Fbi arresta hacker che rubò foto osè di Scarlett Johansson

Scritto da Flash News 100spiare • Giovedì, 13 ottobre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Notizie
Sospetto di 35 anni preso dopo 11 mesi di indagine

L'Fbi ha arrestato un uomo di 35 anni sospettato di essere il presunto hacker che ha trafugato delle foto osé di alcune star internazionali come le attrici Scarlett Johansson e Mila Kunis e la cantante Christina Aguilera direttamente dal telefonino. La polizia federale ha spiegato di avere arrestato Christopher Chaney a Jacksonville, al termine di un'inchiesta durata 11 mesi.


Chaney, che deve rispondere di ben 26 capi d'imputazione, è accusato tra l'altro di essersi furtivamente 'introdotto' nei telefoni cellulari delle sue vittime e di avere intercettato illegalmente delle loro telefonate.


>>Continua a leggere "Fbi arresta hacker che rubò foto osè di Scarlett Johansson"

2595 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Petraeus: al Qaida in Penisola arabica grave minaccia

Scritto da Flash News 100spiare • Mercoledì, 14 settembre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence
Direttore Cia: importante presenza nello Yemen e in Somalia

Dieci anni dopo gli attentati dell'11 settembre, al Qaida rappresenta ancora una grave minaccia per gli Stati Uniti: è quanto ritiene il nuovo direttore della Cia, David Petraeus, che ha avvertito sulla pericolosa ascesa del gruppo terroristico soprattutto nella Penisola arabica. "Al Qaida nella Penisola arabica sta emergendo come il nodo più pericoloso nella lotta globale alla jihad", ha detto l'ex comandante delle truppe Nato in Afghanistan nella sua prima audizione al Congresso.


>>Continua a leggere "Petraeus: al Qaida in Penisola arabica grave minaccia"

1728 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Il nuovo Direttore della CIA è Petraeus

Scritto da Flash News 100spiare • Mercoledì, 7 settembre 2011 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence
Mossa che segue il rimpasto della squadra dedicata alla sicurezza nazionale di Obama

Dopo 37 anni nell'Esercito, David Petraeus si è insediato oggi come nuovo direttore della Cia, al termine di una cerimonia alla Casa Bianca presieduta dal vicepresidente Joe Biden.
Il generale in pensione prende il posto di Leon Panetta; sarà il ventesimo direttore dell'agenzia di intelligence. La mossa segue il rimpasto del team per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti Barack Obama che ha portato il trasferimento di Panetta da capo della Cia a segretario della Difesa, dopo che lo scorso primo luglio Robert Gates ha lasciato l'incarico andando in pensione.


>>Continua a leggere "Il nuovo Direttore della CIA è Petraeus"

1789 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Air Force One. 11 settembre: il pilota "la mia missione era salvare Bush"

Scritto da Flash News 100spiare • Sabato, 27 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Sicurezza personale
Il racconto di quel giorno nel 10° anniversario dell'attacco

Mark Tillman, il pilota dell'Air Force One ai tempi dell'era Bush, era stato preparato per mesi su come agire in caso di attacco terroristico, ma come lui stesso ammette, nessun training può preparare a un evento come l'11 settembre. "Era diverso, si trattava di un attacco dall'interno e il presidente non voleva seguire la procedura da mettere in atto in caso di attacco nucleare: nasconderlo, tenerlo al sicuro e permettere al governo di lavorare", afferma Tillman su Usa Today.

Il pilota si è ritirato dal ruolo di colonnello dell'Air Force nel 2009,
e in occasione del decimo anniversario del maggiore attacco
terroristico sul suolo americano accetta di raccontare quella giornata.
"Siamo stati certi che fosse un attacco terroristico quando è stata
colpita anche la seconda torre del World Trade Center", racconta.


>>Continua a leggere "Air Force One. 11 settembre: il pilota "la mia missione era salvare Bush""

4155 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Trovate a Heathrow le carte della fuga di Albert Einstein

Scritto da Flash News 100spiare • Lunedì, 22 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence
Il documento di "sbarco" a Dover, era il 26 maggio 1933

Sono stati ritrovati dopo circa ottant'anni i documenti che testimoniano la fuga dalla Germania nazista del grande filosofo e fisico tedesco Albert Einstein in Gran Bretagna.



I responsabili dell'aeroporto londinese di Heathrow sono rimasti "sbalorditi" - scrive il Mail on Sunday che riporta la notizia - di fronte alla scoperta della carta di sbarco che segna l'arrivo del Premio Nobel per la Fisica (1921) a Dover, nel Regno Unito: era il 26 maggio 1933.

Einstein, che era ebreo, arrivava da Ostenda, Belgio, si dichiarava
"professore" e aveva già acquisito la nazionalità svizzera. Sul retro
del foglio il padre della fisica moderna - che dal 1914 aveva una
cattedra all'Accademia prussiana di Scienze a Berlino - scrive di essere
diretto a Oxford.



