Investigatore privato: la professione

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 6 marzo 2013 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Tutti, prima o poi, abbiamo avuto la sensazione di essere seguiti da qualcuno, in alcuni casi questa sensazione potrebbe essere vera, e a seguirci potrebbe essere un investigatore privato, una figura professionale spesso protagonista nel mondo giallo, ma molto meno conosciuta per come è davvero. Per conoscere meglio gli aspetti di questo lavoro abbiamo voluto intervistare Nicola, un ragazzo di 31 anni che da quasi tre lavora come investigatore privato, o  più correttamente come “consulente investigativo per indagini”, dopo avere iniziato totalmente per caso.

Come hai cominciato a fare l’investigatore privato? Ti piace il lavoro?
«Sì mi piace molto e ho cominciato a fare l’investigatore privato quasi per caso: mentre cercavo lavoro per mantenermi ho mandato un po’ di curricula e tra gli annunci che ho trovato on line ne ho trovato uno in cui cercavano personale da inserire in un organico per un’agenzia investigativa come “pedinatore”. Ho inviato il curriculum, sono stato contattato e mi hanno fatto fare test con pedinamenti simulati; una volta che hanno visto come lavoravo abbiamo avviato la collaborazione e da li è cominciato tutto.


>>Continua a leggere "Investigatore privato: la professione"

2051 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Botte al detective che lo sta “spiando”

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 17 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Un marito geloso è capace di tutto. Anche di assoldare un detective privato e incaricarlo di seguire la consorte quando esce la sera, per tentare di scoprire così quali sono le sue frequentazioni. Ma il pedinamento può finire male se i pedinati si accorgono del… terzo incomodo. E’ quello che è successo una notte del luglio del 2006. Quando l’investigatore era dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso di Correggio e un giovane, oggi 33enne, è finito a processo con l’accusa di rapina. Erano circa le 3 di notte quando l’uomo scese di casa per intrattenersi in auto con la donna sposata, che dopo una serata in discoteca aveva pensato di passarlo a trovare. Improvvisamente, nel buio dell’adiacente parco pubblico avevano visto una piccola luce rossa: la telecamera di qualcuno che stava riprendendo quell’incontro intimo, con gli infrarossi.


>>Continua a leggere "Botte al detective che lo sta “spiando”"

3686 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Nasce sotto la Mole la rivoluzione dei detective

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 28 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Cambiano le norme: gli Sherlock Holmes dovranno essere laureati, inapprensibili e dovranno essere sottoposti annualmente a verifica da parte della questura. I nuovi campi di azione tra mariti infedeli e figli da controllare. Quante sono le agenzie investigative e a quanto ammonta il business


SCOVANO notizie riservate, offrono risposte a dubbi e tormenti d’amore, indagano negli ambienti del lavoro e degli affari. Abilità, riservatezza e ingegno sono da sempre le loro armi, ma d’ora in poi non basteranno più. Per vestire i panni del celebre “Hercule Poirot” una nuova normativa, entrata in vigore da pochi giorni, impone agli investigatori privati la corona d’alloro in testa, e parecchi soldi in tasca.

Chi è l’investigatore privato
Il moderno Sherlock Holmes d’ora in poi sarà un laureato (e avrà un tesserino di riconoscimento). Per ottenere la licenza è stato infatti introdotto l’obbligo di una laurea in alcune discipline: giurisprudenza, psicologia a indirizzo forense, sociologia, scienze politiche, scienze dell’investigazione, o economia. Sherlock sarà sempre aggiornato, ma con alle spalle un lungo praticantato: tre anni alle dipendenze di un’agenzia. Deve avere anche un “dieci” in condotta: il bravo “detective” è un cittadino modello. Non uno sbaglio, mai un precedente o una condanna. Altrimenti la licenza è revocata, ad effetto immediato.
Non solo irreprensibile e colto, pure facoltoso. Per avere la licenza, gli investigatori dovranno versare una cauzione più alta: 20 mila euro, per cominciare, e 5000 euro per ciascuno dei sei ambiti di lavoro da trattare. Il prezzo si alza per le informazioni commerciali: altri 40 mila euro per essere autorizzati.

