Ecco perché Van Gogh si taglio' l'orecchio

Scritto da Spiare.com • Domenica, 27 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Il mistero sulla più famosa mutilazione della storia dell'arte può finalmente essere risolto: secondo uno studioso, a spingere Vincent Van Gogh a mozzarsi l'orecchio fu l'apprendere che il fratello Theo, da cui l'artista dipendeva finanziariamente e psicologicamente, stava per sposarsi.

Questa la tesi sostenuta da Martin Bailey, autore di un volume su Van Gogh e curatore di due mostre sulla sua opera, di cui tratterà il prossimo numero di The Art Newspaper, anticipato oggi dal Sunday Times.

La teoria su un Van Gogh sconvolto dal timore che il fratello, preso dai nuovi impegni coniugali, non l'avrebbe più sostenuto economicamente, è stata elaborata da Bailey dopo una scrupolosa indagine su una lettera che il maestro dei Girasoli inserì in un dipinto completato poco dopo essersi tagliato l'orecchio. Secondo Bailey, la lettera fu scritta dallo stesso Theo da Parigi nel dicembre 1888 e conteneva la notizia del suo fidanzamento, il che avrebbe turbato nel profondo un Vincent già disturbato psicologicamente e l'avrebbe condotto, poco prima del Natale 1888, al famoso gesto di autolesionismo, le cui ragioni erano rimaste finora avvolte nel mistero.


>>Continua a leggere "Ecco perché Van Gogh si taglio' l'orecchio"

2606 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Misteriose iscrizioni sulla Sindone

Scritto da Spiare.com • Martedì, 1 dicembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

E’ la reliquia per eccellenza. Non solo importante perché recherebbe impresse le fattezze di Gesù, ma perché testimonierebbe  il momento della resurrezione cardine della credenza cristiana.

Ma come qualsiasi reperto suscita domande, perplessità. E’ stata fotografata, sottoposta a varie analisi, tra cui la tanto discussa analisi al radiocarbonio 14, esame che permette di datare i reperti.

Sono stati condotti esami sulle tracce di sangue presente sul lenzuolo, esami del polline, è stato analizzato il tessuto, sono state fatte comparazioni e indagini storiche per verificare usi e costumi dell’epoca in  cui sarebbe stata generata. Ogni esame ha prodotto risultati e ogni risultato è stato poi ribaltato e criticato dalle due fazioni opposte.

Si, è il sudario nel quale è stato avvolto Cristo prima della resurrezione. No, è un abile falso medioevale, fatto circolare ad arte per diffondere il credo cristiano.


>>Continua a leggere "Misteriose iscrizioni sulla Sindone "

2570 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

È un'opera il mistero di Emanuela Orlandi

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 30 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Emanuela Orlandi, scomparsa a 15 anni nell’83 a Roma e più ritrovata, la cui vicenda è tornata recentemente d’attualità dopo le rivelazioni sul possibile ruolo della banda della Magliana nel rapimento, non sarà dimenticata finché qualcuno ne racconta la storia: da questa convinzione è nata l’opera Il caso Rigoletto, in cartellone in questi giorni alla Neuköllner Oper di Berlino.

Trama e musica dell’opera di Giuseppe Verdi si fondono con l’enigma della scomparsa di Emanuela e la musica di Etta Scollo, che interpreta anche uno dei ruoli principali.

La storia non è più ambientata alla corte di Mantova ma a Roma, dentro e fuori il Vaticano. E Rigoletto non è il buffone di corte bensì il padre di Emanuela, Ercole Orlandi, deceduto nel 2004.


>>Continua a leggere "È un'opera il mistero di Emanuela Orlandi"

2309 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I barbiturici e il rogo senza innesco. Tutti i misteri di via Due Ponti

Scritto da Spiare.com • Domenica, 22 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

UN CELLULARE di tipo palmare "Samsung" sparito nel nulla e un "Nokia n73", trovato invece accanto al corpo, di cui si ignorava l'esistenza, con una scheda e un numero diversi da quelli noti a carabinieri e Procura.

Un computer portatile sopravvissuto all'acqua corrente in cui era immerso e dunque salvo nel suo hard-disk. Un flacone vuoto di "Minias" gocce. Una bottiglia di whisky "Ballantine's" altrettanto vuota.

L'impronta "pulita" lasciata dal cadavere sul soppalco. Dei diffusori di incenso. E poi "cinque sacchi di immondizia; dvd musicali; un fallo in gomma di 40 centimetri.

Squadra Mobile e Scientifica sono tornati ieri ad affacciarsi sul buco di dieci metri quadri di via due Ponti 180 in cui Brenda - sappiamo ora - è morta per soffocamento da fumo, per chiudere l'inventario degli oggetti sequestrati e dei dettagli da esplorare.

Ma, soprattutto, per constatare la persistenza della sensazione avvertita nelle prime ventiquattro ore. Che la scena del crimine resta un rompicapo disseminato di incongruenze.


>>Continua a leggere "I barbiturici e il rogo senza innesco. Tutti i misteri di via Due Ponti"

2200 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

La cella, il malore, la visita: 4 ore di misteri

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 16 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

C'è una frase, scritta da un sottufficiale della polizia penitenziaria e contenuta nella relazione trasmessa dalla Direzione generale delle carceri al ministro della Giustizia, in cui è racchiuso il mistero della morte di Stefano Cucchi.

Spiega che «durante la permanenza presso le camere di sicurezza», all’incirca tra le 9.30 e le 12.30 di venerdì 16 ottobre, prima dell’udienza di convalida dell’arresto avvenuto la sera di giovedì 15, «il Cucchi è stato custodito da solo in camera singola.

La vigilanza e movimentazione del medesimo sono state curate congiuntamente dai carabinieri e dalla polizia penitenziaria addetti alla vigilanza».


