La felpa anti-spionaggio

Scritto da Spiare.com • Sabato, 19 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Una felpa che rende invisibili ai droni? Lo stilista americano Adam Harvey ha presentato a Londra la prima collezione «anti-spionaggio», una linea d’abbigliamento che permette l’occultamento di chi la indossa. Una protesta contro il Grande Fratello moderno – che tutto vede e tutto sa. Solo paranoia? Una burla? No, la sua Stealth Wear è terribilmente seria.

INVISIBILI - I suoi capi non vogliono essere eleganti o all’ultima moda, ma funzionali. Giovedì scorso, l’artista di New York e la collega Johanna Bloomfield hanno presentato sulla passerella londinese una mantellina col cappuccio decisamente insolita. La sua funzione? Nientemeno che proteggere dalla totale sorveglianza. 


>>Continua a leggere "La felpa anti-spionaggio"

1964 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Mafia, l’archivio segreto degli 007. Ecco le carte su omissioni e depistaggi

Scritto da Spiare.com • Martedì, 15 gennaio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili
È l’archivio dei “non so” e dei “non ricordo”, dei silenzi e delle amnesie di quei funzionari dei servizi segreti che hanno indagato sulle uccisioni di Falcone e di Borsellino. È l’archivio dei ciechi, dei muti e dei sordi. L’archivio delle verità sepolte. Sui sopralluoghi a Capaci. Sugli avvistamenti in autostrada prima del 23 maggio 1992. Sul pericolo di attentati futuri. C’è anche il capitolo scabroso del falso pentito Vincenzo Scarantino e del suo depistaggio.

Sono 318 i documenti top secret finiti nella relazione conclusiva della commissione parlamentare antimafia sulle stragi, montagne di carta straccia e poi qualche atto che rivela qua e là tutte le reticenze degli apparati di sicurezza, analisi senza influenza diretta sulle investigazioni e alcuni fogli che dimostrano la memoria corta degli 007 sul campo o al contrario – come nel caso dell’inchiesta taroccata sugli assassini di Paolo Borsellino – una “frenesia” molto sospetta.


>>Continua a leggere "Mafia, l’archivio segreto degli 007. Ecco le carte su omissioni e depistaggi"

1777 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Caso Orlandi: “Wojtyla ha permesso l’omertà su mia sorella”

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 6 aprile 2012 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Terrorismo turco, servizi segreti dell’Est, Cia, intelligence italiana, Vaticano, il crack del Banco Ambrosiano, lo Ior, la banda della Magliana. Il rapimento di Emanuela Orlandi è stato di fatto associato a tutti questi ambienti, senza mai arrivare alla verità. Il fratello Pietro chiede verità e giustizia e dice: «Abbiamo ripetutamente fatto richieste di collaborazione alla Santa Sede e alla persona di Giovanni Paolo II» ma «purtroppo, permise al silenzio e all’omertà di calare inesorabilmente su questa vicenda».Emanuela Orlandi, cittadina vaticana di 15 anni, figlia di un commesso pontificio, sparì il 22 giugno 1983, nel centro di Roma mentre tornava a casa dopo la lezione di musica. Inghiottita da un intrigo internazionale senza precedenti, che è diventato uno dei più torbidi gialli del secondo Novecento. Terrorismo turco, servizi segreti dell’Est, Cia, intelligence italiana, Vaticano, il crack del Banco Ambrosiano, lo Ior, la banda della Magliana. 


>>Continua a leggere "Caso Orlandi: “Wojtyla ha permesso l’omertà su mia sorella” "

2096 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Caso Calvi: Assolti Carboni, Calò e Diotallevi. Il mistero del banchiere “suicidato”

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 7 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Dopo due ore di camera di consiglio la Corte di assise di Appello di Roma ha confermato la sentenza di assoluzione per insufficienza di prove, emanata in primo grado il 6 giugno 2007, nei confronti di Flavio Carboni, Pippo Calò ed Ernesto Diotallevi, imputati per l'omicidio di Roberto Calvi, l'ex presidente del Banco Ambrosiano trovato impiccato, nel giugno del 1982, sotto il ponte londinese dei Frati Neri.

Per leggere le motivazioni dei giudici, invece, occorrerà attendere 90 giorni.Non è stata quindi accolta la richiesta di condanna all'ergastolo per i tre imputati formulata dal pm Luca Testaroli che, al termine della sua arringa conclusiva, aveva indicato nella cattiva gestione del denaro di Cosa Nostra e nel timore che potessero essere rivelati i segreti del sistema di riciclaggio messo in atto dal Banco Ambrosiano i motivi principali alla base dell'omicidio del "banchiere di Dio".


>>Continua a leggere "Caso Calvi: Assolti Carboni, Calò e Diotallevi. Il mistero del banchiere “suicidato” "

3738 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

E' affogata la verità

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 10 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

La giustizia forse non verrà mai a galla. È affogata la verità. Quello di via Poma è destinato a restare uno dei grandi misteri della cronaca italiana. Un intreccio di vite che si rincorrono, un romanzo nero lungo vent’anni su cui non è stata scritta ancora la parola «fine». Quando è arrivata in redazione la notizia del suicidio di Pietrino Vanacore, un brivido mi ha percorso la schiena.