Continua a leggere su Io Spio


>>Continua a leggere "Nasce sotto la Mole la rivoluzione dei detective"

2504 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Investigazioni private e violazione della privacy a giudizio detective, poliziotti e clienti

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 21 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Tutto partì da un automobilista che portò la sua vettura da un elettrauto perché la batteria si scaricava troppo rapidamente. Il tecnico accertò che la batteria alimentava anche una microspia. Da qui le indagini e il coinvolgimento di persone legate all'agenzia 'Professional detective', all"Ags investigazione e sicurezza' all"Alfa security', alla 'AA Romapol' e altri. Diversi i casi presi in esame dagli investigatori e anche il ricatto tentato a carico di una donna ripresa più volte fotograficamente per screditarla. Sono state rinviate a giudizio dal gup di Roma, Giovanni De Donato, 20 persone coinvolte nello scandalo su una serie di indagini illegali compiute da agenzie di investigazione private della capitale con la complicità di poliziotti e funzionari dell'Agenzia delle entrate. Il processo inizierà il primo dicembre prossimo davanti ai giudici della decima sezione penale del tribunale di Roma. Per gli altri indagati che hanno deciso di sottoporsi a riti alternativi il gup deciderà il 28 settembre.


>>Continua a leggere "Investigazioni private e violazione della privacy a giudizio detective, poliziotti e clienti"

4253 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

007 privati, meno «corna» più spionaggio industriale

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 31 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Non più singoli Sherlock Holmes, detective privati abili nell'«arte di interpretare le orme», ma network aziendali strutturati, presenti in molte città italiane, soprattutto all’ombra del Pirellone.

Protagoniste di un vero e proprio boom negli ultimi due anni, le agenzie di investigazione si stanno ritagliando un ruolo sempre più importante tra i cittadini in tema di sicurezza.

La Lombardia, secondo uno studio della Camera di commercio di Milano, è la regione più spiata con le sue 526 agenzie (+13% rispetto al 2007), 214 in più della seconda classificata, il Lazio.

Milano, che ha triplicato il numero di licenze concesse ai detective negli ultimi dieci anni, è la seconda provincia più spiata d’Italia, dietro solo a Roma (259 agenzie per la capitale, 258 per il capoluogo lombardo).


>>Continua a leggere "007 privati, meno «corna» più spionaggio industriale"

2463 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Forlì: voleva spiare l'ex marito, il detective pasticcione si fa scoprire

Scritto da Spiare.com • Sabato, 17 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Danneggiamento aggravato ed esercizio abusivo della professione. Con queste accuse gli agenti della Squadra Mobile di Forlì hanno denunciato un investigatore privato di 42 anni, al quale era stata in passato negata l'autorizzazione perché colpevole di gravi negligenze. L'uomo era stato assoldato da una donna per spiare l'ormai ex marito, un operaio forlivese di 44 anni, ma è stato "beccato" mentre stava installando un dispositivo gps nell'auto dell'uomo.


La vicenda risale ad alcuni mesi fa. La moglie del quarantaquattrenne aveva assoldato l'investigatore privato per controllare i movimenti del compagno dal quale si era da poco separato. Per farlo il detective aveva deciso di piazzare sotto l'auto dell'operaio un gps, ma è stato sorpreso proprio dallo spiato. L'investigatore era riuscito a dileguarsi, ma il 44enne aveva preso nota di parte della targa dell'auto del fuggitivo.