>>Continua a leggere "La cella, il malore, la visita: 4 ore di misteri"

1762 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

LA STORIA DI DRACULA E DEI VAMPIRI

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 9 novembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili
Il vero nome, o meglio il soprannome, del Principe della Valacchia non era, come erroneamente si pensa, Dracula, adattato dal rumeno, bensì Draculea.

Di origine latina, questo soprannome gioca sull'ambiguità del sostantivo DRAC, che significa dragone o diavolo, mentre UL è un articolo determinativo, pari al nostro "il"; EA significa "figlio di", in quanto il soprannome della sua casata gli derivava dal padre.

Ma qual’è la vera storia del principe Vlad? L'8 febbraio del 1431, a Norimberga, l'imperatore Sigismundo di Lussemburgo concesse il governo della Valacchia a Vlad II, uno dei suoi più fedeli e valorosi sostenitori.

Per convalidare questa investitura, l'imperatore diede al suo protetto un medaglione dorato con inciso un drago: era questo, infatti, il sigillo dei cavalieri dell'Ordine del Drago al servizio di Sigismundo.


>>Continua a leggere "LA STORIA DI DRACULA E DEI VAMPIRI"

8050 hits
Tags:
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

E' «giallo» a Matino Incendi a raffica e paura nella strada dei misteri

Scritto da Spiare.com • Sabato, 17 ottobre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Nella casa dei misteri ora il «gioco» si fa pesante. E dalle bomboniere rotte e qualche bruciacchiatura di mobili e suppellettili di venti giorni fa, si è passati agli incendi veri e propri. Roghi misteriosi, divampati pure nelle abitazioni vicine a quella ormai «famosa» per i singolari fenomeni che hanno fatto anche gridare alle presenze demoniache e intervenire un sacerdote esorcista. Lunedì all’alba è andata a fuoco la casa della 94enne Maria Vitali, in via Puccini, poi per tutta la giornata di ieri si sono contati non meno di sei-sette focolai di incendio distribuiti fra le case dei figli e dei nipoti dell’anziana, tutte ubicate nel raggio di pochi metri, nel centro storico di Matino. 

Per una strana combinazione, gli incendi hanno interessato le case nelle quali l’ultranovantenne è stata ospitata da quando il fuoco ha reso inagibile la sua abitazione. Un’apparentemente inspiegabile «persecuzione». Ieri mattina erano passate da poco le otto quando per primo ha preso fuoco un materasso nella casa della figlia della 94enne. Neanche il tempo di rendersi conto dell’accaduto, che i parenti dell’anziana si sono trovati alle prese con una nuova emergenza: un rogo è divampato anche nella casa dell’altro figlio, dove sono andate distrutte due poltrone, la tenda di plastica di un bagno-doccia, un passeggino per bambini, un materasso e finanche la tavoletta in plastica che copriva i sanitari. A questo punto è di nuovo scattato l’allarme.


>>Continua a leggere "E' «giallo» a Matino Incendi a raffica e paura nella strada dei misteri"

2839 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Festival dei Misteri, 200 tappe nel lato oscuro del Veneto

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 5 ottobre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Misteri inspiegabili

Novembre sarà in tutto il Veneto il mese del Festival dei Misteri: circa 200 eventi in oltre un centinaio località disseminate in tutte le province della regione faranno rivivere il ricco mondo semisconosciuto, ora oscuro, ora fiabesco, delle leggende e delle entità nascoste della regione.

L’iniziativa è stata presentata al Castello Cini di Monselice (Padova), dove è accreditata la presenza di ben tre fantasmi.

Proprio presentando l’iniziativa il vicepresidente della Giunta regionale Franco Manzato, è stato interrotto dal fantasma, in carne e ossa, della bella Bianca, murata viva cinque secoli fa nel castello di Susegana dalla signora di Collalto che la riteneva amante del marito, che ha scelto questa occasione per ribadire al mondo la sua innocenza.

Lo fa da sempre, ma sono in pochi ad ascoltarla, nelle sale del castello durante le notti di plenilunio.


>>Continua a leggere "Festival dei Misteri, 200 tappe nel lato oscuro del Veneto "

6183 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Google e i misteri inspiegabili Cronaca di un sabato “alieno”

Scritto da Spiare.com • Domenica, 6 settembre 2009 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

E durata 24 ore esatte. Ma è stata la caccia ai “misteri inspiegabili” più divertente degli ultimi mesi. Se la sono inventata quelli di Google Italia. E in poche ore il web è passato dalla curiosità al dubbio, dal divertimento all’ansia. Perché il motore di ricerca più famoso del mondo ha deciso di dedicare il suo logo ad un Ufo? Perché lo ha fatto senza dare spiegazioni?

Perché tanto mistero? Ecco la storia di un tranquillo sabato di fine estate. Ecco la storia di un enigma costruito a tavolino. Ecco quello che è accaduto sabato 5 settembre 2009. In via Internet.Il gioco è cominciato alle prime luci dell’alba del primo sabato di settembre.

Il primo sabato lontano dalle vacanze e con la testa già ad un anno di lavoro, di stress, di corse contro il tempo.Quelli che hanno acceso il computer mentre sorseggiavano il caffè non se ne devono essere accorti subito. Il marchio di Google era cambiato.

Non è una cosa particolarmente strana. A Larry Page e Sergey Brin, i fondatori del motore di ricerca, il giochino è sempre piaciuto molto. Il logo cambia quando c’è da ricordare un evento importante. I grafici ridisegnano il marchio e un “title”, che si attiva al passaggio del mouse, spiega la scelta.


>>Continua a leggere "Google e i misteri inspiegabili Cronaca di un sabato “alieno”"

3323 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!