sono le strategie con cui l’Amministrazione Obama risponderà a Wikileaks, come si desume anche dalle parole di Hillary Clinton. Anche se c’è forse una quarta strategia cui gli Stati Uniti dovrebbero ricorrere e che va più amontedel caso Wikileaks;euna quinta strategia che Assange sta offrendo involontariamente. A meno che non sia a sua volta la più raffinata delle contromosse. Innanzitutto, dunque, l’Am – ministrazione Obama ha portato avanti una strategia che potremmo definire “per lo ieri”: avvertire subito tutti gli Alleati che sarebbero saltate fuori un bel po’ di rivelazioni in apparenza imbarazzanti, ma da non prendere troppo sul serio; perché si sa che quando la gente parla in privato va a ruota libera.

Appunto, come ha spiegato Hillary: “posso comunque dire che gli Stati Uniti sono profondamente dispiaciuti di questa rivelazioni di documenti nati per rimanere confidenziali, frutto di discussioni private tra controparti o osservazioni dei nostri diplomatici”. Ovviamente chi ha interessi strategici per essere amico degli Usa non si lascia distrarre da questo gossip, e che era nemico lo resterà comunque. Però è vero che da ora in poi che parla con un diplomatico americano ci penserà due volte prima di esporsi troppo.


>>Continua a leggere "Hillary scatena l’Fbi: il fondatore del sito è una spia "

2287 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!