Il Ministero della giustizia a chi intercetta: “Non vi paghiamo, non ci sono soldi”

Scritto da Spiare.com • Lunedì, 30 dicembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intercettazioni

I tecnici che nelle indagini della magistratura si occupano delle intercettazioni, non vengono pagati con regolarità dal Ministero di Grazia e Giustizia. E quando ciò avviene, avviene in ritardo. C’è così tutto un settore imprenditoriale che soffre, arrivando sino alla chiusura di aziende con la conseguente perdita di posti di lavoro e di un bagaglio di competenze davvero notevoli. Una cosa del genere è successa alla Cogei Srl. Ovvero, alla Compagnia generale di investigazioni di Pero, in provincia di Milano, da qualche tempo in liquidazione perché dal Ministero vanta un credito di oltre 630 mila euro.

Si sono così trovati senza occupazione una decina di dipendenti. Pur curando per diverse procure del territorio nazionale il noleggio e l’installazione di sofisticate apparecchiature per intercettazioni ambientali e telefoniche, l’azienda ha stentato a ricevere il giusto compenso. Nel 2011 è stato così emesso dal Tribunale di Milano un decreto ingiuntivo ai danni del Ministero di Grazia e Giustizia, per un ammontare di 400 mila e 877 euro.


>>Continua a leggere "Il Ministero della giustizia a chi intercetta: “Non vi paghiamo, non ci sono soldi” "

7781 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spionaggio e privacy: attenzione ora anche i sassi ti osservano

Scritto da Spiare.com • Venerdì, 15 novembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Intelligence

Dopo essere stati spiati tramite intercettazioni di messaggi e telefonate, ora sono arrivate anche le sonde occultate nei sassi. Possiamo essere sorvegliati anche se non utilizziamo il nostro telefono cellulare, o se non navighiamo su internet. Ne sono a conoscenza anche "le pietre" progettate dall'azienda Lockheed Martin che produce i caccia F-35 e gli elicotteri utilizzati dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. "La pietra" in questione e' dotata di alcuni sensori che stanno sul palmo di una mano, sono progettati per attivarsi al passaggio di una persona tramite sensore, ed inviano un segnale ad un drone o ad una telecamera che si trova nei paraggi.

Nascosti in sassi finti o addirittura sotterrati, questw microspie del sistema SPAN (acronimo di Self-Powered Ad-hoc Network) operano come dei veri "controllori" che vedono ed inviano un segnale, della nostra presenza, al centro di controllo più vicino, gestito da soldati.


>>Continua a leggere "Spionaggio e privacy: attenzione ora anche i sassi ti osservano"

17729 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Una tenda anti-microspie. Così Obama si difende dalle spie

Scritto da Spiare.com • Martedì, 12 novembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio

Barack Obama è sicuramente l'uomo che di spie se ne intende.Non ci voleva lo scandalo del Datagate per capirlo. Da anni viaggia sempre con una tenda anti intercettazione da microspie all'interno del suo bagaglio di viaggio: una specie di tenda da campeggio, che ha una stoffa particolare per isolare e proteggere le proprie comunicazioni e colloqui sensibili da orecchie e occhi indiscreti. Molto simile a quella rinvenuta e subito smantellata, sull'ultimo piano dell'ambasciata britannica a Berlino, e che ha fatto finire Londra nell'occhio del ciclone della Cancelliera Angela Merkel.

La tenda "anti microspie" è corredata di un apparato denominato "generatore di rumore bianco" che praticamente genera un rumore di sottofondo impedendo alla microspie e micro registratori vocali di trasmettere o registrare la conversazione che avviene all'interno della tenda.


>>Continua a leggere "Una tenda anti-microspie. Così Obama si difende dalle spie"

6133 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Spionaggio, svelata la base segreta per le intercettazioni nel Mediterraneo

Scritto da Spiare.com • Mercoledì, 6 novembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Servizi Segreti
Una base segreta per spiare tutte le comunicazioni che attraversano il Mediterraneo, creata dai servizi segreti britannici e gestita in accordo con quelli americani. Una struttura top secret che “l'Espresso” è in grado di rivelare grazie a un lavoro di giornalismo investigativo condotto con il quotidiano tedesco “Sueddeutsche Zeitung”, quello greco “Ta Nea” e la televisione greca “Alpha TV”. Si trova a Cipro, nella posizione migliore per tenere sotto controllo i rapporti tra Europa e Paesi Arabi. Il grande orecchio della rete di sorveglianza di massa rivelata da Edward Snowden è ad Ayios Nikolaos, a poca distanza dalla linea verde che divide la zona occupata dai turchi dal resto dell'isola: a una manciata di chilometri c'è l'antica Famagosta, capitale veneziana di Cipro.

