TERRORISMO: RAFFORZATI CONTROLLI A NATALE, ANCHE IN VATICANO

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 5 dicembre 2008 • Categoria: Controspionaggio


Un rafforzamento dei controlli sul territorio, con le forze di polizia che devono essere "ben visibili" non solo nei luoghi di culto o nelle zone più turistiche delle grandi città, ma anche nei centri commerciali, particolarmente affollati a Natale. E un monitoraggio costante e continuo di internet e di tutti quei luoghi frequentati abitualmente dagli islamici, primi tra tutti money transfer e phone center.

Perché, come ha ripetuto anche il capo della polizia Antonio Manganelli, "non c'é nessun segnale d'allarme" ma, vista la situazione internazionale creatasi dopo gli attentati a Mumbai, "non bisogna abbassare la guardia". Le indicazioni sono contenute nella circolare di sette pagine che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha inviato a prefetti e questori di tutta Italia in vista delle festività natalizie; disposizioni generali e specifiche sia per quanto concerne la prevenzione di atti terroristici sia per l'ordine pubblico (attraverso il contrasto agli ambulanti e alla vendita di fuochi artificiali illegali).

Alle forze di polizia presenti sul territorio il Dipartimento chiede di "intensificare l'osservazione e la vigilanza" e predisporre "ogni adeguata misura per garantire la sicurezza pubblica" perché, si sottolinea, l'arrivo del Natale potrebbe spingere qualcuno "ad attuare disegni criminosi anche in considerazione dello scenario internazionale, caratterizzato da progettualità terroristiche".

Particolare attenzione è riservata al Vaticano e ai luoghi di culto: si auspica infatti un rafforzamento della vigilanza sullo Stato Pontificio e, più in generale su chiese, santuari e simboli della cristianità che possono essere mete di pellegrinaggi. A prefetti e questori si chiede anche di intensificare l'osservazione e la vigilanza di "persone considerate sospette e pericolose", di aumentare il flusso di informazioni "anche attraverso il costante monitoraggio" di internet e dei siti, chat e forum frequentati abitualmente dagli estremisti. Particolare vigilanza si raccomanda poi sugli obiettivi considerati sensibili, rappresentanze diplomatiche e sedi governative istituzionali, così come "elevato e costante" deve essere il livello di attenzione ai luoghi in cui facilmente si possono "celare insidie".

L'invito è anche rivolto a non abbassare la guardia nei confronti di passeggeri e merci in transito, in porti, aeroporti e stazioni ferroviarie, con "particolare attenzione alle città servite da rete metropolitana" che potrebbero essere prese di mira dai terroristi. "L'Italia non sfugge all'attenzione del terrorismo per l'Occidente - ha detto oggi Manganelli - Il nostro paese fa parte dell'Occidente e di conseguenza è invisa a tutte le associazioni terroristiche che si riconoscono nel marchio Al Qaeda". Per questo, anche se "non c'é nessun segnale di allarme, bisogna tenere sempre alta la guardia e continuare a lavorare bene sul piano investigativo".

Fonte Ansa
1919 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.