Intercettazioni, spira un brutto vento sulla cronaca giudiziaria

Scritto da Spiare.com • Domenica, 7 giugno 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Un cronista di nera del “Piccolo”, che si era occupato di un incidente stradale mortale, viene interrogato da un maresciallo dei Carabinieri come persona informata sui fatti. E una delle domande è questa: “ma perché lei non si limita ad accedere esclusivamente alle informazioni ufficiali, invece di rivolgersi anche ad altre fonti per avere le notizie?” Sembra una battuta.

Purtroppo è stata detta sul serio, ed è pure significativa: perché fa capire benissimo quale vento spiri sulla cronaca giudiziaria ai tempi del ddl Alfano. Martedì prossimo, subito dopo la fine del voto europeo, va in aula alla Camera un testo che, nella sua versione originaria, è fatto apposta per soddisfare l’aspirazione del maresciallo.

L’intento dichiarato è quello, apparentemente nobile, di salvaguardare meglio la riservatezza delle persone. Ma la privacy non c’entra, in realtà.

Infatti non è stata nemmeno presa in considerazione la proposta, espressamente sostenuta da sindacato e Ordine dei giornalisti, di introdurre una “udienza-filtro” nella quale magistrati e avvocati si accordano sulle parti delle intercettazioni da secretare perché prive di rilevanza nel procedimento e relative a vicende private.


>>Continua a leggere "Intercettazioni, spira un brutto vento sulla cronaca giudiziaria"

1917 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!