I siti che spiano la history del browser

Scritto da Spiare.com • Domenica, 5 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Privacy

Navigare in Internet significa lasciare delle tracce. Non si tratta solo di conservare sul proprio PC la cronologia, ma anche di permettere ai siti di conoscere le nostre abitudini. Esiste infatti un sistema relativamente semplice per scoprire dove sia stato un utente, ed è quello usato e spiegato da What The Internet Knows About You, un sito dal nome decisamente esplicativo (significa Che cosa sa Internet di te). Il trucco sta nello sfruttare il modo in cui il browser gestisce i siti visitati. Come sappiamo i link - presenti nelle pagine Web - che si riferiscono ai siti che abbiamo già visitato appaiono con un aspetto diverso rispetto a quelli dei siti che ancora non abbiamo aperto.


Questa differenziazione tra i due tipi di collegamento non rimane confinata al browser ma è spesso, potremmo dire, di dominio pubblico: sfruttando la pseudoclasse CSS :visited (che ha appunto il compito di controllare l'aspetto dei link visitati), un sito può ospitare un elenco di migliaia di link e vedere se i suoi visitatori siano passati da uno di quelli facendo un semplice controllo.


>>Continua a leggere "I siti che spiano la history del browser"

2254 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Nessun browser si salva davvero. Parola di hacker!

Scritto da Spiare.com • Sabato, 27 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Nella tradizionale sfida Pwn2Own organizzata da Tipping Point che vede le software house da una parte e gli hacker dall´altra, è stato facile decretare la vittoria dei primi che hanno battuto "gli avversari" per 4-1. Nell´edizione 2010 le sfide erano quelle di riuscire a sferrare un attacco sfruttando una qualche vulnerabilità di un browser web e bucare un sistema mobile.

I browser web presi in considerazione sono stati Firefox 3, Internet Explorer 8, Google Chrome 4 e Safari 4 (i primi tre su Windows 7 e l´ultimo su Mac OS X 10.6), tutti correttamente aggiornati all´ultima release.

Safari 4 è stato il primo ad essere violato ad opera di Charlie Miller che ha sfruttato una falla del browser e sferrato un attacco da remoto.


>>Continua a leggere "Nessun browser si salva davvero. Parola di hacker! "

2194 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!