Il documento sarà in mostra da domani al museo nazionale dell'Agenzia di
frontiera britannica (Uk Border Agency's national Museum). "Non
sapevamo neanche che questa carta di sbarco esistesse - ha confidato la
sovrintendente Lucy Gardner - fino a quando non abbiamo visitato gli
uffici della 'Uk Border Agency' a Heathrow".


>>Continua a leggere "Trovate a Heathrow le carte della fuga di Albert Einstein"

1886 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Aziende Usa sviluppano software per censura web

Scritto da Flash News 100spiare • Giovedì, 18 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Controllo computer, Tecnologie Investigative
Forniscono i filtri per controllare internet nelle dittature

La censura su internet e' una delle armi più incisive a cui i regimi dittatoriali mediorientali ricorrono nel tentativo di reprimere il dissenso e uno dei motivi di vergogna degli Stati Uniti.

Da un lato, il governo americano si dichiara favorevole all'estensione dei diritti democratici nel globo; ma dall'altro, le aziende americane forniscono gran parte della tecnologia che i regimi dittatoriali mediorientali utilizzano per controllare i cittadini e schiacciare sul nascere ogni focolaio di protesta.

Come riferito al Wall Street Journal da fonti interne, McAfee, azienda
di sicurezza informatica che il mese scorso e' stata acquistata da
Intel, ha prodotto il programma che filtra i contenuti dei servizi
internet
in Bahrain, Arabia Saudita e Kuwait. Mentre la californiana
Blue Coat Systems ha venduto sistemi hardware e altra tecnologia, che
sono stati utilizzati insieme ai filtri McAfee per bloccare l'accesso a
siti web in Bahrain, Emirati Arabi e Qatar. Il Bahrein dovrebbe
abbandonare McAfee e passare alle soluzioni tecnologiche di Palo Alto
Networks, azienda che offre maggiori opzioni di blocco e rende molto più
difficoltoso eludere la censura.


>>Continua a leggere "Aziende Usa sviluppano software per censura web"

2879 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Intercettazioni, arrestato l'ex caporedattore News of the World

Scritto da Flash News 100spiare • Giovedì, 11 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni
Polizia sospende il suo capo della comunicazione

La polizia britannica ha arrestato Greg Miskiw, ex caporedattore del News of the World, sospettato di essere implicato nello scandalo degli intercettazioni telefoniche illegali. E' così salito a dodici il numero di arresti effettuati in questa vicenda politico-mediatica.



"Verso mezzogiorno di oggi (mercoledì), un uomo di 61 anni è stato arrestato" dalla polizia di Londra ed "è attualmente in custodia cautelare", ha indicato la polizia in un comunicato.


>>Continua a leggere "Intercettazioni, arrestato l'ex caporedattore News of the World"

1611 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Pechino vara la sua prima portaerei, battezzata "Varyag"

Scritto da Flash News 100spiare • Mercoledì, 10 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Notizie
Le ambizioni cinesi preoccupano gli Stati Uniti

La Cina ha varato oggi la sua prima portaerei nel cantiere navale di Dalian, nel nord-est del Paese. Lo ha annunciato l'agenzia Nuova Cina.
La portaerei, battezzata Varyag, è lunga 300 metri ed era destinata in origine alla Marina sovietica. La costruzione era stata interrotta nel 1991 e, sette anni dopo, la Cina l'aveva riacquistata dall'Ucraina.



Pechino aveva annunciato il mese scorso che la portaerei sarà utilizzata "per la ricerca scientifica, l'esplorazione e per addestramenti in mare" ...


>>Continua a leggere "Pechino vara la sua prima portaerei, battezzata "Varyag""

1888 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Bin Laden: vivo, detenuto, in ghiaccio: impazzano le teorie

Scritto da Flash News 100spiare • Martedì, 9 agosto 2011 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio

L'esperto: chi crede al complotto si sbaglia, ma non è matto

Non ci è voluto molto perché l'America reagisse a un evento storico con una delle più tipiche invenzioni d'oltreoceano, la teoria del complotto, in base alla quale le cose in realtà sono andate ben diversamente da come dice il governo. L'uccisione di Osama bin Laden non ha fatto eccezione e già ventiquattr'ore dopo il raid di Abbottabad il web, complice la mancanza di fotografie del cadavere, abbondava di "conspiracy theories".


Accelerate da Twitter e Facebook, le teorie sono molte. Alcune
provenienti dal Medio Oriente, dove da decenni la sfiducia
nell'Occidente partorisce interpretazioni curiose: una iraniana, esposta
dal deputato Javad Jahangirzadeh, secondo il quale bin Laden è stato
ucciso perché non parlasse dei segreti della Cia di cui era depositario.
O quella pachistana secondo la quale, ha detto una fonte ex militare a
un giornale locale, scovare Osama in Pakistan e accusare il governo di
complicità è un'ottima scusa per un'invasione americana dal vicino
Afghanistan. Oppure quella per cui l'egiziano Ayman al-Zawahiri, numero
due di di al Qaida, avrebbe venduto il leader agli americani per
prendere il controllo del gruppo terrorista (teoria questa rilanciata
dal giornale saudita al Watan).


>>Continua a leggere "Bin Laden: vivo, detenuto, in ghiaccio: impazzano le teorie"

2975 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!