Le immagini di Google Earth  mostrano una serie di fabbricati accanto alle piste di un aeroporto militare ormai in disuso. Spiccano le parabole dei satelliti ma soprattutto una grande antenna circolare, destinata a intercettare tutti i segnali radio in una larga area. Lo spionaggio condotto da quella struttura non riguarda però soltanto le trasmissione nell'etere: qui c'è anche il fulcro del monitoraggio di tutti i dati – conversazioni, mail, traffico Internet – che si muovono lungo i cavi sottomarini posizionati nel Mediterraneo. 


>>Continua a leggere "Spionaggio, svelata la base segreta per le intercettazioni nel Mediterraneo "

9620 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

John McAfee punta alla lotta contro lo spionaggio

Scritto da Spiare.com • Martedì, 5 novembre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Internet e sicurezza

Con il nuovo apparato promette di impedire l'accesso ai dati riservati degli utenti da parte della National Security Agency. Questo è il progetto di John McAfee, esperto informatico ed imprenditore statunitense, divenuto famoso per aver creato l'omonimo antivirus.

Per il momento "D-Central", il nome dell'apparato, è soltanto un prototipo, ma molto presto potrebbe essere immesso nel mercato. L'apparato dovrebbe essere in grado di creare delle reti di protezione intorno a dei piccoli network in modo di renderli inattaccabili ai controlli della NSA; sarà possibile integrarlo a smartphone, tablet e notebook per consentire agli utenti di dialogare tra loro tramite i diversi supporti.


>>Continua a leggere "John McAfee punta alla lotta contro lo spionaggio"

9871 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Scramble. Impariamo a cifrare le email

Scritto da Spiare.com • Martedì, 29 ottobre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sistemi Crypto

Sono in aumento i progetti per difendersi dagli "spioni" della Nationale Security Agency. In arrivo le webmail crittografate per rendere comodo e veloce criptare le comunicazioni.

Mentre navighiamo a vista, nel bel mezzo della bufera scatenata dalle notizie giornalistiche del Datagate sui programmi elettronici di controllo della NSA (Nationale Security Agency) e sulle sue possibilità di decifrare una parte delle conversazioni e del traffico protetto da crittografia, sono tanti a chiedersi "cosa fare". Proprio in questo momento e considerato il livello di accesso dell'apparato di spionaggio dei flussi di comunicazioni globali.

Gli esperti di sicurezza continuano a dare sempre la stessa risposta "Continuare a cifrare" perchè non tutta la crittografia e' uguale ed in tanti casi, quella fatta bene e robusta, resta inaccessibile agli "spioni". E comunque sia, rimane sempre un ostacolo ad eventuali tentativi di intrusione nella nostra privacy.


>>Continua a leggere "Scramble. Impariamo a cifrare le email"

9803 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Scandalo Datagate, Polimeni: "Nello spionaggio non esistono alleati, l'America non è la sola a farlo"

Scritto da Spiare.com • Martedì, 29 ottobre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Lo scandalo Datagate si aggrava di ora in ora e i rapporti tra gli Stati Uniti e gli storici alleati dell’Unione europea rischiano di subire gravi conseguenze. Ora in tanti puntano il dito contro gli Usa, accusandola di aver violato la fiducia “degli Stati amici”. C’è tuttavia da chiedersi se l’azione dello spiare, amici e nemici, non sia invece una prassi diffusa e consolidata di tutti i servizi segreti del pianeta. Lo abbiamo chiesto a Francesco Polimeni, esperto di controspionaggio (ex appartenente della Polizia di Stato) e amministratore di Spiare.com, società leader in Italia nello sviluppo di tecnologie anti intercettazione.