Perché i protagonisti di questa storia maledetta sono sempre stati solo due: Simonetta e Pietrino. Gli altri erano e restano comparse. Anche se il prossimo capitolo dovesse darci la sorpresa di un colpevole del delitto.

Perché la segretaria e il portiere sono diventati la metafora dell’esistenza spezzata, la strage dell’innocenza e il sospetto della conoscenza. La terribile ombra di un segreto profondo e inconfessabile.


>>Continua a leggere "E' affogata la verità"

2480 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

MISTERO ITALIA: MISTERI CARONIA, INCENDI, FRANA

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 3 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Sicilia, Messina:  Caronia, il paese che frana, è noto in Italia e nel mondo per  alncuni strani fenomeni, i misteri di Caronia. Ufo, poltergeist, dolo o cos'altro a Canneto di Caronia? -

Caronia, paese della Sicilia in provincia di Messina, ora noto per la frana che investe alcune zone del territorio della stessa Caronia, nel recente passato è entrata nelle cronaca d'Italia e internazionale per via di quanto accaduto nella sua frazione di Canneto, piccolo agglomerato di 50 abitanti.


>>Continua a leggere "MISTERO ITALIA: MISTERI CARONIA, INCENDI, FRANA"

2849 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il mistero del pensionato scomparso e dello scheletro fatto con le ossa di altre cinque persone

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 1 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

La Procura e la Squadra Mobile di Roma hanno scoperto che uno sconosciuto ‘collezionista di ossa’ ha formato un scheletro con quelle di cinque persone diverse, tre donne due uomini morti tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni 2000.

È un folle oppure un assassino? Lo scheletro è stato trovato in via Pescaglia, nel quartiere della Magliana a Roma.

Accanto c’erano un portafogli con un documento e un mazzo di chiavi appartenenti a un pensionato scomparso nel 2003, Libero Ricci, del quale si era occupato “Chi l’ha visto?”.

Nessuna delle ossa finora identificate gli appartiene.

L’Istituto di Medicina Legale di Roma insieme al  laboratorio "Circe" del dipartimento di scienze ambientali di Caserta, dell’Università di Napoli, hanno avviato una ricerca tecnologica d’avanguardia sui campioni ossei...


>>Continua a leggere "Il mistero del pensionato scomparso e dello scheletro fatto con le ossa di altre cinque persone"

3140 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

I misteri della Banda della Magliana

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 8 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Misteri inspiegabili

Enrico De Pedis detto “Renatino”, Franco Giuseppucci, meglio conosciuto come “Er negro”, Maurizio Abbatino soprannominato “Crispino”, Fulvio Luccioli “Il sorcio”; e ancora Antonio Leccese e Giuseppe Magliolo, rispettivamente “Riccioli d'oro” e “Il killer”.

Sono solo alcuni dei componenti di un organizzazione criminale chiamata “Banda della Magliana” che, a partire dagli anni 70', per più di un decennio ha operato nella capitale, gestendo praticamente ogni tipo di traffico illecito e il cui operato si è spesso incrociato con le più oscure vicende della cronaca nera italiana.

Nata come un gruppo organizzato di rapinatori con aspirazioni di controllo del territorio romano, la banda della Magliana riesce a fare un importante saltò di qualità, rinvestendo i propri proventi illeciti nel traffico di droga, in sequestri e avviando giri di scommesse clandestine, diventando in breve tempo una vera e propria holding del crimine.


>>Continua a leggere "I misteri della Banda della Magliana"

9732 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

MISTERI ITALIANI DA USTICA A MORO

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 15 gennaio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Misteri inspiegabili

Massimo Ciancimino parla di antichi misteri di Palermo e d'Italia, da Ustica al caso Moro, dagli omicidi di Michele Reina e Pietro Scaglione a quello di Piersanti Mattarella. E riferisce di presunte tangenti che sarebbero state "consegnate da Romano Tronci all'onorevole Enrico La Loggia" (ex Dc, poi ministro di Forza Italia), ma anche di "una somma di denaro (duecentocinquantamila euro) personalmente ed urgentemente consegnata da egli stesso (Ciancimino junior, ndr) nel 2005 a Gianni Lapis e destinata al senatore Carlo Vizzini" (senatore del Pdl, membro della commissione Antimafia).

Nei verbali depositati oggi dai pm Antonio Ingroia e Nino Di Matteo, al processo Mori, c'e' anche una sorta di riscrittura di vecchi fatti: fonte di Massimo sarebbe stato il padre, Vito Ciancimino, l'ex sindaco mafioso del sacco di Palermo, morto nel 2002. E fonte di quest'ultimo, il piu' delle volte, sarebbe stato Bernardo Provenzano o un misterioso uomo dei Servizi segreti, conosciuto da Ciancimino jr. "prima degli anni '80" e che sarebbe stato in grado di parlare della vicenda Moro, quando i Servizi avrebbero chiesto a Provenzano di intervenire per non far liberare il presidente della Dc, sequestrato dalle Brigate Rosse.


>>Continua a leggere "MISTERI ITALIANI DA USTICA A MORO"

4764 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!