Le relazioni tra la privacy e la sicurezza informatica

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 6 marzo 2009 • Categoria: Internet e sicurezza


Prima di definire quali sono le relazioni che intercorrono tra privacy e sicurezza informatica e la loro eventuale intercambiabilità è necessario dapprima darne una definizione concettuale.

Affrontare lo studio della privacy significa, dunque, incontrare ambiguità semantiche e contraddizioni. La privacy è un valore di per sé positivo per alcuni ma un concetto eticamente neutrale (e dunque conduttivo sia al bene che al male) per altri. La privacy, inoltre, può significare qualcosa di diverso persino per la stessa persona in diverse situazioni o momenti della propria vita. Le aspettative su che cosa possa essere considerato privato mutano con fattori come la cultura, l’età, o l’esperienza individuale. Il concetto di privacy, inoltre, cambia nel tempo con il progredire di costumi sociali, cultura, e tecnologia, perché con essi cambiano anche i confini tra pubblico e privato.

La privacy, dunque, è un concetto dalle molteplici, mutabili, ed a volte contraddittorie interpretazioni, che rimandano alla continua dinamica di negoziazione tra pubblico e privato. La  rivacy e' un concetto complesso e sfaccettato. Presenta e collega gli aspetti tecnologici, economici,  legali, e di politica pubblica. In anni recenti, il diminuito costo di memorizzazione e manipolazione di informazioni digitali ha spinto organizzazioni private e governi a catturare quantità crescenti di dati individuali di consumatori ed imprese.

 I concetti di privacy e sicurezza in realtà possono e dovrebbero andare insieme. Per diverse ragioni: alcune di politica pubblica (la protezione della privacy è un cardine di una società libera, ed una società libera tende ad essere più solida, e dunque sicura, di una società totalitaria); altre di carattere più tecnico. Prendendo in considerazione quest’ultime ad esempio è possibile proteggere la privacy individuale ed allo stesso tempo migliorare la sicurezza con diverse tecnologie crittografiche che sono state sviluppate negli ultimi anni. Passaporti con dati biometrici, per esempio, se accompagnati da tecnologie crittografiche specializzate, possono rendere il passaporto più difficile da falsificare, ma possono anche proteggerne i dati personali rendendoli non visibili, intercettabili, o duplicabili da soggetti non autorizzati.

Continua a leggere su Diritto.it

Sistemi criptati in vendita su Spiare.com
2457 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.