Sicurezza, 007 sott'inchiesta

Scritto da Spiare.com • Martedì, 15 dicembre 2009 • Categoria: Servizi Segreti


Assolto il questore di Milano Vincenzo Indolfi. Sott’inchiesta, per la seconda volta in due mesi, la sicurezza del premier, gli uomini dei servizi segreti (Aisi) cui è affidata la tutela personale del Presidente del Consiglio.

Se il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha provato a puntare i riflettori sul questore di Milano in quanto massimo responsabile dell’ordine pubblico e quindi, secondo lui, in qualche modo responsabile delle «palesi inefficienze nella gestione della piazza», Maroni ci mette pochi minuti a chiarire come stanno le cose.

«Nessuna defaillance nella gestione dell’ordine pubblico» ha messo i puntini sulle “i” il titolare del Viminale, visto che la questura non solo aveva avvisato che ci sarebbero potuti essere incidenti ma ha anche allontanato senza ulteriori tensioni quel gruppo di circa duecento persone che a un certo punto aveva interrotto il comizio di Berlusconi.


Continua a leggere su L'Unità

www.spiare.net

-

3011 hits
Tags: ,
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

1 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Secondo il mio modestissimo parere questo fenomeno delle intercettazioni illegali,che a mio parere ha raggiunto proporzioni molto vaste su tutto il territorio nazionale,è particolarmente allarmante ed è anche un concreto pericolo per l'ordine pubblico e può diventare un consistente ostacolo per tutte quelle indagini dirette a individuare gli autori di gravissimi reati.Sono sempre più, secondo me, le persone che commercializzano,importano e sopratutto manipolano apparecchi telefonici cellulari per intercettare illegalmente o clonare altri cellulari.Ho letto su un libro ,molto interessante, che ci sono due modi per clonare un cellulare.Il primo vede l'utilizzo di raggi ultravioletti per cancellare le memorie,poi si collega il telefonino ad un PC e si inseriscono i numeri telefonici e i seriali copiati.Questa si chiama clonazione statica.Il secondo modo è quello della clonazione dinamica.Basta piazzarsi,come leggo dal libro,dove la "cella" di zona aggancia il cellulare della vittima e programmarne il numero per ascoltarne tutte le conversazioni.Insomma,almeno di non scegliere altre strade,il numero e il seriale del cellulare vittima danno acesso a queste infami ed ignobili intercettazioni illegali,ma grazie a dio nessuno è inffalibile e ogni cosa lascia un traccia proprio come in questo caso.

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.