Obiettivo iniziale dell'attacco sono banche russe e ucraine

Scritto da Spiare.com • Martedì, 9 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Un gruppo di hacker, presumibilmente russi, ha realizzato una versione più potente e sofisticata del già noto BlackEnergy Trojan che, nel 2008, produsse una serie di indefiniti danni a carico di obiettivi della Georgia, prima di essere individuato e neutralizzato.


Stavolta l'obiettivo sono gli istituti bancari russi e ucraini; lo riferisce Joe Sewart, ricercatore capo di SecureWorks, che racconta che già diverse credenziali bancarie sono state forzate e che il botnet ha inoltre avviato una attacco distribuito di tipo DDoS.

La sofisticazione dell'attacco sta proprio nel fatto che, per bonificare i server bancari dal DDoS il livello di attenzione dei servizi di sicurezza si abbassa consentendo un più facile accesso agli account bancari.


>>Continua a leggere "Obiettivo iniziale dell'attacco sono banche russe e ucraine"

1848 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!