No alle intercettazioni telefoniche in base a denuncia anonima

Scritto da Spiare.com • Martedì, 10 febbraio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Il documento anonimo non costituisce elemento di prova né integra "notitia criminis". L'accusa, dunque, sulla sua base non può procedere ad intercettazioni trattandosi di atti che presuppongono l'esistenza di indizi di reato

La denuncia anonima è un atto inutilizzabile da un punto di vista probatorio, di conseguenza lo saranno anche le intercettazioni su di essa fondate. E la spiegazione del mancato utilizzo del suo contenuto in sede processuale sta nel fatto che il documento anonimo non soltanto non costituisce elemento di prova, ma neppure integra notitia criminis.
È quanto emerge dalla sentenza 4329/09 (qui leggibile come documento correlato) con cui la Cassazione ha ricordato che l'unico effetto degli elementi contenuti nella denuncia anonima può essere quello di stimolare l'attività di iniziativa del pubblico ministero e della polizia giudiziaria al fine di assumere dati conoscitivi diretti a verificare se dall'anonimo possono ricavarsi gli estremi utili per l'individuazione di una valida notitia criminis. Tali investigazioni, dirette ad acquisire elementi di prova utilizzabili, si pongono tuttavia fuori dalle indagini preliminari, appunto perché sfornite di pregressa notitia criminis.


>>Continua a leggere "No alle intercettazioni telefoniche in base a denuncia anonima"

3162 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!