Uno su tre spia le mail del partner. "Colpa delle password poco sicure"

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 4 ottobre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica
QUASI una persona su tre ha spiato almeno una volta la posta elettronica del proprio partner. Colpa di una password poco sicura o abbandonata su un post-it accanto al computer. Gli italiani lasciano ancora troppe porte aperte nelle stanze della loro vita digitale. Mail, documenti e informazioni restano così in balia di sguardi indiscreti. E' questo il quadro che emerge da uno studio commissionato da Google a Opinion Matters, realizzato su un campione di 2.000 persone in Italia, nel periodo compreso fra il 6 e il 19 giugno 2013. La sicurezza delle password è il principale problema quando si parla di segretezza dei documenti informatici.

Il 10% degli utenti sceglie il nome del proprio cane o gatto come password, mentre l'8% usa ancora la  parola 'password'. C'è chi poi rischia ancora di più, come quel 6% di persone che lascia la password appuntata su un post-it attaccato alla scrivania. Il 13% degli italiani dichiara di essere entrato in un account altrui indovinandone la password o approfittando del mancato log-out da una sessione attiva. 


>>Continua a leggere "Uno su tre spia le mail del partner. "Colpa delle password poco sicure" "

10841 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Software, gps e microcam. Nella città degli amori infedeli ecco come spiare il partner

Scritto da Spiare.com • Martedì, 3 settembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Spionaggio

Scriveva un secolo fa Georges Courteline, drammaturgo dotato di quel sadico cinismo salottiero che solo i francesi sanno sfoggiare con la disinvoltura dovuta a certe circostanze al contempo tragiche e amene: «Chi non sa contare fino a tre, lo impara nel matrimonio». Questioni di cuore, anzi: questioni di corna, di cui Milano sembra regina. Sempre con la discrezione che impone il tema, è nel capoluogo lombardo che si consuma il maggior numero di incontri clandestini, che prevedono amori geometrici espressi di volta in volta in trangoli, quadrangoli e poligoni vari, per i più trasgressivi.

I sondaggi in questi casi particolari non possono che prevedere l’anonimato, gioco forza, ma i numeri raccolti dal sito di incontri specializzato in ménage fedifraghi parlano chiaro: si tradisce più al Nord che al Sud Italia e nel Nord, udite udite, sarebbero le donne a prendere facilmente l’iniziativa (nel 78% dei casi). Non stupirà a questo punto sapere che l’analogo sito internet Gleeden conta qualcosa come 22mila iscritti — e quindi infedeli — all’ombra della madonnina. Certo, parliamo di corna digitali, corna cioè, nate e alimentate coi clic di una piattaforma on line, ma comunque destinate, almeno nella stragrande maggioranza dei casi, a travalicare il confine virtuale.


>>Continua a leggere "Software, gps e microcam. Nella città degli amori infedeli ecco come spiare il partner"

14203 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Un’azienda italiana a servizio dell’Fbi

Scritto da Spiare.com • Martedì, 13 agosto 2013 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

La notizia è di quelle da brividi, tale da provocare sgomento, quasi imbarazzo: la nostra vita privata, già minata negli ultimi anni dai social network e quant’altro (per scelta nostra, intendiamoci), sembra aver raggiunto l’epilogo. Fonte il Wall Street Journal. Da quanto emerso dalle inchieste seguite al datagate dell’ NSA, l’FBI parrebbe essere in grado di controllare da remoto smartphone e notebook Android, riuscendo ad attivare microfoni e fotocamere. Questo “grazie” ad un malware capace di installarsi sui nostri dispositivi semplicemente tramite link ed allegati inviati per mail, i quali, una volta aperti, rendono l’apparecchio una vera e propria “cimice”.


>>Continua a leggere "Un’azienda italiana a servizio dell’Fbi "

11391 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany». Viaggerà solo su server interni

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 9 agosto 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany»

Gli americani ci spiano? Allora utilizziamo solo mail Made in Germany. L'invito - rivolto ai milioni di tedeschi indignati per le notizie diffuse dall'ex dipendente della National Security Agency (Nsa), Edward Snowden, che dimostrerebbero l'attività di spionaggio globale da parte degli Stati Uniti - arriva da Deutsche Telekom, il primo operatore di telecomunicazioni tedesco, che annuncia: da venerdì il traffico di mail passerà esclusivamente attraverso server interni con la nuova "E-mail made in Germany".

La notizia secondo cui gli americani accedono anche a messaggi di cittadini privati ha riempito i giornali e i siti tedeschi per settimane. La bomba Snowden sarà all'ordine del giorno anche al G20 di settembre. Ma soprattutto si è trasformata in una grana anche per la cancelliera uscente Angela Merkel, ora che le elezioni si avvicinano (i tedeschi andranno alle urne il prossimo 22 settembre). 


>>Continua a leggere "L'America spia? Deutsche Telekom lancia la mail sicura «Made in Germany». Viaggerà solo su server interni"

13651 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Paura per la privacy? Arriva Hemlis, l’app che cripta i messaggi

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 11 luglio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sistemi Crypto

Lo scandalo del Datagate, ovvero dell’abitudine dei servizi segreti americani di spiare account, contenuti, conversazioni, immagini e quant’altro circoli in Rete, ha posto prepotentemente l’accento sul concetto di privacy. Come evitare che l’occhio vigile del Grande Fratello di turno spii l’enorme quantità di informazioni che ognuno, volente o nolente, diffonde ogni giorno attraverso i nuovi mezzi di comunicazione di massa.

