C'è una "Spy-story" nelle Asl pugliesi Cimici e intercettazioni: la Procura indaga

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 19 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Per ora è una brutta storia di intercettazioni e microspie, ma potrebbe presto diventare un Watergate tutto pugliese.

La procura di Bari sta indagando, nel massimo riserbo, su alcune presunte operazioni di bonifiche ambientali effettuate da due aziende sanitarie.

Operazioni che poi si sarebbero trasformate, secondo l'ipotesi investigativa, in un vero spionaggio.

Per adesso è solo una pista investigativa, ma gli indizi trovati sono inquietanti. Il protagonista è un investigatore privato, uno dei massimi esperti in Italia in materia di microspie e intercettazioni. Si chiama Antonio Coscia e vive nella provincia di Foggia. Da alcuni giorni è ufficialmente indagato della Procura di Bari che coinvolgono la sanità pugliese.


>>Continua a leggere "C'è una "Spy-story" nelle Asl pugliesi Cimici e intercettazioni: la Procura indaga"

2307 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Microspie negli uffici delle Asl indagato investigatore abusivo

Scritto da Spiare.com • Martedì, 13 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Assoldato per bonifiche, spiava affari e telefonate. Antonio Coscia è al centro dell'indagine della guardia di finanza sugli strani incarichi ricevuti da parte di alcuni enti

 

Bonifiche e microspie. Una specie di investigatore privato, appalti strani e forse anche intercettazioni abusive. Le indagini della procura di Bari sulla pubblica amministrazione si arricchisce di un nuovo fascicolo, a forti tinte gialle: una storia che nasce come corollario di quella principale sul "sistema criminale" che avrebbe gestito in questi anni la sanità ma che potrebbe presto diventarne un capitolo fondamentale.

L´inchiesta è sul tavolo del sostituto procuratore Teresa Iodice ed è condotta dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza. Il punto di partenza è uno strano personaggio, Antonio Coscia, il cui nome è iscritto nel registro degli indagati con l´accusa di esercizio abusivo della professione di investigatore. L´uomo è un imprenditore foggiano: la sua azienda individuale, la A. C. Elettronica con sede a Lucera, in provincia di Foggia, comincia a lavorare con la Asl della capitanata nel 2008 grazie agli ottimi rapporti di Coscia con uno dei sub commissari. È così che l´azienda comincia ad avere, per lo più in affidamento diretto, una serie di appalti per la sorveglianza elettronica di alcuni ospedali (a San Severo, per esempio o ad Apricena).


>>Continua a leggere "Microspie negli uffici delle Asl indagato investigatore abusivo"

2224 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!