Vietati i controlli a distanza

Scritto da Spiare.com • Martedì, 6 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Visitare siti, scaricare file, archiviare dati, mandare mail agli amici. In una parola, rimanere connessi con i propri interessi anche quando si è in ufficio. Le nuove tecnologie permettono di farlo in modo agevole. Talmente comodo e facile che spesso ci si dimentica, almeno quando si è alla scrivania, che internet e la posta elettronica sono dotazioni di lavoro.

L'azienda che li mette a disposizione ha tutto l'interesse a evitare eventuali abusi, ma deve fare i conti con le garanzie contenute nello Statuto dei lavoratori e con la tutela della privacy. Un equilibrio da costruire tenendo conto dei principi di necessità e correttezza nell'uso dei dati personali.

Un dato di partenza è, tuttavia, che non possono essere impiantati audiovisivi o altre apparecchiature che permettano un controllo a distanza dei lavoratori. In tal senso l'articolo 4 dello Statuto dei lavoratori (legge 300/1970) è chiaro: se l'azienda vuole, per esempio, monitorare la navigazione su internet dei propri addetti deve prima parlarne con i sindacati e raggiungere con loro un accordo. Altrimenti, niente da fare. Si deve chiamare in causa l'ispettorato del lavoro.


>>Continua a leggere "Vietati i controlli a distanza"

2183 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

TERRORISMO: RAFFORZATI CONTROLLI A NATALE, ANCHE IN VATICANO

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 5 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio
Un rafforzamento dei controlli sul territorio, con le forze di polizia che devono essere "ben visibili" non solo nei luoghi di culto o nelle zone più turistiche delle grandi città, ma anche nei centri commerciali, particolarmente affollati a Natale. E un monitoraggio costante e continuo di internet e di tutti quei luoghi frequentati abitualmente dagli islamici, primi tra tutti money transfer e phone center.

Perché, come ha ripetuto anche il capo della polizia Antonio Manganelli, "non c'é nessun segnale d'allarme" ma, vista la situazione internazionale creatasi dopo gli attentati a Mumbai, "non bisogna abbassare la guardia". Le indicazioni sono contenute nella circolare di sette pagine che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha inviato a prefetti e questori di tutta Italia in vista delle festività natalizie; disposizioni generali e specifiche sia per quanto concerne la prevenzione di atti terroristici sia per l'ordine pubblico (attraverso il contrasto agli ambulanti e alla vendita di fuochi artificiali illegali).


>>Continua a leggere "TERRORISMO: RAFFORZATI CONTROLLI A NATALE, ANCHE IN VATICANO"

1978 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!