Se criptare una telefonata appare al momento impossibile per i comuni mortali, lo stesso non si può dire per email, sms, e messaggistica istantanea.


>>Continua a leggere "Paura per la privacy? Arriva Hemlis, l’app che cripta i messaggi"

11484 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Datagate: ecco come si spia

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 8 luglio 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

Ogni qualvolta mandiamo un’email, i dati vengono gestiti da un server locale, attraverso reti in fibra ottica. Su queste dorsali ormai transita di tutto, persino le chiamate effettuate dai normali telefoni. C’è poi un’altra grande risorsa creata per altri scopi che può, tuttavia, essere utilizzata anche per effettuare intercettazioni ambientali (audio ma volendo anche video). Considerata molto preziosa, perché a prova di bonifica ambientale (la ricerca di microspie in un determinato luogo): la rete elettrica.

Basta andare sul sito internet di un negozio specializzato online di buon livello per trovare congegni molto sofisticati (di produzione russa o meglio ancora inglese), che con diverse centinaia di euro consentono di ascoltare o vedere cosa succede in una stanza. In commercio ne esitono di diversi tipi e soprattutto forme. Sono liberamente in vendita, perché semmai è vietato l’uso che l’acquirente può farne, non l’acquisto o il semplice possesso. 


>>Continua a leggere "Datagate: ecco come si spia"

10933 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Rilevatore di Microspie GSM 2G /3G/ 4G Wifi /Bluetooth

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 24 giugno 2013 • Commenti 0 • Categoria: Rilevatori microspie


Il MAC-501 Rilevatore Attività Cellulari è un rilevatore multibanda di cellulari portatile, pronto per l'ultima generazione di cellulari 4G (così come per gli standard esistenti 2G e 3G).
Microspie Digitali ed Analogiche portatile professionale

Il Rilevatore di Microspie GSM MAC-501 è progettato per rilevare e localizzare
le trasmissioni da microspie o altri dispositivi basati sulla rete cellulare inclusi i telefoni cellulari, PDA e Smartphone, localizzatori satellitari, dispositivi di ascolto GSM (microspie) e telecamere wireless nascoste 3G/4G.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI RILEVATORE DI MICROSPIE:

    Rileva le frequenze GSM (2G), UMTS (3G), 4G (LTE) - oltre Wifi / Bluetooth e dispositivi 2,4 Ghz
    Rileva Cellulari, Smartphone, localizzatori GPS, SMS, microspie GSM, 3G/4G Video, Bluetooth e dispositivi Wifi
    Rileva fasce cellulari 800 MHz (4G), 900 MHz (2G), 1800 MHz (2G/4G), 2100 MHz (3G) 2600MHz (4G)
    Individua la banda 2400 Mhz per Wifi / Bluetooth / video e altri dispositivi di ultima generazione


CONTINUA A LEGGERE SU IOSPIO



>>Continua a leggere "Rilevatore di Microspie GSM 2G /3G/ 4G Wifi /Bluetooth"

3031 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Servizi segreti, Aisi, Aise e Dis. Come funziona la nostra intelligence

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 13 giugno 2013 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti

Con la riforma dei servizi segreti  – agosto 2007 governo Prodi – a vigilare sull’informazione e la sicurezza interna ed esterna ci sono l’Aisi e l’Aise: a capo della prima agenzia, dal giugno 2012, c’è il generale Arturo Esposito, 63 anni, napoletano, proveniente dall’Arma dei Carabinieri; a capo della seconda dal febbraio 2010 c’è il generale Adriano Santini, 65 anni, generale di corpo d’armata, già consigliere militare di Silvio Berlusconi.

Il coordinamento tecnico-amministrativo spetta al Dipartimento informazioni per la Sicurezza; a guidare del Dis, nel maggio del 2012, l’ex premier Mario Monti scelse un diplomatico, già segretario Generale della Farnesina, Giampiero Massolo, 59 anni.


>>Continua a leggere "Servizi segreti, Aisi, Aise e Dis. Come funziona la nostra intelligence"

2862 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

INTERCETTAZIONI, NUOVA LEGGE IN ARRIVO. “PRIVACY A RISCHIO, COLPA DEI COLOSSI WEB”

Scritto da Spiare.com • Martedì, 11 giugno 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

«Nelle prossime settimane» il Garante privacy adotterà un «provvedimento generale» sulle intercettazioni «per indicare soluzioni idonee ad elevare lo standard di protezione dei dati trattati ed evitarne indebite divulgazioni». Lo annuncia il presidente Antonello Soro, auspicando anche una revisione del «codice dei giornalisti». Le intercettazioni, sottolinea Soro, sono una «risorsa investigativa fondamentale, insostituibile, che andrebbe gestita con molta cautela: per evitare fughe di notizie – che, oltre a danneggiare le indagini, rischiano di violare la dignità degli interessati – e per evitare quel ‘giornalismo di trascrizionè che finisce, oltretutto, per far scadere la qualità dell’informazione». E «proprio per favorire un giornalismo maturo e responsabile», il Garante intende anche «promuovere una riflessione sul possibile aggiornamento del codice dei giornalisti, al fine di coniugare al punto più alto diritto di cronaca e dignità della persona. Per tale obiettivo – sottolinea – questa potrebbe essere una strada meno divisiva e forse più concludente rispetto alle diverse ipotesi legislative tentate nella scorsa legislatura».


>>Continua a leggere "INTERCETTAZIONI, NUOVA LEGGE IN ARRIVO. “PRIVACY A RISCHIO, COLPA DEI COLOSSI WEB”"

2873 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!