>>Continua a leggere "Forlì: voleva spiare l'ex marito, il detective pasticcione si fa scoprire"

2895 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Indagini illegali, 29 detective e funzionari rischiano giudizio

Scritto da Spiare.com • Domenica, 31 maggio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Agenzie investigative senza scrupoli, con uomini capaci di violare leggi e regolamenti pur di acquisire tutte le informazioni utili e richieste. E' un quadro a tinte fosche quello che emerge dall'avviso di conclusioni delle indagini preliminari che è stato notificato nei giorni scorsi a 29 persone, tra detective privati, funzionari dell'agenzie delle entrate, impiegati.

L'atto d'accusa è compilato dal pm Pietro Saviotti che si accinge a chiedere il rinvio a giudizio di tutti o quasi gli indagati. I reati contestati sono molti e anche di più gli episodi illeciti.

I principali soggetti coinvolti facevano riferimento alla agenzia 'Professional Detective' che aveva sede all'Aquila.

Secondo il pubblico ministero "si associavano tra loro al fine di svolgere investigazioni illegali mediante continuativi trattamenti illeciti di dati personali, interferenze illecite aggravate nella vita privata, corruzioni di pubblica amministrazione e di incaricati di pubblico servizio, per atti contrari ai doveri di ufficio, rivelazioni e utilizzazioni di segreti d'ufficio, falsità ideologiche commesse dal provato in atto pubblico, false testimonianze e intralcio alla giustizia".

La maggior parte degli indagati erano anche citati nell'ordinanza di custodia cautelare emessa nel maggio dello scorso anno dal gip Marco Patarnello, che portò in carcere 17 persone tra amministratori e collaboratori di agenzie investigative di Roma, Torino, l'Aquila e Arezzo.


>>Continua a leggere "Indagini illegali, 29 detective e funzionari rischiano giudizio"

2350 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Milano è la capitale dei detective Spiano i dipendenti «fannulloni»

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 29 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private
Con 278 agenzie investigative, Milano è la capitale italiana degli spioni. I numeri sono chiari e li ha elaborati la Camera di Commercio che al secondo posto mette Napoli con 212 agenzie e al terzo Roma con 147.

Siamo tutti sotto la lente di Sherlock Holmes? «In realtà - dice Genuario Pellegrino, investigatore e presidente di Federpol, una delle maggiori associazioni del settore - a Milano le agenzie strutturate non sono più di un centinaio. Le altre sono microimprese a conduzione famigliare o, addirittura, formate da una sola persona, magari ex appartenenti all’Arma o alla Polizia di Stato».

A sentire i Marlowe meneghini, la piazza cittadina dà lavoro un po’ a tutti. Ma chi è il milanese che, con l’aria di crisi che tira, va a spendere soldi per un investigatore? Non certo il classico marito che vuole beccare in flagrante moglie e amante e che oltre al danno di ritrovarsi tradito, aggiunge la beffa di doversi pagare la patente di cornuto a suon di bigliettoni.

Nell’ambito famigliare il milanese si rivolge all’investigatore privato più per il controllo dei minori: un fenomeno che la dice lunga sulla drammaticità che oggi permea il rapporto genitori - figli.


>>Continua a leggere "Milano è la capitale dei detective Spiano i dipendenti «fannulloni»"

1917 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

GELOSIA, NEL 98% DEI CASI CHI NE E' COLPITO HA RAGIONE

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 11 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Investigazioni private

Si fa presto a dire che la gelosia e' un sentimento eccessivo: non ci sono pazzi o visionari, nel 98% dei casi il geloso ha ragione, parola di un investigatore privato come Elio Petroni.

Che spiega con professionalita' in una strapiena sala della casa del Cinema di Roma: ''la gelosia dei miei clienti termina non appena c'e' la prova del tradimento, una prova che quasi nessuno vuole poi vedere''.

''Il geloso vuole essere unico - dice - e la forma piu' completa di gelosia e' appunto la dittatura''. Con una pillola di cinismo da parte dell'ex direttore generale della Rai: ''essere fedeli in azienda non e' affatto un valore''.


>>Continua a leggere "GELOSIA, NEL 98% DEI CASI CHI NE E' COLPITO HA RAGIONE"

2431 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!