Perché sorprende sapere che gli americani ci stavano spiando?
“Non c'è da sorprendersi per l’accaduto, si sa che Bruxelles (troppi indizi ce lo confermano) è una succursale della NSA. I responsabili della security di Bruxelles, infatti, avevano constatato già nei mesi scorsi intrusioni nei telefoni e nei computer dei Palazzi del potere europei, e si erano immediatamente attivati per scoprirne l’origine di tali attacchi. In quella occasione si era scoperto che le interferenze venivano generate dall’attività di una struttura piazzata nell’area ‘protetta’ del quartier generale della Nato, nei pressi della zona di Evere (Bruxelles), dove ha sede anche la National Security Agency”.


>>Continua a leggere "Scandalo Datagate, Polimeni: "Nello spionaggio non esistono alleati, l'America non è la sola a farlo""

11704 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Prism vs Sorm: Internet e la guerra dei Grandi Fratelli

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 24 ottobre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Sorveglianza Informatica

Le recenti rivelazioni di The Guardian sulle misure di sorveglianza adottate dalla Russia per garantire la sicurezza delle Olimpiadi invernali di Sochi richiamano alla mente i sistemi spionistici usati dalla National Security Agency (Nsa) statunitense.

Sistemi rivelati da Edward Snowden, che, ironia della storia, ha trovato asilo politico temporaneo proprio a Mosca. A un’analisi più approfondita però emergono 2 concezioni geopolitiche diverse sulla sorveglianza di Internet che stanno alla base degli apparati di intelligence elettronica rispettivamente statunitense e russo.

Se gli Usa hanno l’ambizione di mettere sotto controllo l’intero sistema di comunicazione globale, arrivando a spiare i flussi comunicativi all’interno di singoli paesi (le ultime rivelazioni riguardano la Francia e il Messico), la Russia ha apparentemente obiettivi più modesti, volti soprattutto a tenere sotto controllo la propria popolazione e quelle degli Stati nati dalla dissoluzione dell’ex Unione Sovietica - il cosiddetto “estero vicino”.


>>Continua a leggere "Prism vs Sorm: Internet e la guerra dei Grandi Fratelli"

9577 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

Pc e smartphone a rischio, l'esperto di controspionaggio: "Connettetevi ad Internet solo quando necessario"

Scritto da Spiare.com • Giovedì, 17 ottobre 2013 • Commenti 0 • Categoria: Controspionaggio

E’ da qualche tempo che sul Web non si sente più parlare di sicurezza informatica. Un tempo gli allarmi virus erano all’ordine del giorno, mentre oggi sembra quasi di vivere una Rete idealmente sicura, dove gli hacker sono soltanto una lontana e sbiadita minaccia incapace di spaventare e creare danni. Ma è realmente così? Abbiamo intervistato Francesco Polimeni, esperto di controspionaggio (proveniente dai reparti della Polizia di Stato) e amministratore di Spiare.com, società leader in Italia nello sviluppo di tecnologie anti intercettazione, che opera nel settore da oltre 15 anni.

I malware non rappresentano più una minaccia, si sono “estinti” oppure il bersaglio degli hacker è semplicemente cambiato?
"I virus informatici esistono eccome, forse sono anche più numerosi di prima. Attualmente sono in crescita gli attacchi hacker per furti online e violazioni dei sistemi informatici. In prima posizione ci sono le attività del cyber crimine (75%), attacchi che hanno come obiettivo l'arricchimento veloce. Tra tutti gli episodi, il 37% tratta soggetti che frequentano l'ambito finanziario ed il 24% attività commerciali e ristoranti. Il target sono i dati delle carte di credito dei clienti. In forte crescita è il fenomeno dello spionaggio industriale, con attacchi mirati a fabbriche e società di servizi (statistiche del Data Breach Investigations Report). La lotta al cyber-crimine è poco esaltante. Il 66% degli attacchi sono scoperti dopo alcuni mesi. In forte calo gli episodi di furti di dati per finalità "politiche" dagli hacktivist, ciò spiega il cambio di strategia operato dagli hacker, i quali orientano la loro attività su azioni dimostrative e sugli oscuramenti dei siti web. Il vero cambio di rotta è quello del Cyber Warfare, "guerra informatica" tra varie nazioni, che sta vivendo una vera escalation".


>>Continua a leggere "Pc e smartphone a rischio, l'esperto di controspionaggio: "Connettetevi ad Internet solo quando necessario""

10384 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!